La tecnologia aiuta a risparmiare sulle bollette?

Affidarsi alla tecnologia può aiutare davvero a ottimizzare le spese, in alcuni casi, risparmiando una quantità sostanziosa di denaro

0
173
La tecnologia aiuta a risparmiare sulle bollette?
La tecnologia aiuta a risparmiare sulle bollette?

L’aumento dei costi dell’energia è una realtà con cui dobbiamo confrontarci ogni giorno. Infatti il costo dell’energia è in costante aumento e sembra che ogni volta che utilizziamo i nostri dispositivi tecnologici, ci costi sempre di più. Per questo motivo, è importante considerare come ridurre i consumi.

Ovviamente una ricerca su un comparatore per trovare le offerte del fornitore gas più conveniente è il primo passo per risparmiare. Ma in realtà esistono anche molte app e gadget tecnologici che possono aiutare a ridurre le spese energetiche, con un impatto molto positivo in bolletta.

Infatti affidarsi alla tecnologia può aiutare davvero a ottimizzare le spese, in alcuni casi, risparmiando una quantità sostanziosa di denaro. Inoltre, risparmiare in bolletta spesso significa anche ridurre l’impatto sull’ambiente, quindi l’impegno a essere parsimoniosi è doppiamente importante. Vediamo allora quali consigli seguire per risparmiare sui consumi!

Scegliere luci a LED

Per iniziare a risparmiare energia in casa, si può partire dalle piccole cose, come sostituire tutte le vecchie lampadine con quelle a LED. Queste consumano il 90% in meno rispetto alle lampadine a incandescenza e si stima che ogni lampadina possa far risparmiare tra i due e i quattro euro all’anno, soprattutto se vengono tenute accese per otto ore di fila. Inoltre, esistono anche le lampadine smart con la possibilità di controllo e personalizzazione tramite smartphone o impianti di domotica.

A volte poi, si sente parlare di gadget tech che consumano energia anche quando sono in stand by, ma a meno che non si abbiano prodotti molto vecchi, non c’è motivo di preoccuparsi. Ad esempio, un televisore in stand by incide sulla bolletta media solo per circa uno-due euro all’anno, mentre il caricatore di un laptop o altri accessori tech solo per qualche centesimo.



Le prese SMART

Le prese smart per la corrente possono essere molto utili per risparmiare energia elettrica. Ad esempio, è possibile regolare la presa a cui è collegata la macchinetta del caffè in modo che sia già calda al risveglio, oppure spegnere la presa della ricarica del telefono quando la batteria è completamente carica. Inoltre, durante l’estate, è possibile spegnere il ventilatore di notte per risparmiare energia.

Molte prese smart wi-fi consentono anche di leggere i consumi elettrici. Tuttavia, per avere un’analisi completa della bolletta elettrica e capire come risparmiare energia, è possibile utilizzare i misuratori di corrente elettrica. I modelli migliori consentono di analizzare l’uso attuale di corrente e il costo dell’energia erogata, mostrando grafici per confrontare il consumo e capire dove è possibile risparmiare.

I termostati SMART

Per risparmiare sulla bolletta del gas, l’opzione migliore rimane l’utilizzo di termostati smart. Questi dispositivi consentono di ridurre i consumi in modo intelligente, ad esempio spegnendo automaticamente il riscaldamento quando si esce di casa o regolando la temperatura in base all’orario o alle attività svolte in casa.

In generale, è possibile adattare la temperatura della casa alle proprie esigenze per evitare sprechi di energia. In alternativa, è possibile installare valvole termostatiche sui caloriferi delle stanze. Questi dispositivi sono facili da installare e regolano automaticamente la temperatura della stanza in cui sono collocati. Inoltre, molte di queste valvole funzionano anche con l’assistente vocale.

Le app per il risparmio energetico

Esistono numerose app disponibili sui marketplace digitali che offrono una vasta gamma di soluzioni per risparmiare sulle bollette di luce e gas, spesso a costo zero. Ad esempio, ci sono app che consentono di misurare i consumi elettrici in tempo reale e la temperatura interna dell’ambiente domestico, oppure che permettono di controllare le luci e gli elettrodomestici da remoto. Inoltre, alcune app offrono la possibilità di unire il risparmio energetico alla gamification, creando missioni per raggiungere l’obiettivo di risparmio stabilito in base ai consumi della propria abitazione.

Altre app invece, consentono di inserire i dati del proprio contatore in due diversi periodi, a distanza di circa 20 o 30 giorni l’uno dall’altro, per prospettare quanto si consumerà in futuro e quanto si pagherà in bolletta. Dunque le app offrono davvero una vasta gamma di soluzioni per risparmiare sui costi energetici, a costo zero o a prezzi accessibili.

Ovviamente tutte le opzioni presentate non porteranno a una riduzione drastica della spesa energetica, ma sono comunque utili per tenere sotto controllo i propri consumi, cercando di ridurli quando possibile, ed evitando così spiacevoli sorprese quando si riceve la bolletta a casa. Inoltre, il controllo dei consumi energetici è un primo passo importante per diventare più consapevoli del proprio impatto ambientale e per adottare da subito comportamenti più sostenibili.

2