James Webb cattura la più antica e lontana stella conosciuta

Il telescopio spaziale James Webb ha catturato un'immagine di Earendel, la stella più antica e più lontana mai osservata, scoperta per la prima volta dal telescopio spaziale Hubble all'inizio di quest'anno

337

Il telescopio spaziale James Webb ha catturato un’immagine di Earendel, la stella più antica e più lontana mai osservata, scoperta per la prima volta dal telescopio spaziale Hubble all’inizio di quest’anno.

Earendel è stata ripresa per la prima volta da Hubble a marzo, quando il leggendario telescopio ha battuto il suo precedente record stabilito nel 2018 di catturare la stella più antica e più lontana. Quella stella, chiamata Icaro, esisteva quando l’universo aveva circa quattro miliardi di anni, ovvero circa il 30% della sua età attuale. Ma Earendel ha infranto quel record perché esisteva già quando l’universo aveva solo il 7% della sua età attuale. La luce proiettata da Earendel ha impiegato 12,9 miliardi di anni per raggiungere Hubble.

Condivisa dal gruppo di astronomi Cosmic Spring, quella sopra è la prima foto di Earendel catturata dal James Webb Space Telescope (JWST).

Normalmente, la luce proiettata dalle stelle a questa grande distanza non assomiglia a nient’altro che a piccole macchie poiché la luce di milioni di stelle si fonde insieme e diventa difficile da discernere. Ma gli astronomi sono fortunati nel caso di Earendel, poiché la galassia che la ospita è stata ingrandita e distorta dalle lenti gravitazionali.

Possiamo vedere Earendel nell’ammasso, WHL0137-08, al centro dell’immagine“, scrive Cosmic Spring, spiegando che il JWST è in grado di catturare la stella lontana per lo stesso motivo per cui lo ha potuto fare Hubble.

Guardando la foto, può essere facile presumere che la stella gigante al centro dell’immagine sia Earendel, ma non è così. Invece, la stella lontana si nasconde quasi in un piccolo arco di luce in basso a destra.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il JWST è stato in grado di scattare questa foto e vedere Earendel grazie ai dati forniti dall’osservazione di Hubble.

Gli astronomi hanno visto questa immagine solo sabato e stanno ancora esaminando i dettagli dell’osservazione e pianificano di fornire ulteriori informazioni una volta che avranno avuto la possibilità di esaminare più da vicino i dati.