Il meteorite di 100 metri che esplose in Antartide 430.000 anni fa

Un team di ricerca internazionale guidato dal dottor Mathias van Ginneken della School of Physical Sciences dell'Università del Kent ha trovato nuove prove della caduta di un meteorite che ha raggiunto la calotta glaciale antartica 430.000 anni fa...

372

Un team di ricerca internazionale guidato dal dottor Mathias van Ginneken della School of Physical Sciences dell’Università del Kent ha trovato nuove prove della caduta di un meteorite che ha raggiunto la calotta glaciale antartica 430.000 anni fa.

Le particelle extraterrestri (sferule di condensazione) trovate alla sommità di Valnumfjellet (Nord America occidentale) nelle montagne Sør-Rondane, Queen Maud Land, Antartide orientale indicano un evento di atterraggio insolito in cui un getto di materiale meteoritico fuso e vaporizzato è stato creato da un meteorite il dimensione non inferiore a 100 m, che ha raggiunto la superficie ad alta velocità.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Questo tipo di esplosione, causato dall’impatto di un singolo meteorite, è descritto come intermedio in quanto è più grande di un’esplosione aerea ma più piccola di un cratere da impatto

La maggior parte della condrite, la composizione chimica degli oligoelementi e l’alto contenuto di nichel dei detriti dimostrano la natura extraterrestre delle particelle recuperate. Le loro uniche firme isotopiche dell’ossigeno indicano che hanno interagito con l’ossigeno ottenuto dalla calotta glaciale antartica durante la loro formazione nel pennacchio d’urto.

I dati ottenuti indicano un impatto molto più pericoloso rispetto agli eventi di Tunguska e Chelyabinsk sulla Russia nel 1908 e nel 2013, rispettivamente.