Fascia di Kuiper: sorprendente scoperta della New Horizons

New Horizons ha rivelato inaspettate informazioni sulla Fascia di Kuiper che potrebbero aiutarci a comprendere meglio il nostro sistema planetario e gli altri che stiamo scoprendo nella galassia

2
3670
Fascia di kuiper

I dati raccolti dalla sonda New Horizons in navigazione attraverso la fascia di Kuiper suggeriscono livelli inaspettati di particelle là dove si riteneva che la polvere avrebbe dovuto diradarsi, indicando che il campo a forma di ciambella si estende significativamente più lontano dal Sole di quanto indichino le stime precedenti.

Fascia di kuiper

Fascia di Kuiper: nuove ed interessanti rivelazioni

È la più recente di una serie crescente di prove che dimostrano che la nostra comprensione del Sistema Solare esterno è carente e che ampliarla potrebbe aiutarci a comprendere meglio il nostro sistema planetario e gli altri che stiamo scoprendo nella galassia.

New Horizons sta effettuando le prime misurazioni dirette della polvere interplanetaria ben oltre Nettuno e Plutone, quindi ogni osservazione potrebbe portare a una scoperta“, ha affermato il fisico Alex Doner dell’Università del Colorado Boulder.

Fascia di kuiper



L’idea che potremmo aver scoperto che la fascia di Kuiper è più estesa del previsto, con un’intera nuova popolazione di oggetti che si scontrano e producono più polvere, offre un altro indizio per risolvere i misteri delle regioni più distanti del Sistema Solare”.

La fascia di Kuiper è caratterizzata da un’alta densità di oggetti rocciosi e ghiacciati, perché molto lontani dal Sole e molto freddi. È piena di grandi rocce, pianeti nani e diversi oggetti che non possiamo vedere perché sono relativamente piccoli ed è molto buio, ma la polvere può dirci parecchio su cosa sta succedendo.

Si è ritenuto che la fascia di Kuiper fosse piuttosto estesa: inizia nell’orbita di Nettuno, a circa 30 unità astronomiche dal Sole, e si estende verso l’esterno per una distanza sconosciuta. Tuttavia, si è pensato che la regione principale interna si esaurisse a circa 50 unità astronomiche.

New Horizons invia inaspettate informazioni sulla fascia di Kuiper

New Horizons è la sonda della NASA lanciata per esplorare il Sistema Solare esterno. Nel 2015 ha visitato Plutone, che orbita attorno al Sole a una distanza media di 39 unità astronomiche, e ha continuato a navigare. Nel gennaio 2019 ha volato vicino a uno strano oggetto chiamato Arrokoth, che orbita attorno al Sole a una distanza media di 44,6 unità astronomiche .

Da allora, tra distanze comprese tra 45 e 55 unità astronomiche, New Horizons ha continuato a raccogliere dati, trasmettendoli assiduamente a casa, sulla Terra, ed il suo Venetia Burney Student Dust Counter (SDC) sta rilevando molta più polvere di quanto gli scienziati si aspettassero che ci fosse a quella distanza.

Un’elevata densità di polvere significa che è necessario che venga prodotta polvere extra oppure che le forze radiative solari stanno inaspettatamente spingendo la polvere dalle regioni più dense verso quello spazio.

Fascia di kuiper

La fonte più probabile di polvere extra potrebbero essere le interazioni tra oggetti più grandi, che collidendo tra loro potrebbero rilasciare particelle solide, o polvere. Questo significa che nella fascia di Kuiper devono esserci numerose rocce ghiacciate in orbite caotiche che si scontrano con una frequenza relativa.

Osservazioni più recenti tramite telescopio hanno iniziato a suggerire che la regione principale interna della fascia di Kuiper potrebbe estendersi fino a 80 unità astronomiche, il che significa che la scoperta è coerente con le indicazioni che la fascia di Kuiper potrebbe essere più grande del previsto.

New Horizons si trova a più di 58 unità astronomiche dal Sole. Ora è alla sua seconda missione estesa, opera oltre le aspettative iniziali e continua a inviare dati a casa. Gli scienziati sperano che duri almeno fino a 100 unità astronomiche e forse, se saremo fortunati, fino ai confini del Sistema Solare, oltre le 120 unità astronomiche.

Grazie a questi nuovi risultati scientifici di New Horizons potrebbe essere la prima volta che un veicolo spaziale scopre una nuova popolazione di corpi nel nostro Sistema Solare“, ha spiegato l’astronomo Alan Stern, ricercatore principale di New Horizons del Southwest Research Institute.

Non vedo l’ora di vedere fino a dove si spingeranno questi elevati livelli di polvere nella fascia di Kuiper“, ha concluso Alan Stern.

Che cos’è la Fascia di Kuiper?

La fascia di Kuiper è una regione fredda di oggetti ghiacciati a forma di ciambella che circonda il sistema solare esterno oltre l’orbita dell’ottavo pianeta dal sole, Nettuno.

Fascia di kuiper

È simile alla fascia principale degli asteroidi, che si trova tra Marte e Giove, in quanto i suoi oggetti sono costituiti da materiale rimasto dalla formazione del sistema solare circa 4,6 miliardi di anni fa, secondo la NASA .

Come la fascia principale degli asteroidi, la fascia di Kuiper è stata modellata dall’orbita di un pianeta gigante. Mentre il gigante gassoso Giove ha fabbricato la struttura della fascia principale degli asteroidi, è stata l’orbita di Nettuno a impedire al materiale di fondersi in un grande pianeta e quindi a scavare il sottile disco della fascia di Kuiper.

La fascia di Kuiper è davvero una frontiera nello spazio: è un luogo che stiamo appena iniziando a esplorare e la nostra comprensione è ancora in evoluzione“, ha dichiarato la Nasa.

2