Fagioli borlotti: per vegani e vegetariani ottimi sostituti della carne

In questo periodo i fagioli borlotti sono tra i legumi più invitanti presenti sui banchi del mercato

646

In questo periodo i fagioli borlotti sono tra i legumi più invitanti presenti sui banchi del mercato. Con i loro baccelli variopinti, fanno bella mostra di sè tra ortaggi e frutta di stagione, approfittiamone! Li potremo acquistare per tutta l’estate e parte dell’autunno, da utilizzare in diverse gustose ricette.

Fagioli borlotti come sostituti della carne, ricchi di preziosi nutrienti vegetali

Quelli che troviamo ora in commercio, a un prezzo ragionevole, hanno un elevato potere saziante, sono ricchi di sapore e sostanze nutrienti ma poco calorici (100 g solo 100 kilocalorie). Adatti dunque anche in un regime alimentare controllato, se conditi in modo sano.

Consumati freschi sono ancora più efficaci perchè, grazie alla presenza di antiossidanti, ritardano l’invecchiamento cellulare e tonificano la pelle. Inoltre, essendo una fonte di proteine vegetali, sostituiscono la carne senza apportare grassi saturi e colesterolo in eccesso. Infatti, sia i vegani che i vegetariani li utilizzano spesso come degni sostituti della carne.

Un buon piatto di fagioli borlotti, cucinati in modo semplice e poco condito, è un pasto sano e ricco di benefici per la salute. Poi basterà aggiungere una fresca insalata e frutta di stagione ricca di vitamina C (come le pesche) per favorire l’assorbimento di rame e ferro, in modo da prevenire l’anemia.

I fagioli borlotti contengono anche vitamine del gruppo B, acido folico in particolare, protettivo per cuore e arterie. E inositolo, con effetti calmanti sul sistema nervoso, in grado di migliorare l’insonnia da stress e il tono dell’umore. Sono ricchi di fibre (più di 10 grammi per porzione, una tazza), che assorbono come spugne le tossine presenti e aiutano il cibo a muoversi verso l’intestino per poi eliminarle con le feci; quindi, un ottimo rimedio contro la stitichezza.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Legumi a chilometro zero

Questi legumi hanno un impatto ambientale molto basso, cioè per crescere hanno bisogno di poca acqua e risorse naturali, e possono essere acquistati a chilometro zero perché vengono coltivati il tutto il territorio del nostro paese. Insomma, vale la pena di prepararli più spesso, visto che sono una fonte di benessere per le persone e salvaguardano la salute del nostro pianeta.

Per quanto riguarda i legumi, i fagioli borlotti sono tra i più colorati in circolazione: hanno il baccello di colore beige chiaro screziato di rosso, ma perdono il loro colore vivace durante la cottura; in compenso, acquisiscono la loro caratteristica consistenza cremosa e vellutata.

Una volta sgranati vanno cucinati subito, per evitare che la buccia indurisca. Per renderli più digeribili basta lessarli per circa 30 minuti, quindi si scolano e si trasferiscono in un’altra pentola con acqua già calda. A metà cottura si salano.

Si aggiungono nelle zuppe, minestre, polpette e insalate, o semplicemente conditi con un filo di olio extravergine a crudo. Possono essere il pasto principale della giornata anche tre volte a settimana, con beneficio dell’intero organismo.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Consigli utili

Questo è il periodo giusto per fare una buona scorta di fagioli borlotti freschi: durante l’inverno potrai preparare delle ottime zuppe, in aggiunta a squisiti minestroni, come contorno o insieme alla pasta. Dopo averli sgranati potrai, infatti, congelarli sia crudi che cotti.

Ovviamente, sono molto più gustosi rispetto a quelli in scatola. Ricorda che dimezzeranno il loro peso una volta puliti, calcolando che a circa un kg di fagioli con il baccello corrispondono mezzo kg di quelli sgranati.

Per quanto riguarda i borlotti secchi, invece, prima di cuocerli è necessario metterli a bagno per almeno 12 ore: importante è usare una capace scodella con abbondante acqua, in quanto raddoppieranno il loro volume. Si consiglia di metterli in ammollo la sera precedente, per ritrovarli pronti da cuocere il mattino dopo.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La pentola a pressione per dimezzare i tempi di cottura

Nel caso dei fagioli secchi, se il tempo a disposizione è poco, la pentola a pressione è il sistema più facile e veloce per una perfetta cottura. Dopo l’ammollo sciacquali, mettili nella pentola, aggiungi l’acqua e le eventuali verdure sbucciate, pulite e a pezzi, metti il coperchio, chiudilo.

Controlla che la valvola sia abbassata prima di accendere il fuoco e cuoci inizialmente a fiamma alta, quando inizia a fischiare abbassala e continua la cottura per circa 20 minuti. Infine spegni, fai uscire tutto il vapore, togli il coperchio, aggiungi sale e un buon olio extravergine d’oliva prima di servirli in tavola.