E se la Luna scomparisse domani?

L’oggetto più vicino al nostro pianeta, la Luna, può sembrare la sorellina della Terra. Sin dalla sua nascita, il nostro satellite ha giocato al tiro alla fune gravitazionale con il nostro pianeta.

Ma cosa accadrebbe se la Luna svanisse domani?

Tre miliardi di anni fa, quando la Luna era più vicina alla Terra, molte cose erano drammaticamente diverse“, afferma Matthew Siegler, ricercatore lunare presso il Planetary Science Institute di Dallas, in Texas. “In questo momento, la Luna è abbastanza lontana perché i suoi effetti siano molto a lungo termine, come stabilizzare la nostra orbita per centinaia di migliaia di anni“.

Se una mattina ci svegliassimo scoprendo che la Luna è scomparsa, molti di noi probabilmente non ci farebbero caso, almeno all’inizio.

Coloro che vivono vicino agli oceani scoprirebbero che le maree sarebbero ridotte, ma non del tutto assenti. Questo perché se è vero che la Luna svolge la maggior parte del tiro gravitazionale che crea le nostre maree, anche il Sole ha un ruolo. Gli abitanti delle coste noterebbero che le maree sarebbero ridotte a meno della metà di quanto sono attualmente.

Il surf come sport non scoparirebbe del tutto“, afferma Siegler. “[Ma] il surf farebbe schifo“.

Sole Terra Luna maree
(Credito: BlueRingMedia / Shutterstock)
Un cielo senza Luna non influenzerebbe la maggior parte delle nostre vite quotidiane, ma rovescerebbe gli stili di vita di molti animali notturni. Animali come le falene si sono evoluti nel corso di milioni di anni per muoversi alla luce della Luna e delle stelle. Le tartarughe appena nate usano la luce della Luna per trovare la loro strada verso l’oceano e già sono seriamente in difficoltà a causa dei lampioni artificiali che le attirano nella direzione sbagliata.
La scomparsa della Luna influirebbe anche sul movimento della Terra attorno al suo asse. L’attrazione della Luna, attualmente, aumenta la lunghezza del giorno di circa due millisecondi ogni secolo. Tuttavia, se quell’aumento si fermasse domani, non sarebbe molto evidente sulla scala temporale umana.

Tuttavia, se la Luna fosse scomparsa miliardi di anni fa, la nostra rotazione oggi sarebbe molto diversa.

All’inizio, la Terra ruotava su sé stessa in 4 ore, velocità che la Luna ha lentamente e persistentemente rallentato fino ai giorni di 24 ore che conosciamo ora. Senza la presenza della Luna la Terra girerebbe molto più velocemente – e avremmo ancora di più la sensazione che le ore del giorno non bastano mai.

La Luna mantiene anche l’inclinazione di 23,5 gradi dell’asse terrestre abbastanza stabile. Senza la sua azione, l’asse del nostro pianeta oscillerebbe molto di più, influenzando drammaticamente le stagioni e il clima del pianeta.

Tutto ciò che sappiamo sulle stagioni attuali perderebbe ogni valore“, afferma Paul Sutter, astrofisico presso il Flatiron Institute. Ad una certa angolazione, “Alcuni posti sul pianeta vedrebbero molto raramente il Sole, mentre in altri il Sole rimarrebbe visibile per mesi e mesi“.

Il cambiamento nell’inclinazione della Terra avverrebbe gradualmente, quindi non lo noteremmo all’istante e, forse, neanche durante la nostra vita. Ma per gli animali che si sono evoluti nel corso di milioni di anni per vivere in sincronia con le stagioni, potrebbe essere difficile per loro adattarsi.

Perdere la Luna significherebbe anche perdere una grande quantità di informazioni sulla giovane Terra. Grazie all’attività tettonica, non ci sono rocce veramente vecchie sulla Terra. Ma la Luna, essendo geologicamente inattiva funge da deposito di informazioni su come erano la Terra e il sistema solare miliardi di anni fa.

Ad esempio, il numero di crateri presenti sulla Luna dice agli scienziati che c’è stato un periodo di forte bombardamento da parte di asteroidi da 4,1 a 3,8 miliardi di anni fa. L’analisi chimica delle rocce lunari ci ha anche aiutato a scoprire quanta acqua del nostro pianeta è stata portata sulla Terra da comete e asteroidi.

Sostanzialmente, la Luna ci fornisce una registrazione che ci permette di capire cosa è accaduto in passato“, dice Siegler. “Poiché pensiamo che la Luna e la Terra si siano formate insieme in un impatto gigantesco, imparare a conoscere la Luna ci aiuta a capire come si è formata la Terra.”

Più letti nella settimana

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Missioni Apollo: come osservare i siti di allunaggio

Le missioni Apollo hanno avuto un incredibile successo e...

Scoperte 21 probabili stelle di neutroni in orbita attorno a stelle simili al Sole

La maggior parte delle stelle nel nostro Universo si...

Rapporto Limits to Growth: il 2030 segnerà il declino della civiltà

Limits to Growth è tanto impressionante quanto intimidatorio. Tutti i risultati per il nostro futuro prevedono un declino della nostra civiltà entro i prossimi 20 anni

In Tendenza

Bosone di Higgs: il Modello Standard resiste

Una nuova ricerca ha confermato le previsioni del Modello...

Offerte Amazon di oggi: mouse gaming super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi ha pensato di...

Civiltà Maya: straordinario ritrovamento di 3 piramidi

Nel cuore delle foreste tropicali del Messico, un team...

Il modello linguistico Gemini rivoluziona la robotica

In un ufficio open space a Mountain View, California,...

Industria 4.0, il futuro è già qui

Ebbene sì, siamo in piena IV rivoluzione industriale, ovvero...

Reti neurali ottiche: più efficienti dal punto di vista energetico

Il Max Planck Institute ha sviluppato un nuovo sistema...

Articoli correlati

Popular Categories