Creeremo mai il cervello su un computer?

Le persone spesso descrivono il cervello come un computer, come se i neuroni fossero un hardware e la mente fosse un software. Ma questa metafora è profondamente errata. Un computer è costituito da parti statiche, mentre il cervello si ricabla costantemente man mano che invecchia e impara

0
1447

Le persone spesso descrivono il cervello come un computer, come se i neuroni fossero un hardware e la mente fosse un software. Ma questa metafora è profondamente errata. Un computer è costituito da parti statiche, mentre il cervello si ricabla costantemente man mano che invecchia e impara. Un computer memorizza le informazioni in file che vengono recuperati esattamente, ma il cervello non memorizza le informazioni in alcun senso letterale. La memoria è una costruzione costante di impulsi elettrici e sostanze chimiche vorticose, e lo stesso ricordo può essere riassemblato in modi diversi e in momenti diversi.

I cervelli fanno anche qualcosa di fondamentale che i computer di oggi non possono fare. Un computer può essere addestrato con migliaia di fotografie a riconoscere un dente di leone come una pianta con foglie verdi e petali gialli. Tuttavia, puoi guardare un dente di leone e capire che in situazioni diverse appartiene a categorie diverse. Un dente di leone nel tuo orto è un’erbaccia, ma in un bouquet è un fiore delizioso. Un dente di leone in insalata è cibo, ma le persone consumano i denti di leone anche come medicina erboristica.

In altre parole, il cervello classifica senza sforzo gli oggetti in base alla loro funzione, non solo alla loro forma fisica. Alcuni scienziati ritengono che questa incredibile capacità del cervello, chiamata costruzione di categorie ad hoc, possa essere fondamentale per il modo in cui funziona il cervello.

Inoltre, a differenza di un computer, il cervello non è un insieme di parti in una custodia vuota. Il cervello “abita un corpo”, una complessa rete di sistemi che include oltre 600 muscoli in movimento, organi interni, un cuore che pompa 7.500 litri di sangue al giorno e dozzine di ormoni e altre sostanze chimiche, tutte cose che devono essere coordinate, continuamente, per digerire il cibo, espellere i rifiuti, fornire energia e combattere le malattie.

Il lavoro più importante del cervello è regolare i sistemi del corpo in modo da rimanere in vita e forse anche prosperare. Questa è probabilmente una delle ragioni principali per cui il cervello si è evoluto in primo luogo. Nel corso di centinaia di milioni di anni, i corpi degli animali si sono complicati, con dozzine di sistemi da bilanciare, e avevano bisogno di un controller centrale per trasportare sangue, acqua, sale, ossigeno e altre risorse corporee per sopravvivere.

Un cervello ha bisogno di un corpo

Il controllo del corpo da parte del cervello è al centro dell’attività mentale. Ogni pensiero che hai mai avuto, ogni concetto che hai imparato, ogni emozione che hai mai provato e tutto ciò che hai mai visto, sentito, annusato, assaggiato o toccato include dati sullo stato del tuo corpo. Non sperimenti la tua vita mentale in questo modo, ma è quello che sta accadendo “sotto il cofano”.



Se vogliamo un computer che pensi, senta, veda o agisca come noi, deve regolare un corpo – o qualcosa di simile a un corpo – con un complesso insieme di sistemi che deve mantenere in equilibrio per continuare a funzionare, e con sensazioni per mantenerlo regolamento sotto controllo. I computer di oggi non funzionano in questo modo, ma forse alcuni ingegneri possono inventare qualcosa che sia abbastanza simile a un corpo per fornire questo ingrediente necessario.

Per ora, “cervello come computer” rimane solo una metafora. Le metafore possono essere meravigliose per spiegare argomenti complessi in termini semplici, ma falliscono quando le persone trattano la metafora come una spiegazione. Le metafore forniscono l’illusione della conoscenza.

2