Chang’e 6: la navicella spaziale cinese è atterrata sul lato nascosto della Luna

Poche ore dopo che la NASA è stata costretta a cancellare per la seconda volta il lancio in Florida del Boeing Starliner, la navicella spaziale cinese della missione Chang'e è atterrata sul lato nascosto della Luna per raccogliere campioni di terreno e roccia che potrebbero fornire informazioni sulle differenze tra la regione meno esplorata del suolo lunare

Poche ore dopo che la NASA è stata costretta a cancellare per la seconda volta il lancio in Florida del Boeing Starliner, la navicella spaziale cinese della missione Chang’e 6 è atterrata sul lato nascosto della Luna per raccogliere campioni di terreno e roccia che potrebbero fornire informazioni sulle differenze tra la regione meno esplorata del suolo lunare.

Chang'e-6

Chang’e è atterrata sul Bacino del Polo Sud-Aitken

Il modulo di atterraggio ha praticato l’allunaggio alle 6:23 di Domenica 2 giugno 2024, ora di Pechino, in un enorme cratere noto come Bacino del Polo Sud-Aitken, ha riferito l’Amministrazione spaziale nazionale cinese.

La missione è la sesta del programma di esplorazione lunare Chang’e, che ha preso il nome da una dea cinese della Luna. È il secondo progettato per riportare campioni, dopo il Chang’e 5, che lo ha fatto dal lato vicino nel 2020.

Chang'e-6

Il programma lunare fa parte di una crescente rivalità con gli Stati Uniti, ancora leader nell’esplorazione spaziale, e altri, tra cui Giappone e India. La Cina ha messo in orbita la propria stazione spaziale e vi invia regolarmente equipaggi.

La rivalità “spaziale” tra Cina e Usa

La potenza globale emergente punta a mandare una persona sulla Luna entro il 2030, il che la renderebbe la seconda nazione dopo gli Stati Uniti a riuscirci. L’America sta pianificando di far sbarcare nuovamente gli astronauti sulla Luna, per la prima volta in più di 50 anni, anche se la NASA ha spostato l’obiettivo indietro al 2026 all’inizio di quest’anno.

L’impegno degli Stati Uniti per utilizzare razzi del settore privato per lanciare veicoli spaziali sono stati ripetutamente ritardati. Problemi informatici dell’ultimo minuto hanno annullato il previsto lancio inaugurale del primo volo astronauta della Boeing sabato da Cape Canaveral.

Il Boeing Starliner, che trasportava due astronauti diretti alla Stazione Spaziale Internazionale, era a meno di quattro minuti dal decollo quando un sistema informatico ha attivato una sospensione automatica.

La NASA inizialmente aveva detto che avrebbe tentato un altro lancio domenica 2 giugno 2024, prima di ritardare il potenziale lancio almeno fino a mercoledì 5 maggio 2024.

Ad aprile 2024, i problemi con una valvola limitatrice di pressione nel razzo Atlas 5 dello Starliner, insieme a una perdita di elio nel modulo di propulsione della capsula, hanno vanificato un tentativo di lancio del 6 maggio.

Il primo volo pilotato dello Starliner è la risposta di Boeing al Crew Dragon di SpaceX, un veicolo spaziale già operativo ed economico che ha portato in orbita 50 astronauti, cosmonauti e civili in 13 voli, di cui 12 verso la stazione spaziale, dopo un primo test pilotato volo a maggio 2020.

Sabato primo giugno 2024, un miliardario giapponese ha annullato il suo piano di orbitare attorno alla Luna a causa dell’incertezza sullo sviluppo di un mega razzo da parte di SpaceX. La NASA sta progettando di utilizzare il razzo per inviare i suoi astronauti sulla Luna.

Mattoni di polvere lunare, Mengzhou, silenzio radio, rover segreto della Cina

Nell’attuale missione Chang’e 6 della Cina, il lander utilizzerà un braccio meccanico e un trapano per raccogliere fino a 1,99581 kg circa di materiale superficiale e sotterraneo per circa due giorni.

Un ascendente in cima al lander Chang’e riporterà quindi i campioni in un contenitore metallico sottovuoto a un altro modulo in orbita attorno alla Luna. Il container verrà trasferito in una capsula di rientro che dovrebbe tornare sulla Terra nei deserti della regione cinese della Mongolia interna intorno al 25 giugno 2024.

Le missioni sul lato nascosto della Luna sono più difficili perché non è rivolta verso la Terra, e richiedono un satellite relè per mantenere le comunicazioni. Anche il terreno è più accidentato, con meno aree pianeggianti su cui atterrare.

Conclusioni

Come già accennato, la sonda potrebbe estrarre alcune delle rocce più antiche della Luna da un enorme cratere sul Polo Sud. L’atterraggio è stato irto di rischi, perché è molto difficile comunicare con i veicoli spaziali una volta raggiunta la faccia nascosta della Luna.

La Cina è l’unico paese ad aver raggiunto l’obiettivo in precedenza, facendo atterrare il suo Chang’e-4 nel 2019. Dopo il lancio dal Wenchang Space Launch Center, la navicella spaziale Chang’e 6 stava orbitando attorno alla Luna in attesa di atterrare.
Il componente lander della missione si è poi separato dall’orbiter per atterrare sul lato della Luna rivolto permanentemente lontano dalla Terra.

La luna si sta restringendo, Slim, SCALPSS, Mengzhou, Viper, silenzio radio

Durante la discesa, è stato utilizzato un sistema autonomo di evitamento visivo degli ostacoli per rilevare automaticamente gli ostacoli, con una telecamera a luce visibile che seleziona un’area di atterraggio relativamente sicura in base alla luminosità e all’oscurità della superficie lunare, ha affermato la CNSA, citata dall’agenzia statale Xinhua.

L’emittente statale ha detto che: “Un applauso è scoppiato al Centro di controllo del volo aerospaziale di Pechino” quando il mezzo da sbarco Chang’e ha atterrato sulla Luna domenica mattina presto.Il lander dovrebbe impiegare fino a tre giorni a raccogliere materiali dalla superficie in un’operazione che, secondo la CNSA, comporterebbe “molte innovazioni ingegneristiche, rischi elevati e grandi difficoltà”.

Articoli più letti

Related articles

2 Comments