16.5 C
Rome
mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeFisco e tasseQuando sono diventati popolari i cani da compagnia?

Quando sono diventati popolari i cani da compagnia?

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Chiunque abbia guardato l’ultimo spettacolo di successo di Netflix, “Bridgerton“, sa che la regina Charlotte aveva un debole per i cuccioli di Pomerania.

Li portò con sé quando si trasferì dalla Pomerania, nell’Europa centrale, al Regno Unito per sposare il re Giorgio III nel 1761. Il suo amore per il cagnolino è stato poi tramandato di generazione in generazione. Anche suo figlio, il re Giorgio IV, amava la razza e la regina Vittoria possedeva bassotti, carlini e Pomerania .

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Uno dei cani reali più famosi era un piccolo terrier chiamato Caesar. “[Egli] ha avuto un posto di rilievo nel corteo funebre di Edoardo VII, perfino davanti agli altri monarchi che parteciparono alle esequie“, ha detto Richard Fitzwilliams, un commentatore reale con sede a Londra.

Più tardi, anche re Edoardo VIII – che fu costretto ad abdicare in disgrazia per sposare la divorziata americana Wallis Simpson negli anni ’30 – possedeva dei carlini, come sappiamo da un altro dramma d’epoca trasmesso su Netflix, “The Crown“.

Ma i reali britannici sono davvero responsabili per aver dato il via alla moda dei cani da compagnia? E quando esattamente queste razze giocattolo sono diventate popolari oltre la vita di corte?

I cani di piccola taglia emersero non molto tempo dopo che i cani furono addomesticati; i resti di un antico cagnolino furono trovati in Medio Oriente e risalgono a 12.000 anni fa, secondo uno studio del 2010 pubblicato sulla rivista BMC Biology.

Ma è difficile capire quando questi minuscoli cani sono diventati di moda perché abbiamo informazioni sulla popolarità di queste razze solo da poco tempo. Tuttavia, le informazioni disponibili indicano che le persone sono significativamente influenzate dalle tendenze e dalle celebrità quando si tratta di scegliere i loro cagnolini.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Stefano Ghirlanda, professore di psicologia al Brooklyn College, ha dimostrato questa influenza approfondendo i dati di registrazione dei cuccioli dell’American Kennel Club tra il 1926 e il 2005.

In uno studio del 2013 sulla rivista PLOS One, lui e colleghi hanno confrontato la popolarità delle razze canine registrate con le loro caratteristiche tipiche come salute, longevità e tratti comportamentali, tra cui aggressività, allenabilità e paura.

Ci si aspetterebbe che ci sia un collegamento tra i tratti desiderabili e la popolarità della razza, ma non è così.

Non abbiamo trovato assolutamente alcuna correlazione in nulla quando lo abbiamo fatto“, ha detto Ghirlanda. “La popolarità delle razze oscilla parecchio e questo ci ha fatto pensare che sia solo una questione di moda“.

I cani da compagnia nella moda

I dati mostrano che i piccoli cani da compagnia hanno avuto un periodo di popolarità durante gli anni ’70, poi sono caduti in disgrazia, solo per godere di nuova popolarità all’inizio degli anni 2000.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

I carlini, ad esempio, hanno avuto un periodo di popolarità negli anni ’70 e 2000. È interessante notare che i bassotti seguono lo stesso schema“, ha detto Ghirlanda.

Questa popolarità ciclica è ciò che ha fatto pensare a Ghirlanda che le persone non scelgano i loro cani in base a quale razza si adatti meglio al loro stile di vita, ma sono invece influenzate dalla cultura popolare quando prendono la decisione.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Ecco perché nel 2014 Ghirlanda ha pubblicato uno studio di follow-up, sempre su PLOS One, verificando se i film di successo con i cani abbiano causato picchi nel numero di cuccioli registrati della stessa razza negli anni successivi all’uscita di diversi film. “Si può praticamente prevedere se una razza diventerà popolare solo guardando la vendita dei biglietti durante la settimana di apertura di un film“, ha detto Ghirlanda. “Se il film ha successo, aumenta la popolarità delle razze di un bel po’“.

Ad esempio, la “carica dei 101” della Disney del 1996 ha aumentato la popolarità di cani maculati di quasi il 20% nel decennio successivo all’uscita del film, secondo i calcoli di Ghirlanda. Anche il film del 1943 “Lassie torna a casa” ha visto un urto simile nelle registrazioni della razza Rough Collie.

Ciò che tutto questo significa, ha detto Ghirlanda, è che è impossibile rispondere alla domanda su quando i cani da compagnia sono diventati popolari.

Questo perché probabilmente hanno attraversato fasi di popolarità e poi impopolarità, e continueranno a girare in questa sequenza finché la cultura popolare lo impone. Tuttavia, è abbastanza certo che i reali siano stati i primi ad adottare i cani da compagnia e che potrebbero aver influenzato il desiderio di tali razze, almeno per un certo gruppo di persone.

Ai tempi, non c’era molta cultura popolare, ma di sicuro le persone prestavano attenzione a ciò che faceva la regina, e i cani da compagnia erano un privilegio solo per i ricchi“, ha detto Ghirlanda. Questo perché i cani dovevano essere nutriti, e quindi per le persone più in basso nella scala sociale, i cani dovevano guadagnarsi da vivere aiutando con la caccia o svolgendo altre funzioni utili.

I cani da compagnia reali, in confronto, venivano viziati e coccolati.

Re Edoardo VIII e Wallis Simpson furono forse tra i peggiori educatori e rovinarono i loro carlini. “giravano con guinzagli d’oro di Cartier e collari tempestati di diamanti, cenavano in ciotole d’argento e dormivano su cuscini di velluto“, ha detto Fitzwilliams.

Articoli più letti

Articolo precedente
Articolo successivo