Bufale: astronauti su Marte nel 1979

In una clip audio pubblicata su YouTube una donna sostiene di essere una ex dipendente della NASA e che, con alcuni colleghi avrebbero visto un video feed del 1979 registrato dal lander Viking che ritrarrebbe due figure umane andare in giro sulla superficie di Marte.

La clip è tratta da uno spettacolo andato in onda sul programma radiofonico Coast to Coast (noto per dare voce a qualunque teoria cospirazionista).

Jackie” ha raccontato la sua storia a John Lear, ex pilota della CIA, ufologo e noto teorico della cospirazione. La donna avrebbe gestito la telemetria del downlink dal Viking. Lei e sei colleghi stavano guardando un gruppo di monitor quando si è verificato il fatto. La donna avrebbe osservato, insieme a sei colleghi, due uomini muniti di tuta spaziale, non le solite tute voluminose che utilizzano gli astronauti ma una sorta di scafandro protettivo, gli astronauti vennero osservati dirigersi verso la navicella lander Viking.

Jackie avrebbe chiesto conferma a John Lear che avrebbe confidato che si, quegli uomini erano della NASA e che la stessa agenzia spaziale americana avrebbe mandato in segreto degli uomini su Marte già dal 1966 e che il loro compito era quello di effettuare anche delle riparazioni sul Viking.

Lear sostenne che gli esseri umani indossavano scafandri leggeri ma che potevano anche respirare l’atmosfera marziana. Dopo queste battute l’audio si interrompe. La clip è del 2014 ed è stata pubblicata a settembre ma non c’è una data specifica della trasmissione. Nessuno dei suoi colleghi era con lei per corroborare la storia.

John Lear ha molte teorie interessanti e controverse, troppo numerose per essere citate, sugli UFO, gli alieni, la vita sulla luna, le coperture della NASA del suo lavoro con gli extraterrestri e le cospirazioni dell’11 settembre. La notizia, a dir poco sensazionale, è stata ripresa in Italia da Leggo.it, Corriere della Sera (a firma di Flavio Vanetti), LiberoQuotidiano.it, Today.it, Metro.co.uk e tanti altri siti di notizie: (Vedi articolo in proposito sul sito attivissimo.blogspot.com).

La notizia, però, non non ha mai avuto conferme e come è logico pensare, si tratta solo di una bufala, non si hanno conferme sull’identità della dipendente NASA o che abbia documentato di aver lavorato effettivamente per l’ente spaziale americano.

A confermare che la notizia sia una bufala ci sono anche altri dati, o meglio altri errori: la misteriosa donna afferma che la sonda Viking, che era un lander, si spostava sulla superficie di Marte, ma in realtà la sonda non aveva questa capacità e rimase ferma sul luogo dell’atterraggio a compiere i suoi esperimenti, la sonda infatti era dotata di un braccio robotico.

La sonda oltre 40 anni fa,  potrebbe aver scoperto la prima molecola organica sul pianeta rosso che però la NASA potrebbe aver distrutto accidentalmente secondo quanto riporta il sito New Scientist e questo nostro articolo.

Altro clamoroso errore fatto dalla fantomatica dipendente NASA è quando riferisce della telecamera che avrebbe ripreso i due misteriosi astronauti in movimento. Sappiamo che il Viking non aveva nessuna telecamera a bordo, il veicolo era dotato di una delle prime fotocamere digitali in grado di scattare immagini fisse di oggetti statici, usando un processo di scansione progressiva dell’inquadratura. Il sistema era all’avanguardia e produceva immagini a colori.

Le affermazioni di “Jackie” sono quindi da liquidare come una bufala senza nessun fondamento.

Fonte: Mysteriousuniverse.org; Attivissimo blogspot

Più letti nella settimana

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Perché l’Homo sapiens è sopravvissuto a tutte le altre specie umane?

Gli Homo sapiens sono gli unici rappresentanti sopravvissuti dell'albero...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

In Tendenza

Paradosso di Fermi: la realtà non è quella che ci appare

Tra i tentativi più fantasiosi di rispondere al paradosso di Fermi l'ipotesi del planetario vorrebbe che tutti noi fossimo immersi in una simulazione perfetta di una realtà virtuale.

Offerte Amazon di oggi: tablet super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Data center e l’IA: ufficiale impatto negativo in 2 ambiti

Negli ultimi anni, i data center e l'IA (Intelligenza...

Guerra del Golfo: scoperta la causa della malattia nei veterani

Uno studio della Griffith University ha rivelato che la...

Offerte Amazon di oggi: ventilatori a piantana super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Rapporto Limits to Growth: il 2030 segnerà il declino della civiltà

Limits to Growth è tanto impressionante quanto intimidatorio. Tutti i risultati per il nostro futuro prevedono un declino della nostra civiltà entro i prossimi 20 anni

Complotto della Terra piatta: ecco perché non ha fondamento

La convinzione che la Terra sia piatta non è...

Articoli correlati

Popular Categories