Aggiornamento situazione nuovo coronavirus del 4 marzo 2020

Continuano a crescere le infezioni, 3086 ora. Da ieri a oggi i casi sono aumentati a 3.084 unità. Di questi, 107 sono deceduti (+28 rispetto a ieri), 276 sono i guariti, per un totale di 2.703 casi attivi, di cui 295 in terapia intensiva. In tutto il mondo sono 95.028 i casi confermati, con 3.249 decessi.

667

Continuano a crescere le infezioni, 3086 ora. Da ieri a oggi i casi sono aumentati a 3.084 unità. Di questi, 107 sono deceduti (+28 rispetto a ieri), 276 sono i guariti, per un totale di 2.703 casi attivi, di cui 295 in terapia intensiva. In tutto il mondo sono 95.028 i casi confermati, con 3.249 decessi.
Il governo italiano ha deciso, in via prudenziale, la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado e di tutti gli atenei fino al 14 marzo.
La Cina, nelle ultime 24 ore ha denunciato 131 nuovi casi, la Corea del sud 435 e l’Iran 586. In Europa, continuano ad espandersi i focolai in Germania, Francia e Spagna con, rispettivamente, 59, 45 e 45 nuovi casi nelle ultime 24 ore.
Il direttore generale dell’Organizzazione mondiale della sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus ha dichiarato a livello globale che il tasso di mortalità del nuovo coronavirus è di circa il 3,4%.
Aumentano i contagi anche negli USA, particolarmente in California e nello stato di Washington.
Il CIO, per ora, non contempla l’ipotesi di rinviare o annullare le olimpiadi di Tokyo.
Sono 19 i nuovi casi positivi al coronavirus registrati tra ieri sera e oggi in Toscana. Salgono così a 38 i casi totali nella regione.
C’è la prima prova che il coronavirus circolava in Italia ‘diverse settimane’ prima che ci fosse la diagnosi del paziente uno di Codogno. È contenuta nelle 3 sequenze genetiche del virus in circolazione in Lombardia, ottenute dal gruppo di Università Statale di Milano e Ospedale Sacco, coordinato da Gianguglielmo Zehender, Claudia Balotta e Massimo Galli. L’analisi di ulteriori genomi, in corso, potrà fornire stime più precise su ingresso del virus in Italia e possibili vie di diffusione.