Vellutata di porcini, scalogno e patate

Tempo di funghi, i protagonisti della tavola autunnale. In questo caso parliamo di una vellutata di porcini, scalogno e patate, profumatissima, ricca e gustosa

0
761

Tempo di funghi, protagonisti di mille profumatissime e gustose ricette per la tavola autunnale. In questo caso parliamo di una ricca vellutata di porcini – i re della cucina in questa generosa stagione – scalogno e patate. Vediamo insieme gli ingredienti e il procedimento, facile e veloce.

Vellutata di porcini: ingredienti per 4 persone

  • Mezzo kg di funghi porcini
  • Concentrato di pomodoro
  • 300 g di patate
  • 4 scalogni
  • 2 spicchi d’aglio
  • Sale
  • Pepe
  • Un ciuffetto di prezzemolo
  • Vino rosso q/b
  • Un litro di brodo vegetale
  • Olio extravergine di oliva

Preparazione

Sbuccia gli scalogni e affettali sottilmente, mettili in una casseruola insieme a un filo d’olio extravergine e uno dei due spicchi d’aglio sbucciato e schiacciato. Fai rosolare il tutto per 5 minuti rimestando spesso.

Pulisci con molta cura i porcini dall’eventuale terriccio rimasto, quindi passali con un telo inumidito in modo da eliminare ogni residuo e tagliali a fettine non troppo spesse. Sbuccia le patate e tagliale a dadini grossolani. Tieni da parte una manciata di fette di porcino e unisci gli altri al soffritto di scalogno, alza la fiamma e fai insaporire, poi spruzza con il vino rosso e lascialo sfumare.

A questo punto aggiungi le patate sbucciate e tagliate a dadini nella casseruola e falle rosolare insieme ai funghi, mescolando di continuo, poi aggiungi un cucchiaio di concentrato di pomodoro e il brodo vegetale. Abbassa la fiamma, copri e lascia cuocere a fuoco medio-basso per circa 20 minuti, regolando di sale e pepe.

Vellutata di porcini, patate e scalogno: perfetta per l’autunno

Intanto fai imbiondire lo spicchio d’aglio rimasto, sbucciato e schiacciato, in una padella antiaderente con un filo d’olio. Unisci le fette di porcino rimaste e falle saltare brevemente su fiamma vivace con un pizzico di sale. Appena prendono un bel colore dorato spegni e tienili da parte in un piattino.



Riduci in crema la zuppa di patate e funghi con un frullatore a immersione, poi passala in un colino, quindi trasferiscila in una zuppiera. Servila in tavola guarnendo in superficie con i funghi saltati in padella, un filo d’olio extravergine di oliva e prezzemolo tritato.

Il vino adatto ai funghi porcini

In cucina, i funghi più versatili sono certamente i porcini: che siano cotti o crudi, da soli o insieme ad altri ingredienti, alla griglia, trifolati, oppure (come in questo caso) protagonisti di una gustosa vellutata, il miglior vino da abbinare è un Sauvignon Blanc.

Ma si può portare in tavola senza problemi anche una buona bottiglia di vino rosso, purchè non sia troppo corposo. Ad esempio un Dolcetto d’Alba, un Barbera o un Sangiovese di Romagna.

2