Tyrannosaurus rex: scoperto parente più antico

Un nuovo studio ha rivelato che il tyrannosaurus rex è stato preceduto da un suo parente, il tyrannosaurus mcraeensis

0
2186
Tyrannosaurus mcraeensis

Grazie ad uno studio è stato recentemente identificato uno sconosciuto parente più anziano del più iconico di tutti i dinosauri, il Tyrannosaurus rex. La rivelazione aggiunge un nuovo indizio che potrebbe aiutare i paleontologi a svelare un altro passo nella catena evolutiva che si è conclusa con il tirannosauro predatore T. rex.

Tyrannosaurus mcraeensis

Tyrannosaurus rex: cosa si sa del suo predecessore

Il Tyrannosaurus mcraeensis, il predecessore del tyrannosaurus rex, probabilmente ha vagato sulla Terra fino a 7 milioni di anni prima che comparisse il T.Rex. Le ossa sono state datate tra 72 e 73 milioni di anni durante il tardo Campano e l’inizio del periodo Maastrichtiano.

Le ossa del Tyrannosaurus mcraeensis tuttavia sono state scoperte decenni prima che la creatura ricevesse ufficialmente il suo nome scientifico. Circa un quarto del suo cranio fossilizzato è stato ritrovato nel corso degli anni ’80 e all’inizio degli anni ’90 in un’area ora conosciuta come Elephant Butte, nel New Mexico.

A causa delle dimensioni degli esemplari, le ossa sono state originariamente classificate dal Museo di storia naturale e scienza del New Mexico come quelle appartenute al Tyrannosaurus rex, che ha raggiunto fino e 12 metri di lunghezza e 10 tonnellate di peso.



Sono state notate due grandi differenze tra T. rex e T. mcraeensis: “La mascella inferiore del Tyrannosaurus rex è in realtà piuttosto robusta. La mascella è ovviamente grande e dentata, ma è più sottile di quella che normalmente vediamo in un Tyrannosaurus rex“, ha affermato Anthony R. Fiorillo, coautore dello studio pubblicato sulla rivista Scientific Reports. La mascella robusta del T. rex significava che “poteva fare quello che voleva. Una mascella più snella, anche con i denti grandi, significa che avrebbe avuto meno forza nel morso”.

L’altra grande differenza è che, a differenza del T. rex, il T. mcraeensis non ha una cresta prominente sopra gli occhi. Gli scienziati ritengono che la cresta del T. rex fosse utilizzata per attirare i compagni, proprio come le corna dei cervi o degli alci, ha affermato Fiorillo, direttore esecutivo del Museo di storia naturale e scienza del New Mexico ad Albuquerque. Nel Tyrannosaurus mcraeensis la cresta è molto più sottile.

Tyrannosaurus mcraeensis

I diversi tyrannosaurus probabilmente sono emersi come adattamento evolutivo alla disponibilità di grandi erbivori. Tuttavia, secondo lo studio, il motivo esatto per cui si sono evoluti i dinosauri giganti erbivori è ancora un mistero inspiegato.

Sue, uno degli esemplari di Tyrannosaurus rex più grandi, estesi e meglio conservati mai trovati, è esposto come parte della collezione permanente al Field Museum of Natural History di Chicago, Illinois.

Fiorillo ha sottolineato che si tratta di un’idea “altamente speculativa” per ora, ma ha aggiunto che, a differenza del tyrannosaurus pigmeo trovato nell’Artico ,chiamato Nanuqsaurus hoglundi, il T. mcraeensis probabilmente non ha sperimentato cambiamenti drammatici di temperatura e luce nel sud del Nord America, quindi ha potuto continuare a crescere.

Le condizioni artiche potrebbero aver avuto un ruolo nelle dimensioni decisamente ridotte di N. hoglundi, ma in generale altri tirannosauridi dello stesso periodo erano molto più piccoli di T. mcraeensis.

Quindi, poiché è così grande, dobbiamo effettivamente spostare parte della nostra indagine per cercare di comprendere la paleoecologia e l’ambiente in cui ha vissuto questo animale, così possiamo iniziare a capire cosa si è verificato di così speciale nel New Mexico che per vivere questo animale si è adattato diventanto più imponente”, ha aggiunto Fiorillo.

Quando è stata trovata per la prima volta la mascella inferiore, non c’erano molti esemplari di Tyrannosaurus rex in circolazione. L’identità di T. mcraeensis è stata rivelata dopo tutti questi decenni grazie a Sebastian G. Dalman, il primo autore dello studio, ricercatore associato presso il museo e consulente paleontologico presso lo Springfield Science Museum nel Massachusetts.

Mentre ha analizzato le ossa a partire dal 2013, Dalman è stata la prima persona a suggerire che potessero appartenere a un altro animale.

Essendo il più grande predatore all’apice del suo tempo, il Tyrannosaurus rex ha ricevuto per decenni un’attenzione quasi costante da parte della comunità paleontologica, sia professionale che amatoriale. Secondo Fiorillo, il fascino per il feroce gigante e i ruoli fuori misura in film famosi come “King Kong” e “Jurassic Park” hanno aumentato l’entusiasmo degli scienziati e dei cacciatori di fossili dilettanti nella loro ricerca di altre ossa di T. rex.

Tyrannosaurus mcraeensis

“E questo ha migliorato la nostra dimensione del campione“, ha detto. “Questo ha preparato il terreno per quando Sebastian ha iniziato a guardare il nostro esemplare e dire: Questi in realtà non sembrano uguali ai famosi esemplari di Tyrannosaurus rex provenienti da luoghi come il Montana”.

2