Il testosterone: gli alimenti che contribuiscono ad aumentarlo

Il testosterone è un ormone sessuale maschile che svolge un importante ruolo nel mantenere in salute la massa muscolare, le ossa, la funzione sessuale e la fertilità

0
2083

Il testosterone è un ormone sessuale maschile che svolge un importante ruolo nel mantenere in salute la massa muscolare, le ossa, la funzione sessuale e la fertilità.

Quando il livello di testosterone è troppo basso, l’alimentazione può dare una mano a migliorarlo inserendo nella propria dieta determinati cibi, in particolare il pesce, alcune verdure e lo zenzero.

Naturalmente il livello di testosterone diminuisce con l’avanzare dell’età (dall’1 al 2%), ma alcune scelte di vita, l’alimentazione e  particolari condizioni mediche possono influenzarne la quantità nel corpo.

Il testosterone: come aumentarlo assumendo alcuni alimenti

Ovviamente si può aumentare anche con dei trattamenti medici, soprattutto nei soggetti più giovani, ma un uomo può contribuire anche apportando alcune modifiche al suo stile di vita e alla dieta per aiutare il suo corpo a produrne di più.

Di seguito un elenco dei migliori alimenti che sono in grado di far aumentare i livelli di testosterone, altri suggerimenti utili e i prodotti da evitare.



  1. Lo Zenzero: in un gruppo di 75 partecipanti maschi adulti con problemi di fertilità, secondo uno studio del 2012, dopo l’assunzione quotidiana di zenzero per circa 3 mesi si è potuto verificare un aumento del testosterone del 17,7 %. Questa pianta viene usata per scopi medicinali da secoli, quindi una conferma del suo potere terapeutico nel migliorare il livello di fertilità negli uomini.
  2. Le ostriche: lo zinco contenuto in questo prelibato mollusco, è superiore in quantità a qualsiasi altro alimento. Un elemento importantissimo per la salute della funzione riproduttiva e degli spermatozoi. Nei maschi con grave carenza di zinco può svilupparsi l’ipogonadismo, causa anche di una maturazione sessuale ritardata e impotenza perché non viene prodotto abbastanza testosterone. Altre fonti di questo elemento si trovano nei crostacei, nel pollame, nelle carni rosse, nei fagioli e nelle noccioline. Rame e zinco, ricordiamolo, competono per l’assorbimento, dunque, per evitare un consumo eccessivo di entrambi i minerali, fai attenzione se decidi di assumere degli integratori per compensare le carenze.
  3. Il melograno: ricco di antiossidanti, benefici per la salute del cuore, è un antico simbolo di fertilità e potenza sessuale in grado di aumentare i livelli di testosterone. In una recente ricerca su 60 partecipanti, maschi e femmine, dopo aver bevuto per 14 giorni  succo di melograno puro, tutti i soggetti in esame hanno mostrato un aumento medio di testosterone del 24%. La cura ha dato ottimi risultati anche nel migliorare la pressione sanguigna e lo stato di stress.
  4. Verdure a foglia verde: cavoli, spinaci, verza, bietole sono ricchi di magnesio, un prezioso minerale che può aumentare il livello di testosterone nel corpo. Altre buone fonti alimentari di magnesio sono i legumi, semi, noci, pesce grasso, olio di pesce, cereali integrali. Il pesce grasso è ricco di omega-3, molto benefico per mantenere sotto controllo il livello di colesterolo, ma anche per aumentare la qualità dello sperma. Tra questi lo sgombro, il salmone, la trota, le aringhe, le sardine.
  5. Olio extravergine di oliva: alimento base della dieta mediterranea molto benefico per la salute, utile per contrastare il cancro e le malattie cardiache. Ricco di vitamina E e grassi monoinsaturi, può migliorare sensibilmente anche i livelli di testosterone negli uomini adulti.
  6. Cipolle: forniscono molti benefici per la salute del cuore, aiutano a perdere peso, sono un’ottima fonte di nutrienti e antiossidanti. Inoltre aiutano ad aumentare i bassi livelli di testosterone, secondo uno studio effettuato sui ratti. Tuttavia, per determinare quanto funziona anche negli esseri umani bisognerà attendere ulteriori ricerche.

Alcuni cibi sono da evitare, ecco la lista

Molti pasti e snack surgelati o preconfezionati tendono ad essere ricchi di calorie, sale, grassi e zuccheri che possono ridurre i livelli di testosterone

Cibi in scatola o confezionati in plastica. Cibi e bevande in lattina. Ad esempio,  sostanze come il bisfenolo A o il bisfenolo S, trasmesse nel cibo riscaldato dai contenitori di plastica.

Alcol: il bicchiere di vino rosso occasionale può fornire alcuni benefici per la salute. Bere troppo invece può avere effetti negativi sulla fertilità, sia delle donne che degli uomini.

Si possono aumentare i livelli di testosterone anche in altri modi:

  • perdere peso
  • esercitarsi regolarmente
  • dormire con regolarità
  • ridurre lo stress
  • Consultando un medico sulle terapie che lo aumentano
2