La teoria di Darwin spiega perché alcuni insetti non riescono più a volare

Charles Darwin aveva ragione sulla causa riguardante l'incapacità di volare di molti insetti

1675

Perché molti insetti hanno perso la capacità di volare? A rispondere a tale domanda ci pensò al suo tempo Charles Darwin. Di base, la maggior parte degli insetti può volare. Eppure, decine di specie hanno perso questa abilità, almeno quelli abitanti su alcune isole. Su diverse isole comprese tra Antartide e Australia, molti insetti si sono adeguati a un nuovo stile di vita: camminare o strisciare per terra. Lo fanno molte specie, tra cui mosche e falene. La ricercatrice Rachel Leihy della Monash University School of Biological Sciences ha spiegato: “Naturalmente, Charles Darwin sapeva di questo fenomeno riguardante la perdita della capacità di volo negli insetti”

Lo studio di Charles Darwin sulla perdita d’ali di alcuni insetti

Rachel Leihy, menzionando Darwin circa l’incapacità di volare di alcuni insetti ha spiegato: “Lui e il famoso botanico Joseph Hooker ebbero una discussione sostanziale sul motivo per cui ciò accade. La posizione di Darwin era ingannevolmente semplice. Se voli, vieni spinto in mare. Gli insetti rimasti sulla terra per produrre la generazione successiva sono quelli più riluttanti a volare, e alla fine l’evoluzione fa il resto. Voilà”. Da quando però Hooker espresse i suoi dubbi, anche altri scienziati hanno fatto lo stesso. In breve, hanno semplicemente detto che le idee di Darwin erano sbagliate. 

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il discorso è complesso 

Eppure la maggior parte delle nuove teorie da parte degli studiosi ignorano il luogo che è l’epitome della perdita del volo, ovvero, le isole sub-antartiche. Tali isole fanno parte dei luoghi più gelidi e ventosi della Terra. Rachel Leihy ha spiegato: “Se Darwin avesse davvero sbagliato, il vento non spiegherebbe in alcun modo perché così tanti insetti hanno perso la capacità di volare su queste isole”. Consapevoli di una moltitudine di nuovi dati aggiornati ed esaustivi riguardanti gli insetti delle isole sub-antartiche e artiche, i ricercatori della Monash University hanno tenuto conto di qualsiasi tesi scientifica circa la perdita della capacità di volo degli insetti, compresa la teoria del vento di Charles Darwin. 

Darwin aveva ragione

Anche quanto riportato sulla rivista accademica Proceedings of the Royal Society B, dà ragione alla teoria di Charles Darwin circa i luoghi ventosi. Nessuna delle solite idee (come quella proposta da Joseph Hooker) spiega il motivo della perdita della capacita di volo in alcune specie di insetti sub-antartici, ma la teoria di Darwin sì. Sebbene in una forma leggermente varia, in linea con le idee moderne su come si evolva effettivamente la perdita di tale abilità. Il clima ventoso obbliga gli insetti a un dispendio di energia maggiore, con più difficoltà nel volo. 

Energie indirizzate alla riproduzione

Charles Darwin ci fa capire come gli insetti abitanti in questi luoghi “difficili” smettono di investire le loro capacità nel volo, così come nel dispendio di energie in alcune parti del corpo (ali e muscoli delle ali) indirizzando la maggior parte di esse nella riproduzione. Rachel Leihy, autrice principale dell’articolo pubblicato sulla rivista, ha affermato: “È straordinario che dopo 160 anni le idee di Darwin continuino a fornire informazioni sull’ecologia”. Il professor Steven Chowen, facente parte anche lui della School of Biological Sciences, ha aggiunto che la regione antartica è un laboratorio straordinario in cui studiare, lavorare e sperimentare per risolvere alcuni dei misteri più duraturi del mondo. 

Informazioni su Charles Darwin

Naturalista britannico, Charles Darwin è conosciuto per aver ideato la teoria dell’evoluzione della specie ad opera della selezione naturale. Nacque il 12 febbraio 1809 a Shrewsbury, rampollo di una ricca famiglia borghese. Fin dalla giovane età mostrò un interesse particolare per la natura, collezionando minerali e insetti. Da ricordare i suoi studi scientifici verso i mari del sud sull’imbarcazione Beagle. Nel corso di tali spedizioni, Darwin ebbe modo di scoprire fossili di animali estinti e di studiare animali e piante esotiche. Tra le sue ricerche più importanti quello sulla fauna delle isole Galàpagos e sulle caratteristiche fisiche e abitudini alimentari delle testuggini viventi su isole diverse. 

FONTI:

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

https://phys.org/news/2020-12-charles-darwin-insects-ability.html

http://www.ovovideo.com/charles-darwin/