Le simulazioni al supercomputer testano i buchi neri che distruggono le stelle-video

Guarda come otto stelle costeggiano un buco nero 1 milione di volte la massa del Sole in queste simulazioni al supercomputer. Mentre si avvicinano, tutti vengono stirati e deformati dalla gravità del buco nero. 

Alcuni sono completamente fatti a pezzi in un lungo flusso di gas, un fenomeno catastrofico chiamato evento di interruzione delle maree. Altri sono solo parzialmente distrutti, conservando parte della loro massa e tornando alle loro forme normali dopo i loro orribili incontri. 

L’esperimento è stato pubblicato sul sito Goddard Space Flight Center della NASA.

La sopravvivenza delle stelle dipende dalla loro densità

Queste simulazioni, guidate da Taeho Ryu, un membro del Max Planck Institute for Astrophysics a Garching, in Germania, sono le prime a combinare gli effetti fisici della teoria della relatività generale di Einstein con modelli realistici di densità stellare. Le stelle virtuali vanno da circa un decimo a 10 volte la massa del Sole.

La divisione tra le stelle che si disgregano completamente e quelle che persistono non è semplicemente correlata alla massa. Invece, la sopravvivenza dipende più dalla densità della stella.

Ryu e il suo team hanno anche studiato come altre caratteristiche, come diverse masse di buchi neri e avvicinamenti stellari ravvicinati, influenzano gli eventi di interruzione delle maree. I risultati aiuteranno gli astronomi a stimare la frequenza con cui si verificano interruzioni di marea complete nell’universo e li aiuteranno a costruire immagini più accurate di questi eventi cosmici calamitosi. 

Più letti nella settimana

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Missioni Apollo: come osservare i siti di allunaggio

Le missioni Apollo hanno avuto un incredibile successo e...

Scoperte 21 probabili stelle di neutroni in orbita attorno a stelle simili al Sole

La maggior parte delle stelle nel nostro Universo si...

Rapporto Limits to Growth: il 2030 segnerà il declino della civiltà

Limits to Growth è tanto impressionante quanto intimidatorio. Tutti i risultati per il nostro futuro prevedono un declino della nostra civiltà entro i prossimi 20 anni

In Tendenza

Rapporto Limits to Growth: il 2030 segnerà il declino della civiltà

Limits to Growth è tanto impressionante quanto intimidatorio. Tutti i risultati per il nostro futuro prevedono un declino della nostra civiltà entro i prossimi 20 anni

Missioni Apollo: come osservare i siti di allunaggio

Le missioni Apollo hanno avuto un incredibile successo e...

Archimede, specchi ustori o palle incendiarie?

Poiché Archimede riuscì realmente a incendiare le navi romane perfezionando armi da getto in grado di lanciare sostanze incendiarie, si è sostenuto che alla base della leggenda degli specchi ustori vi sia un'errata traduzione di una voce greca, che si sarebbe riferita a "sostanze incendiarie" e sarebbe stata interpretata erroneamente come "specchi ustori"

5 trucchi per crescere su Instagram nel 2024

I social sono il presente e il futuro della...

Flavanoli per controllare la pressione sanguigna naturalmente

Gli alimenti ricchi di flavanoli, come mele, bacche, noci e...

Articoli correlati

Popular Categories