Una nuova Starship potrebbe essere pronta già fra 8 settimane ma serve l’autorizzazione della FAA

Analizzando i dati visivi e la telemetria ripresi del volo di prova inaugurale del razzo Starship di SpaceX, il razzo più potente mai costruito, gli ingegneri ed i tecnici dell'azienda, i regolatori federali, gli ambientalisti hanno cercato di valutare le conseguenze dell'esplosione del veicolo spaziale e cosa sarà necessario fare

0
1430
Una nuova Starship potrebbe essere pronta già fra 8 settimane ma serve l'autorizzazione della FAA
Una nuova Starship potrebbe essere pronta già fra 8 settimane ma serve l'autorizzazione della FAA

Analizzando i dati visivi e la telemetria ripresi del volo di prova inaugurale del razzo Starship di SpaceX, il razzo più potente mai costruito, gli ingegneri ed i tecnici dell’azienda, i regolatori federali, gli ambientalisti hanno cercato di valutare le conseguenze dell’esplosione del veicolo spaziale e cosa sarà necessario fare.

Il risultato è stato più o meno in linea con quello che mi aspettavo e, forse, ha leggermente superato le mie aspettative“, ha dichiarato il CEO di SpaceX Elon Musk durante una chat su Twitter.

Il lancio del 20 aprile di Starship, come viene chiamato il veicolo, è stato tremendamente potente, causando danni alla rampa di lancio.

Come già riferito in un precedente articolo, l’esplosione a mezz’aria ha anche provocato l’avvio automatico di un’indagine federale che potrebbe richiedere settimane o mesi per essere completata.

Nella missione di prova, la nave spaziale Starship di SpaceX è stata lanciata verso l’orbita in cima al mega razzo chiamato Super Heavy.

La società ha descritto quello che è successo come un “rapido smontaggio non programmato” – il suo eufemismo spesso usato per un incidente esplosivo.



La funzione di interruzione del volo del veicolo, o autodistruzione, è stata attivata, facendo esplodere il veicolo spaziale e il booster sul Golfo del Messico. Musk ha, però, affermato che la funzione ha impiegato più tempo del previsto per far esplodere il razzo e che il sistema di terminazione del volo dovrà essere ricertificato. Questo potrebbe essere un fattore determinante nel tempo impiegato dall’azienda per portare una nuova Starship sulla rampa di lancio.

Musk ha anche riferito alcune buone notizie: “I margini strutturali del veicolo sembrano essere migliori di quanto ci aspettassimo“, ha detto. “Come si è visto, verso la fine del volo anche se il veicolo faceva letteralmente le capriole è rimasto intatto“.

La FAA

La FAA è incaricata di supervisionare le indagini sull’incidente. L’agenzia autorizza il lancio di razzi commerciali e aveva dato il via libera al tentativo di lancio dopo oltre un anno di rilievi e correzioni.

Tali indagini sono di fatto una routine e sono sempre state effettuate, anche se su scala ridotta, dopo i precedenti lanci di test della Starship.

La revisione della FAA “determina la causa principale dell’evento e identifica le azioni correttive che l’operatore deve implementare per evitare che il fatto si ripeta“, ha affermato l’agenzia in una dichiarazione.

La navicella spaziale Starship, in cima al suo razzo Super Heavy, decolla il 20 aprile dalla rampa di lancio di SpaceX su un volo di prova senza equipaggio prima di esplodere, vicino a Brownsville, in Texas.
La navicella spaziale Starship, in cima al suo razzo Super Heavy, decolla il 20 aprile dalla rampa di lancio di SpaceX su un volo di prova senza equipaggio prima di esplodere, vicino a Brownsville, in Texas. – Joe Skipper/Reuters

Non abbiamo intenzione di speculare sulle tempistiche“, ha detto la FAA. “La sicurezza detterà la tempistica“.

La contea di Cameron, in Texas, che comprende le strutture di SpaceX vicino a Boca Chica Beach, la città di Brownsville, così come South Padre Island e Port Isabel, ha avvisato il pubblico di contattare SpaceX se vengono trovati detriti.

“Se si ritenesse di aver trovato detriti del razzo, non si deve tentare di maneggiare o recuperare direttamente i detriti”, si legge in un avviso sul sito web di Cameron County.

Il servizio statunitense per la pesca e la fauna selvatica

Il servizio statunitense per la pesca e la fauna selvatica ha dichiarato che sta lavorando con SpaceX, la FAA e altre parti coinvolte per “fornire una guida sul campo per ridurre al minimo ulteriori impatti e ridurre i danni a lungo termine alle risorse naturali“.

Tale attività include la garanzia che SpaceX rispetti l’Endangered Species Act, che è diventato oggetto di preoccupazione dopo le segnalazioni secondo cui i detriti del lancio o dell’esplosione potrebbero aver raggiunto aree naturali protette nelle vicinanze.

Dopo il lancio e l’esplosione a mezz’aria, la contea di Cameron ha chiuso la spiaggia di Boca Chica e la State Highway 4 per 48 ore a causa di problemi di sicurezza della piattaforma di lancio, che hanno impedito al personale di servizio di accedere ai terreni di proprietà e gestiti dal rifugio“, si legge nella dichiarazione dell’agenzia. “Una volta terminata la chiusura, il personale di servizio ha iniziato la valutazione degli impatti del lancio alle 10:00 del 22 aprile 2023“.

L’agenzia ha anche catalogato alcuni degli impatti:

  • Numerosi grossi pezzi di cemento, lamiere di acciaio inossidabile, metallo e altri oggetti sono stati scagliati a migliaia di piedi di distanza insieme a un pennacchio di cemento polverizzato che ha depositato materiale fino a 6,5 ​​miglia a nord-ovest del sito della piattaforma“, secondo la dichiarazione. Abitanti di Port Isabel hanno riferito che una strana polvere si è depositata sulla comunità dopo il lancio.
  • Sebbene non siano stati documentati detriti sui terreni di proprietà del rifugio, il personale ha documentato circa 385 acri di detriti sulla struttura di SpaceX e al Boca Chica State Park, che è affittato dal Servizio e gestito come componente del Lower Rio Grande National Wildlife Refuge,” si legge nel comunicato.
  • Inoltre, un incendio di 3,5 acri è scoppiato a sud del sito del pad sul terreno del Boca Chica State Park. In questo momento, non sono stati trovati uccelli morti o animali selvatici nelle terre di proprietà o gestite dai rifugiati“, ha affermato l’agenzia.

NASA

L’agenzia spaziale statunitense non è stata direttamente coinvolta nel test di volo di Starship, ma ha un’interesse importante nel successo complessivo di Starship. La NASA conta su Starship per fornire il trasporto per i suoi astronauti sulla superficie lunare per la missione chiamata Artemis III, attualmente schedulata per il lancio nel 2025.

SpaceX ci ha riferito che ci vorranno almeno due mesi per ricostruire la rampa di lancio“, ha detto l’amministratore della NASA Bill Nelson durante un’audizione sul bilancio davanti a una commissione della Camera. “Gli stessi due mesi necessari per avere secondo veicolo pronto per il lancio“.

Nelson ha notato che il volo di prova “ha fatto un buco nella rampa di lancio“, riferendosi all’infrastruttura di SpaceX vicino alla spiaggia di Boca Chica. Nelson ha anche ammesso che “sarà necessario fare molto lavoro” se la NASA e SpaceX vogliono riuscire a confermare la data di lancio del 2025 per Artemis III.

2