Galaxy Z Fold 6: prime certificazioni sul pieghevole Samsung

Scopri l’innovazione dei pieghevoli con il nuovo top di gamma di Samsung e la serie Galaxy Z Fold

Nel mondo della tecnologia, l’innovazione è una costante, e il settore dei dispositivi mobili non fa eccezione, per di più la recente certificazione FCC del Samsung Galaxy Z Fold 6 segna un altro passo avanti nell’evoluzione dei telefoni pieghevoli, un segmento che Samsung ha dominato fin dal suo esordio.

Galaxy Z Fold 6

In questo articolo andremo ad esaminare in dettaglio le caratteristiche rivelate dalla certificazione FCC e discuteremo le implicazioni per il futuro dei dispositivi pieghevoli, quindi non esitare oltre e buona lettura.

La certificazione FCC e i dettagli relativi al Galaxy Z Fold 6

La Federal Communications Commission (FCC) degli Stati Uniti ha certificato la versione americana del Galaxy Z Fold 6 con i numeri di modello SM-F956U e SM-F956U1, che rappresentano rispettivamente le varianti con blocco e sblocco; questa certificazione è un prerequisito per la vendita di dispositivi elettronici negli Stati Uniti e spesso rivela dettagli tecnici importanti prima del lancio ufficiale.

Uno dei dettagli più sorprendenti emersi dall’elenco FCC è la mancanza di supporto per il Wi-Fi 7 nel Galaxy Z Fold 6, dettaglio che è particolarmente notevole in quanto Samsung ha introdotto il Wi-Fi 7 nel suo Galaxy S24 Ultra all’inizio dell’anno, malgrado ciò ha scelto di omettere questa funzionalità dagli altri modelli della serie S24, presumibilmente a causa delle limitazioni hardware del chipset Exynos 2400 che alimenta i telefoni in alcuni mercati.

Anche se le varianti Snapdragon 8 Gen 3 hanno la capacità hardware, Samsung ha deciso di imporre restrizioni software per bloccare la funzionalità, per di più il Galaxy Z Fold 6 e il Galaxy Z Flip 6 sembrano seguire un percorso simile, con il supporto per Wi-Fi 6E ma senza Wi-Fi 7, nonostante siano alimentati dallo stesso chipset Snapdragon del Galaxy S24 Ultra.

Questa scelta solleva interrogativi sul perché Samsung non abbia incluso l’ultimo standard Wi-Fi nei suoi nuovi dispositivi pieghevoli, soprattutto considerando che il Wi-Fi 7 offre vantaggi significativi in termini di velocità e affidabilità della connessione.

Galaxy Z Fold 6

Nonostante l’assenza del Wi-Fi 7, la certificazione FCC ha rivelato che il Galaxy Z Fold 6 sarà dotato di UWB (Ultra Wideband) e WPT (Wireless Power Transfer), che consente la ricarica wireless inversa. Queste funzionalità aggiungono valore al dispositivo, offrendo agli utenti maggiore flessibilità e comodità, tra l’altro il dispositivo include opzioni di connettività NFC e Bluetooth, che sono ormai standard nei dispositivi di fascia alta.

Un disegno incluso nei documenti pubblici della FCC mostra il design del Galaxy Z Fold 6, che non sembra discostarsi significativamente dalle precedenti fughe di notizie, questo suggerisce che Samsung sta puntando sulla continuità estetica e sull’affinamento delle caratteristiche esistenti piuttosto che su un rinnovamento radicale del design.

Le informazioni sulla batteria e sulla velocità di ricarica del Galaxy Z Fold 6 sono ancora oggetto di speculazione, alcune voci non confermate suggeriscono che Samsung potrebbe aumentare la capacità della batteria da 4.400 mAh a 4.600 mAh, mentre altre fonti indicano che la batteria rimarrà invariata. Per quanto riguarda il Galaxy Z Flip 6, sembra che ci sarà un aumento della capacità della batteria da 3.700 mAh a 4.000 mAh, certo è che entrambi i dispositivi dovrebbero supportare la ricarica cablata da 25 W, in linea con i loro predecessori.

Il lancio ufficiale e le aspettative

Le certificazioni normative indicano che il lancio dei nuovi pieghevoli di Samsung è imminente, con voci che puntano alla presentazione del duo il 10 luglio, dove per l’evento di lancio, che si terrà a Parigi, in Francia, vedremo finalmente dal vivo il Galaxy Z Fold 6 e il Galaxy Z Flip 6 come protagonisti.

Ciononostante, Samsung ha in serbo altri prodotti, tra cui il Galaxy Ring e il Galaxy Watch Ultra, che stanno già suscitando interesse, inoltre, si attendono la serie Galaxy Buds 3 Pro e il Galaxy Watch 7.

Galaxy Z Fold 6

La rivelazione che il Samsung Galaxy Z Fold 6 non includerà il Wi-Fi 7, nonostante il suo predecessore Galaxy S24 Ultra lo supportasse, potrebbe avere diverse implicazioni per il mercato dei dispositivi pieghevoli e per gli utenti finali, da un lato, potrebbe segnalare una strategia di differenziazione dei prodotti da parte di Samsung, riservando alcune funzionalità di punta solo per determinati dispositivi, d’altra parte, potrebbe essere una decisione mirata a mantenere i costi di produzione sotto controllo, considerando che i dispositivi pieghevoli tendono ad essere più costosi da produrre rispetto ai telefoni tradizionali.

Per gli utenti finali, la mancanza del Wi-Fi 7 potrebbe non essere un fattore decisivo nell’acquisto, dato che il Wi-Fi 6E offre comunque prestazioni elevate, ciononostante per coloro che cercano sempre la tecnologia più avanzata, questa omissione potrebbe essere vista come un compromesso, specialmente se altri produttori iniziano a offrire dispositivi pieghevoli con Wi-Fi 7.

Se sei attratto dalla scienzadalla tecnologia, o vuoi essere aggiornato sulle ultime notiziecontinua a seguirci, così da non perderti le ultime novità e news da tutto il mondo!

Articoli più letti

Related articles