SpaceX contribuirà all’estrazione di minerali dagli asteroidi

La startup di tecnologia spaziale, AstroForge, spera di completare due missioni di prova nel corso del 2023 utilizzando i razzi SpaceX

511
SpaceX contribuirà all'estrazione di minerali dagli asteroidi?
Pixabay

SpaceX potrebbe presto contribuire a un progetto molto particolare: l’estrazione di minerali provenienti da asteroidi e altri oggetti dello spazio profondo. La startup di tecnologia spaziale, AstroForge, spera di completare due missioni di prova nel 2023 tramite l’ausilio di razzi SpaceX, appunto.

Questo potrebbe rivelarsi  un momento rivoluzionario nella storia dell’industria spaziale. Con il valore potenzialmente infinito di materiali preziosi nello spazio profondo, AstroForge spera che i suoi sforzi vengano ripagati. In caso di successo, ciò potrebbe comportare un ritorno molto vantaggioso.

Si ritiene che gli asteroidi contengano vari minerali preziosi, inclusi metalli come ferro, nichel e cobalto, ed elementi più rari come platino e oro. Potrebbero anche contenere acqua e altre sostanze volatili che potrebbero essere utili per future esplorazioni e insediamenti spaziali.

La nuova missione di SpaceX sugli asteroidi: progetto finanziato

Va notato che l’esatta composizione degli asteroidi può variare notevolmente e sono necessarie ulteriori ricerche per determinare i minerali specifici che possono essere trovati sui singoli asteroidi. Ma, con così tante cose potenzialmente preziose da prendere nello spazio, qualsiasi azienda abbastanza coraggiosa da tentare il recupero riceverà dividendi significativi per il proprio lavoro.

L’anno scorso, secondo quanto riferito, AstroForge stava preparando una missione dimostrativa quest’anno quando è stato coperto il finanziamento iniziale dell’azienda, secondo le informazioni rese note da TechCrunch. Oltre ad annunciare un secondo viaggio pianificato entro la fine dell’anno verso un asteroide bersaglio per l’osservazione, AstroForge ha fornito oggi ulteriori informazioni su quella missione.

La prima missione dovrebbe essere lanciata ad Aprile

Secondo TechCrunch, la prima missione verrà lanciata ad Aprile utilizzando un lancio in rideshare da SpaceX utilizzando il Transporter-7. Il CubeSat 6U, fornito dalla società di tecnologia spaziale OrbAstro, avrà “materiale simile ad un asteroide” precaricato per mostrare i poteri di estrazione di AstroForge a gravità zero.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La seconda missione invierà la compagnia nelle profondità dello spazio per raccogliere informazioni sulla superficie di un asteroide che la compagnia prevede di estrarre entro la fine di questo decennio. Intervistato a TechCrunch, il CEO Matt Gialich ha dichiarato: “Dobbiamo trovare un modo per rimuovere la regolite dall’asteroide ed elaborarla nella nostra raffineria, e crediamo di aver risolto il problema per il nostro asteroide obiettivo”.

Advertisement

Gialich ha inoltre aggiunto che per aiutare a identificare gli asteroidi con più potenziale da sfruttare, la società collabora con consulenti accademici, la NASA e il Planetary Science Institute senza scopo di lucro. Inoltre, l’azienda e la Colorado School of Mines hanno recentemente pubblicato un documento che valuta il contenuto di metallo degli asteroidi che possono essere estratti, commercializzati come merci sulla Terra o utilizzati nello spazio.

Il secondo viaggio comporterà lo studio della superficie dell’asteroide bersaglio utilizzando foto ad alta risoluzione, ha rivelato Gialich. La precitata pubblicazione affermava che “le trame delle superfici di asteroidi ricche di metalli restano da esaminare”. Oltre al fatto che l’asteroide è più vicino alla Terra rispetto, ad esempio, a un masso nella fascia di asteroidi tra Marte e Giove, ha rifiutato di rivelare altro al riguardo.

In viaggio verso l’orbita lunare

Con Intuitive Machines, con sede a Houston, la compagnia viaggerà invece verso l’orbita lunare prima di proseguire nello spazio profondo. Ancora una volta alimentato da OrbAstro, il veicolo spaziale di AstroForge intraprenderà un viaggio più breve di 11 mesi verso l’asteroide previsto.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La quarta missione, che sarebbe la prima missione di raffinazione dell’azienda per riportare il platino sulla Terra, e la terza missione, che atterrerebbe sull’asteroide, sono attualmente pianificate da AstroForge. Gialich ha infine precisato: “La cintura di asteroidi, molto lontana, ci obbligherebbe a viaggi di andata e ritorno di 14 anni. È qualcosa che è molto più adatto per la ricerca e l’esplorazione … Non è un business case praticabile per noi”.

Advertisement