La Russia sta perdendo molti carri armati in Ucraina, ma perché?

Nelle ultime settimane, le immagini dei "carri armati" russi in rovina e dei convogli distrutti hanno riempito i feed dei social media. Ma queste immagini sono rappresentative di una tendenza più ampia o semplicemente di incidenti isolati? L'esercito russo sta pagando la sua invasione militare con la distruzione di molti loro carri armati? 

0
2459

Nelle ultime settimane, le immagini dei “carri armati” russi in rovina e dei convogli distrutti hanno riempito i feed dei social media. Ma queste immagini sono rappresentative di una tendenza più ampia o semplicemente di incidenti isolati? L’esercito russo sta pagando la sua invasione militare con la distruzione di molti loro carri armati?

Dopotutto, la prima vittima in ogni conflitto è spesso la verità.

Secondo alcuni rapporti, come questo di Insider, la Russia vede certamente carri armati e altre attrezzature sequestrate o distrutte dagli ucraini: l’agenzia di stampa stima che il 10% delle attrezzature militari russe sia stato distrutto. Ma questo potrebbe non essere accurato. Sebbene la Russia sembri aver perso molti veicoli militari in termini assoluti, non è che una frazione della sua flotta militare.

La maggior parte di queste perdite sembra provenire dai missili FGM-148 “Javelin” forniti dall’Occidente e da armi anticarro leggere di nuova generazione (NLAW), che sono appositamente progettate come armi anticarro. Quindi, le perdite russe non dovrebbero sorprendere.

Alcuni esperti hanno persino affermato che potremmo guardare alla fine dei carri armati come un’arma militare efficace. Alcuni sostengono che potrebbero essere presto consegnati alla storia insieme al carro, alla cavalleria a cavallo e alle corazzate. Può sembrare un’affermazione audace per tutti coloro che hanno accoppiato i carri armati con l’idea della guerra per più di 100 anni, ma a parte le imprecisioni sulle perdite russe, c’è qualcosa di vero in questa idea.

Uno dei problemi principali è la distinzione tra un carro armato “reale” e altri veicoli militari “simili a un carro armato” . Sebbene la definizione di carro armato sia cambiata nel tempo, oggi il termine si riferisce generalmente a quelli che vengono più accuratamente definiti carri armati principali.

Altri veicoli corazzati, come veicoli corazzati per il trasporto di personale, artiglieria semovente e altri mezzi di trasporto di fanteria meccanizzata, sono spesso classificati come carri armati nei notiziari quando, tecnicamente parlando, non lo sono. Per questo motivo, le statistiche sulle perdite possono essere fortemente distorte. Per fortuna, Oryx suddivide le perdite dei veicoli russi per classe tecnica, rendendo molto più facile valutare quanto siano gravi le perdite russe.



Secondo Oryx, nel momento in cui scriviamo, la Russia ha perso circa 279 carri armati, di cui 116 sono stati distrutti, 4 danneggiati, 41 abbandonati. Circa 118 sono stati catturati. Potrebbe sembrare una grande quantità, ma la Federazione Russa dispone di 12.240 carri armati.

Tuttavia, la maggior parte di questi 12.240 sono vecchi modelli dell’era sovietica, come il T-72, che ha più di 50 anni. Se questa cifra è accurata, le perdite fino ad oggi dei serbatoi effettivi sono più vicine a un paio di punti percentuali, non a 10.

Bisogna anche fare attenzione ai numeri, poiché sia ​​le fonti russe che quelle ucraine riporteranno meno o più mezzi perduti per scopi di propaganda. Anche le forze militari ucraine utilizzeranno in modo molto simile.

Perché la Russia sta perdendo così tanti carri armati in Ucraina?

Come sottolineato da molti esperti militari, il problema principale sembra essere l’incapacità della Russia di fornire e mantenere adeguatamente le sue scorte di hardware. Finora, la maggior parte dei veicoli da combattimento che abbiamo visto in azione sono mal tenuti e le linee di rifornimento sembrano essere tese fino al punto di rottura.

Non solo, ma le grandi unità come i carri armati sembrano essere lasciate scoperte senza supporto di fanteria o supporto aereo, una debolezza critica per queste potenti armi da guerra. I carri armati, anche quelli più vecchi come il T-72, sono tecnicamente obsoleti rispetto ai carri armati moderni, come l’M1A2 statunitense, ma ciò non significa che non siano mortali se usati in modo efficace. Gli Stati Uniti, ad esempio, persero alcuni dei loro carri armati più avanzati a causa dei T-72 obsoleti durante la battaglia di Medina Ridge nel 1991.

I moderni missili anticarro e, cosa più interessante, i droni, stanno avendo un impatto significativo. Ed è l’uso dei droni che ha attirato l’interesse degli analisti militari durante il conflitto in Ucraina. I droni turchi, come il  TB2, sono stati utilizzati in modo eccellente dalle forze ucraine. Questi possono attaccare direttamente i carri armati o essere usati come osservatori per l’artiglieria.

Stiamo effettivamente vedendo l’esercito ucraino impiegare droni, il Bayraktar TB2 e droni più piccoli, con effetti significativi contro i veicoli corazzati russi“, ha detto l’ex ranger dell’esercito americano Paul Scharre. “I droni possono essere molto efficaci negli spazi aerei contesi, in parte perché possono volare più in basso e in parte perché non stai rischiando un pilota“.

Nel loro aspetto di guerra, il ruolo dei carri armati dovrà probabilmente adattarsi, come ogni altra arma da guerra, o rischiare l’estinzione sul campo di battaglia.

2