Creato un rilevatore di coronavirus indossabile

Un piccolo dispositivo attaccato al collo rileverebbe anche basse concentrazioni di coronavirus.

Questo per permettere un approccio più conveniente ed economico rispetto all’utilizzo di strumenti ingombranti che rilevano la presenza di un virus in tempo reale. I creatori suggeriscono di utilizzare tali rilevatori per gruppi di persone ad alto rischio di infezione – medici, camerieri, ecc. – per scoprire in tempo il contatto con il virus e sottoporsi al test o andare in quarantena.

Sono i ricercatori della Yale School of Public Health che hanno creato il piccolo rilevatore di coronavirus indossabile in grado di determinare se una persona è stata esposta a SARS-CoV-2. Hanno descritto il dispositivo in modo più dettagliato in un articolo sulla rivista Environmental Science & Technology Letters.

Ad esempio, per scoprire se il proprietario del dispositivo ha incontrato il virus durante la giornata, si dovrà effettuare un test PCR del materiale raccolto dal dispositivo.

“Fresh Air Clip è un dispositivo indossabile che può essere utilizzato per valutare l’esposizione a SARS-CoV-2 nell’aria” afferma il creatore del rivelatore Crystal Gaudry Pollitt. “Con questo dispositivo, possiamo persino rilevare livelli di SARS-CoV-2 molto al di sotto di quelli richiesti per l’infezione. Fresh Air Clip funge da strumento di rilevamento precoce dei casi, avvertendo le persone di sottoporsi a test o rimanere in quarantena. Il dispositivo aiuta a prevenire la diffusione del virus, che può verificarsi quando le persone non hanno l’opportunità di conoscere il contatto in tempo”.

Il compito dei ricercatori era quello di creare un dispositivo portatile economico che non richiede alimentazione ed è in grado di determinare i rischi direttamente per chi lo indossa.

“Le microgoccioline esalate e le particelle di aerosol possono trasportare virus e diventare una modalità significativa di trasmissione di COVID-19”, scrivono gli autori.

“Studi recenti che hanno esaminato il rilevamento dell’RNA del virus SARS-CoV-2 nell’aria interna utilizzando metodi di campionamento attivi hanno avuto successo. Tuttavia, il costo, le dimensioni e la manutenzione di questi campionatori ne limitano l’uso per il monitoraggio a lungo termine in aree ad alto rischio di trasmissione di virus. In alternativa, possono essere utilizzati campionatori passivi, che possono essere piccoli, leggeri ed economici e non richiedono elettricità o manutenzione per funzionare continuamente. L’integrazione di campionatori passivi nei modelli indossabili potrebbe essere utilizzata per comprendere meglio l’impatto umano del virus respiratorio”.

Fresh Air Clip cattura gli aerosol contenenti coronavirus mediante lo strato di polimero di polidimetilsilossano all’interno.

Il team ha testato il rivelatore in un ambiente dove hanno creato aerosol contenenti un batteriofago con proprietà simili a SARS-CoV-2. L’analisi PCR ha mostrato che il rivelatore era effettivamente in grado di catturare particelle di virus.

I ricercatori hanno quindi distribuito i rilevatori a 62 volontari che lo hanno indossato per cinque giorni. L’analisi PCR ha rilevato l’RNA SARS-CoV-2 in 5 dei 62 rilevatori: quattro di essi erano indossati dai dipendenti del ristorante e uno da un lavoratore di un rifugio per senzatetto. Le più alte cariche virali sono state trovate in due dei rilevatori dei camerieri.

Correlato: Coronavirus: l’epidemia esisteva già 21.000 anni fa

“I risultati suggeriscono che Fresh Air Clip può servire come strumento di screening per valutare l’esposizione individuale al coronavirus”, concludono i ricercatori. Inoltre, può essere utilizzato per identificare le aree ad alto rischio di infezione indoor.

“Fresh Air Clip è facile da usare, non invasivo ed economico”, afferma Pollitt. “Queste proprietà consentono di utilizzare i rilevatori per monitorare l’esposizione a SARS-CoV-2 e altri virus respiratori su larga scala, i dispositivi possono essere messi a disposizione di ampi gruppi di lavoratori le cui attività sono associate a un alto rischio di esposizione a pazienti con COVID-19, come camerieri, dipendenti ospedalieri e insegnanti”.

Ora Fresh Air Clip viene utilizzato in altri progetti di ricerca. Pollitt spera che i rivelatori del coronavirus saranno disponibili al pubblico nel prossimo futuro.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Missioni Apollo: come osservare i siti di allunaggio

Le missioni Apollo hanno avuto un incredibile successo e...

Scoperte 21 probabili stelle di neutroni in orbita attorno a stelle simili al Sole

La maggior parte delle stelle nel nostro Universo si...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

In Tendenza

Vacanze Sarde: le migliori cose da fare e da vedere a Olbia

Quando si pensa alle vacanze estive, difficilmente non si...

Neutrini: nuovi metodi per calcolare il cambiamento di sapore

Un team di ricercatori sta sviluppando un nuovo metodo...

Per le Olimpiadi 2024, Parigi diventa ecosostenibile

Le Olimpiadi 2024 di Parigi daranno la priorità alla...

Pulsar: ne sono state scoperte 10 in Terzan 5

Nel cuore della nostra galassia, la Via Lattea, un...

Fusione nucleare: energia del futuro ma non del presente

La fusione nucleare è la fonte di energia più...

Un millepiedi gigante perso da 120 anni è stato ritrovato

Nel cuore della foresta di Makira, una delle aree...

Offerte Amazon: piastre per capelli super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi voglio proporti le...

Articoli correlati

Popular Categories