Rātā settentrionale: l’insolito albero che sembra camminare come un Ent

Un insolito albero di rātā settentrionale che sembra attraversare un campo vuoto è stato incoronato Albero dell’anno della Nuova Zelanda. La pianta gigante, che sembra sorprendentemente simile a un Ent de “Il Signore degli Anelli“, è vecchia di secoli.

Rātā settentrionale
Un insolito albero di rātā settentrionale che sembra attraversare un campo vuoto è stato incoronato Albero dell’anno della Nuova Zelanda. La pianta gigante, che sembra sorprendentemente simile a un Ent de “Il Signore degli Anelli”, è vecchia di secoli

Il rātā settentrionale soprannominato “The Walking Tree”.

Il particolare albero gigante, dotato di un tronco spaccato in due sezioni simili a gambe assomiglia a un Ent de “Il Signore degli Anelli“, ed è stato appena incoronato Albero dell’anno della Nuova Zelanda.

Lo strano albero, che è stato soprannominato “l’albero che cammina” perché sembra che attraversi un campo, è un rātā settentrionale (Metrosideros robusta), una delle specie di alberi da fiore più alti della Nuova Zelanda che può vivere fino a 1.000 anni.

Rātā settentrionale
Lo strano albero, che è stato soprannominato “l’albero che cammina” perché sembra che attraversi un campo, è un rātā settentrionale ( Metrosideros robusta ), una delle specie di alberi da fiore più alti della Nuova Zelanda che può vivere fino a 1.000 anni

Le sue radici e i lunghi rami simili a braccia fanno sembrare l’albero un Ent, una razza immaginaria di creature simili ad alberi che custodiscono le foreste della Terra di Mezzo.

Il Rātā settentrionale sembra frutto di un’animazione fantasy

L’albero si trova solitario al centro di un grande recinto vicino a un cimitero nei pressi di Karamea, sulla costa occidentale dell’Isola del Sud. È alto circa 32 metri: più o meno la stessa altezza di un edificio di sette piani.

Il Rātā settentrionale è stato il chiaro vincitore dell’edizione 2024 del premio Albero dell’anno della New Zealand Arboricultural Association (NZ Arb), ottenendo il 42% dei voti del pubblico, che comprendeva altri cinque finalisti: “È andato in testa fin dall’inizio”, ha detto l’organizzatore della competizione Brad Cadwallader.

L’albero che cammina è una “caratteristica eccezionale” e un “primo esempio degli alberi straordinari che noi, come neozelandesi, abbiamo la fortuna di ammirare“, ha affermato nella dichiarazione il presidente neozelandese Richie Hill.

Non è chiaro quanti anni abbia esattamente l’albero che cammina, ma gli organizzatori del premio hanno notato che è l’unico sopravvissuto di una foresta che è stata abbattuta circa 150 anni fa: “La famiglia di contadini di allora pensava chiaramente che fosse speciale perché l’avevano lasciato“, ha detto Cadwallader.

Gli alberi di rātā settentrionale sono epifiti, un tipo di albero che inizia la vita crescendo sulla superficie di un albero ospite prima di sviluppare radici aeree che alla fine raggiungono il suolo.

L’albero che cammina probabilmente ha iniziato la vita nutrendosi di aria e acqua piovana. La sua insolita disposizione delle radici è stata probabilmente causata dal modo in cui cresceva attorno al suo albero ospite, che probabilmente è morto secoli fa.

 rātā settentrionale

Quell’albero ospite ora è scomparso“, ha detto Cadwallader: “Forse l’albero era molto, molto grande, oppure potrebbe esserci stato un altro albero che è caduto e si è appoggiato all’albero ospite, ed è per questo che le radici si sono spaccate vicino al suolo e gli hanno dato quell’aspetto ambulante“.

Gli alberi di rātā settentrionale sono endemici della Nuova Zelanda e un tempo erano una delle specie più comuni nelle foreste del paese. Tuttavia, il loro areale è diminuito negli ultimi decenni e ora sono elencati come vulnerabili a livello nazionale.

Conclusioni

Oltre alla deforestazione, le principali minacce per i rātā settentrionali sono gli invasivi opossum comuni ( Trichosurus vulpecula ), che distruggono gli alberi mangiandone le foglie e rosicchiandone le radici.

Gli alberi sono anche minacciati dall’ibridazione con gli alberi pōhutukawa ( Metrosideros excelsa ) strettamente imparentati e sono sensibili alla ruggine del mirto ( Austropuccinia psidii ), un fungo patogeno originario del Sud America che è stato rilevato per la prima volta in Nuova Zelanda nel 2017.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Pi greco: nuova rappresentazione scoperta nella teoria delle stringhe

I ricercatori hanno trovato una nuova rappresentazione in serie...

In Tendenza

Rhodosporidiobolus fluvialis: nuovo fungo patogeno scoperto in Cina

Un team di scienziati cinesi ha scoperto il Rhodosporidiobolus...

Progetto VIPER: inaspettato nessun lancio nel 2025

Il progetto VIPER (Volatiles Investigating Polar Exploration Rover) della...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Offerte Amazon di oggi: porte USB per pc super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Guerra del Golfo: scoperta la causa della malattia nei veterani

Uno studio della Griffith University ha rivelato che la...

Offerte Amazon di oggi: tablet super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi ho pensato di...

Scimpanzé: inaspettato come il 14% delle interazioni siano gesti

La comunicazione è una delle caratteristiche più distintive degli...

RTNet: L’AI che sta imparando a pensare come gli esseri umani

I ricercatori del Georgia Tech hanno sviluppato una rete...

Articoli correlati

Popular Categories