“Le ore più buie per l’Europa dalla seconda guerra mondiale”

Un crescendo di condanne sta avanzando mentre il mondo prende consapevolezza dell'invasione russa dell'Ucraina. "Queste sono tra le ore più buie per l'Europa dalla seconda guerra mondiale" - queste le parole del capo della politica estera dell'Ue Josep Borrell

0
630

Un crescendo di condanne sta avanzando mentre il mondo prende consapevolezza dell’invasione russa dell’Ucraina. “Queste sono tra le ore più buie per l’Europa dalla seconda guerra mondiale” – queste le parole del capo della politica estera dell’Ue Josep Borrell.

Borrell sostiene che una grande potenza nucleare che attacca un paese vicino e minaccia rappresaglie su qualsiasi stato che possa intervenire in suo soccorso è “la più grande violazione del diritto internazionale” e una “violazione dei principi fondamentali della convivenza umana“.

L’UE imporrà le sanzioni più dure che abbia mai promulgato.

Il britannico Boris Johnson si è detto “sconvolto dagli eventi orribili in Ucraina” e che Vladimir Putinha scelto una strada di spargimento di sangue e distruzione lanciando questo attacco non provocato“.

Il Regno Unito risponderà in modo deciso, ha detto.

Il francese Emmanuel Macron – che ha trascorso ore in un incontro personale con Putin e ha anche parlato con lui più volte al telefono – ha affermato che la Russia deve interrompere la sua azione militare.



Il ministro dell’Economia tedesco Robert Habeck ha affermato che l’Europa sta assistendo a una guerra di terra “che pensavamo si trovasse ormai solo nei libri di storia“.

In precedenza il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha affermato che Putin ha “scelto una guerra premeditata che porterà una catastrofica perdita di vite umane e sofferenza umana“. Il mondo riterrà responsabile la Russia, ha detto.

Ha detto che si rivolgerà agli americani sulle conseguenze che la Russia dovrà affrontare.

Le borse europee, intanto, precipitano. Contestualmente il petrolio ha largamente sfondato il prezzo di 100 dollari al barile, non era così in alto dal 2008. Anche il prezzo del gas continua a salire, mettendo a segno un +25%.

2