Nuove osservazioni sull’enorme cometa C/2014 UN271 che si avvicinerà alla Terra nel 2031

Gli astronomi hanno individuato la prima attività sulla megacometa C/2014 UN271, forse la cometa di maggiore massa scoperta nella storia registrata

0
5553

Gli astronomi hanno individuato la prima attività sulla mega cometa C/2014 UN271, forse la cometa di maggiore massa scoperta nella storia registrata.

Gli esperti hanno visto i segni di un coma, una zona di diffusione di gas e polvere, che si è diffusa il 22 giugno, segnando la prima volta che l’hanno vista come una cometa attiva da quando è stata individuata per la prima volta dal Dark Energy Survey.

Date le dimensioni del nucleo della cometa, ritenuto il più grande da quando è stata scoperta la cometa Hale-Bopp nel 1995, ha molta massa da riscaldare.

L’oggetto è stato annunciato per la prima volta il 19 giugno 2021, ma è stato inizialmente trovato dopo che gli esperti hanno rielaborato i dati del Dark Energy Survey raccolti tra il 2014 e il 2018.

La cometa C/2014 UN271 (Bernardinelli-Bernstein), come si vede in un'immagine composita a colori sintetici il 22 giugno 2021. La nube diffusa è il coma della cometa



La cometa C/2014 UN271 (Bernardinelli-Bernstein), come si vede in un’immagine composita a colori sintetici il 22 giugno 2021. La nube diffusa è il coma della cometa

L'illustrazione di questo artista mostra C/2014 UN271 come potrebbe apparire nelle parti più lontane del sistema solare

L’oggetto gigante, che misura tra 130 e 400 chilometri di larghezza ed è quasi delle dimensioni di un piccolo pianeta nano, potrebbe essere circa 1.000 volte più grande di una normale cometa.

Potrebbe anche essere la cometa più massiccia individuata nella storia registrata, anche se alcuni hanno sottolineato che la cometa Sarabat, che è larga più di 513.000 miglia, è più grande.

La scoperta dell’attività è stata in gran parte dovuta al fatto che gli astronomi si trovavano nel fuso orario giusto al momento giusto.

Dato che siamo una squadra con base in tutto il mondo, è successo che era il mio pomeriggio, mentre le altre persone dormivano“, ha detto il dott. Michele Bannister dell’Università di Canterbury in Nuova Zelanda, in una dichiarazione.

La prima immagine mostrava la cometa oscurata da una scia di un satellite e il mio cuore sprofondava. Ma poi gli altri erano abbastanza chiari e, perbacco: eccola lì, decisamente un bel puntino sfocato, per niente nitido come le stelle vicine!”

Gli scienziati dei cittadini prevedono che C/2014 UN271 sarà alla stessa distanza dal sole di Saturno entro il 2031, che sarà il suo avvicinamento alla Terra tra 600.000 anni

Tuttavia, non diventerà brillante a occhio nudo, dicono gli astronomi, e “rimarrà un oggetto da guardare con i telescopi perché la sua distanza più vicina al Sole sarà ancora oltre l’orbita di Saturno“.

I dati mostrano che l’oggetto ha viaggiato per sette UA solo nell’ultimo anno, il che lo collocherebbe entro 10,9 UA dal sole entro il 2031.

L’astronomo dilettante Sam Deen ha calcolato che 2014 UN271 sarà, nella migliore delle ipotesi, luminosa come Plutone nel cielo notturno, ma più probabilmente raggiungerà la luminosità della luna di Plutone Caronte.

L’LCO ha creato un programma di osservazione anticipato di C/2014 UN271, fornendo alla sua rete globale di telescopi una “risposta rapida” di un nuovo evento sulla cometa “entro 15 minuti dall’allarme“, ha aggiunto la dichiarazione.

Lo scienziato dello staff di LCO Tim Lister ha affermato che ci sono altri progetti globali oltre al progetto LCO Outbursting Objects Key (LOOK) che stanno seguendo da vicino C/2014 UN271.

Ora ci sono un gran numero di sondaggi, come lo Zwicky Transient Facility e l’imminente Vera C. Rubin Observatory, che monitorano parti del cielo ogni notte“, ha detto Lister.

Questi sondaggi possono fornire avvisi se una delle comete cambia improvvisamente luminosità e quindi possiamo attivare i telescopi robotici di LCO per ottenere dati più dettagliati e uno sguardo più lungo alla cometa che cambia mentre il sondaggio si sposta su altre aree del cielo“.

2