La NASA riporterà gli uomini in orbita lunare ma sulla superficie li porterà SpaceX

Il veicolo spaziale Starship completamente riutilizzabile di SpaceX è stato pubblicizzato come il prossimo grande passo avanti per la tecnologia missilistica, tanto che rapporti recenti suggeriscono che i funzionari della NASA sono molto preoccupati dal fatto che Starship potrebbe “rendere obsoleti tutti gli [altri] sistemi di lancio esistenti“.

Questa è una giusta preoccupazione, infatti la NASA ha investito una quantità enorme di denaro, e di anni, nello sviluppo dello Space Launch System (SLS), un lanciatore concettualmente molto simile al Saturn V del programma Apollo, anche se provvisto dei più moderni sistemi tecnologici. Ma l’SLS  è davvero così indietro rispetto a Starship?

Proviamo a capirlo confrontando i due progetti.

Quale sarà più potente e più conveniente?

La differenza chiave tra il razzo SLS della NASA e la Starship di SpaceX è forse meglio incarnata dai piani della NASA per le sue imminenti missioni Artemis.

Artemis I e II arriveranno in orbita lunare lanciate dal sistema SLS, mentre l’atterraggio sulla Luna, che avverrà con la missione Artemis III, sarà effettuato usando un razzo Starship riutilizzabile, configurato per far atterrare gli astronauti sulla Luna e poi riportarli indietro dalla superficie lunare.

Con i suoi quasi 100 m di altezza, SLS è un enorme veicolo di lancio, anche se è più piccolo del Starship a pieno carico di SpaceX collegata al booster Superheavy che misura 120 m.

SLS produrrà 4.309.127,515 milioni di chili di spinta e trasporterà una capacità di carico utile di 86 tonnellate fino all’orbita terrestre bassa (LEO), mentre Starship produrrà 7.711.070,29 di chili di spinta e sarà in grado di portare in orbita 150 tonnellate. Inoltre, Starship lo farà a una frazione del costo grazie alla sua riutilizzabilità, ma di questo parleremo più avanti.

Quale sarà il primo a raggiungere l’orbita?

Sia SLS che Starship sono apparentemente sul punto di raggiungere l’orbita, sebbene entrambi i progetti abbiano recentemente subito battute d’arresto.

Poco dopo che il CEO di SpaceX Elon Musk ha detto che la Starship potrebbe effettuare il suo primo volo orbitale la FAA ha annunciato di avere nuovamente posticipato la sua revisione dell’impatto ambientale di Starship al 31 maggio. Questo è l’ultimo di una serie di rinvii del programma Starship dovuti alla revisione ambientale della FAA (Federal Aviation Administration), necessaria per il lancio della Starship in orbita.

Anche il lancio dell’SLS della NASA ha subito una serie di ritardi, stavolta per problemi tecnici. Potrà essere lanciata in orbita solo dopo una prova generale riuscita. Finora tre tentativi di condurre queste prove sono falliti e l’ultimo aggiornamento suggerisce che SLS verrà lanciato non prima di agosto di quest’anno.

Tuttavia, poiché SpaceX è bloccata dalla revisione ambientale della FAA, non sarebbe una sorpresa completa vedere SLS raggiungere per primo l’orbita, nonostante tutti i suoi ritardi.

Quali sono i maggiori problemi con SLS?

L’SLS della NASA è il razzo più potente mai realizzato dall’agenzia spaziale. Sebbene sia leggermente più basso in altezza (100 m) rispetto al razzo Saturn V (111 m) che ha lanciato la missione Apollo 11, è in grado di trasportare più carico utile rispetto al Saturn V. Allora perché il progetto è stato ampiamente criticato negli ultimi mesi e anni?

Le critiche sono in gran parte dovute all’enorme costo di SLS, nonché alla serie altamente pubblicizzata di recenti ritardi. Progettato in collaborazione con Boeing, SLS è finora costato quasi il triplo dei 10 miliardi di dollari previsti per i costi di sviluppo quando è stato annunciato nel 2011.  Al contrario, SpaceX ha sviluppato la Starship in pochissimo tempo utilizzando 3 miliardi di dollari di finanziamenti della NASA e i profitti derivati dai suoi lanci di satelliti e dai servizi Internet Starlink.

Inoltre, la NASA stima che ogni lancio SLS costerà circa 2 miliardi di dollari, mentre Musk ha annunciato nell’ultima presentazione di SpaceX che ogni missione Starship potrebbe costare all’incirca un milione di dollari.

Ciò è in gran parte dovuto al grande vantaggio della piena riutilizzabilità di Starship, cioè non sarà necessario costruire da zero un’intera astronave per ogni lancio. Il Sistema Starship+Superheavy sarà completamente riutilizzabile, riducendo i costi di lancio con il riutilizzo praticamente totale delle sue parti.

La NASA ritiene che il suo programma SLS sia sulla buona strada

Tuttavia, nonostante le critiche, i funzionari della NASA hanno dichiarato pubblicamente che il programma SLS sta per essere pianificato. Il direttore del lancio di Artemis Charlie Blackwell-Thompson ha recentemente notato che ci furono cinque o sei test di tanking prima del primo lancio dello Space Shuttle più di quattro decenni fa.

Mettendolo nel contesto, direi che siamo all’interno della nostra esperienza passata per le operazioni”, ha detto in una recente conferenza stampa. Sebbene la piena riutilizzabilità di Starship possa rivoluzionare il volo spaziale, rispetto ai precedenti programmi di lancio della NASA, SLS potrebbe non essere il disastro che molti lo stanno dipingendo. E nessuno ha un track record migliore per raggiungere la Luna della NASA.

In ogni caso, il dualismo SLS – Starship al momento ha poco senso, infatti gli accordi tra NASA e SpaceX prevedono che la Starship verrà utilizzata per l’atterraggio sulla Luna mentre a portare gli astronauti in orbita lunare sarà il sistema SLS+Orion.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

In Tendenza

Offerte Amazon di oggi: soundbar tv super scontate!

Per le offerte Amazon di oggi voglio proporti le...

Ramses: la missione di difesa planetaria verso Apophis

Il programma Space Safety dell'ESA ha ricevuto l'autorizzazione a...

Funghi: mappata per la 1a volta la distribuzione

La scoperta delle dinamiche di spazi e stagionali prevedibili...

BYD Dolphin Stile, Prestazioni e Sostenibilità in un’Auto Elettrica Compatta

Introduzione Nell'era moderna, la sostenibilità non è solo una scelta,...

Insetti commestibili: Singapore pioniere con 20 specie

Singapore, nota per la sua cucina variegata e innovativa,...

5 trucchi per crescere su Instagram nel 2024

I social sono il presente e il futuro della...

Articoli correlati

Popular Categories