La Nasa ha rilasciato la mappa delle prossime eclissi solari

La Nasa ha rilasciato una nuova mappa che descrive dettagliatamente le eclissi solari del 2023 e del 2024 visibili dagli Stati Uniti. Un’occasione anche magari per qualche italiano che deciderà di visitare l’America nel prossimo futuro.

Sulla base delle osservazioni di diverse missioni della NASA, la mappa descrive in dettaglio il percorso dell’ombra della Luna mentre attraversa gli Stati Uniti durante l’eclissi solare anulare del 14 ottobre 2023 e l’eclissi solare totale dell’8 aprile 2024.

Questi percorsi oscuri attraverso il continente mostrano dove dovranno trovarsi gli osservatori per vedere l’ “anello di fuoco” quando la Luna blocca tutto tranne il bordo esterno del Sole durante l’eclissi anulare, e l’atmosfera esterna bianca spettrale del Sole (la corona) quando la Luna blocca completamente il disco del Sole durante l’eclissi totale.

Al di fuori di questi percorsi, la mappa mostra anche dove e quanto il Sole sarà parzialmente eclissato dalla Luna. In entrambe le date, tutti i 48 stati contigui negli Stati Uniti sperimenteranno almeno un’eclissi solare parziale (così come il Messico e la maggior parte del Canada).

Eclisse solare: la nuova mappa della Nasa

Sulla nuova mappa delle eclissi della NASA, i percorsi per l’eclissi anulare e l’eclissi totale appaiono come bande scure sugli Stati Uniti. Chiunque si trovi nel percorso dell’eclissi anulare, dall’Oregon al Texas, avrà la possibilità di vedere l’eclissi anulare se i cieli sono sereni. Chiunque si trovi nel percorso dell’eclissi totale, dal Texas al Maine, avrà la possibilità di vedere l’eclissi totale, tempo permettendo.

All’interno di quei percorsi scuri ci sono forme ovali con tempi al loro interno (ovali gialli per l’eclissi anulare, ovali viola per l’eclissi totale). Questi ovali mostrano la forma dell’ombra della Luna proiettata sulla superficie terrestre negli orari mostrati. Le persone nelle aree all’interno degli ovali vedranno l’eclissi anulare o l’eclissi totale in quel momento.

La durata delle eclissi

Per le posizioni vicine al centro dei percorsi, l’eclissi anulare o l’eclissi totale durerà più a lungo di quelle vicine ai bordi esterni del percorso. All’interno di ogni percorso ci sono linee bianche che indicano quanto durerà l’anularità o la totalità.

Per il percorso dell’eclissi anulare, puoi trovare etichette (che vanno da 3 a 4,5 minuti) vicino al confine Nevada-Utah a nord e tra San Antonio e Corpus Christi, Texas, a sud. Per il percorso dell’eclissi totale, puoi trovare etichette vicino a Presque Isle, nel Maine, a nord, e tra gli ovali CST delle 14:20 e 14:25 in Messico, a sud.

Gli spettatori in luoghi al di fuori dei percorsi non sperimenteranno un’eclissi solare totale o un’eclissi anulare, ma potrebbero comunque vedere un’eclissi parziale. Le linee che corrono parallele a ciascun percorso indicano quanta parte del Sole verrà coperta dalla Luna durante l’eclissi parziale.

Per l’eclissi anulare, queste linee appaiono di un giallo tenue. Per l’eclissi totale, sono viola pallido. Le etichette percentuali per le linee dell’eclissi anulare vengono visualizzate lungo i bordi sinistro e superiore della mappa. Le etichette percentuali per l’eclissi totale vengono visualizzate lungo i bordi inferiore e destro della mappa.

L’autrice della mappa

Michala Garrison, membro dello Scientific Visualization Studio (SVS) presso il Goddard Space Flight Center della NASA, ha applicato il suo background in geografia e cartografia per progettare la mappa, incorporando informazioni provenienti da una varietà di fonti della NASA.

Le informazioni sull’elevazione della Terra provenivano dalla Shuttle Radar Topography Mission, mentre le mappe della forma della Luna sono state fornite dal Lunar Reconnaissance Orbiter. Le posizioni del Sole, della Luna e della Terra sono state trovate utilizzando il software e i dati del Navigation and Ancillary Information Facility della NASA. Il collega SVS di Garrison, Ernie Wright, ha utilizzato tutte queste informazioni per calcolare la posizione e la forma dell’ombra della Luna.

Più letti nella settimana

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Perché l’Homo sapiens è sopravvissuto a tutte le altre specie umane?

Gli Homo sapiens sono gli unici rappresentanti sopravvissuti dell'albero...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

In Tendenza

Infezioni urinarie: in arrivo un vaccino per prevenirle?

Le infezioni urinarie rappresentano una delle condizioni mediche più...

Chang’e-5 ha riportato campioni lunari che contengono acqua

Un team di scienziati ha affermato che Chang'e-5 ha...

Kew Gardens: il 50% delle specie al suo interno sono a rischio

La crisi climatica è una minaccia in continua evoluzione...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Olimpiadi di Parigi 2024: caldo record, atleti a rischio

Le Olimpiadi di Parigi 2024 si stanno avvicinando rapidamente,...

RTNet: L’AI che sta imparando a pensare come gli esseri umani

I ricercatori del Georgia Tech hanno sviluppato una rete...

Blazar S5 1803+78: scoperta affascinante variabilità ottica

I blazar sono tra gli oggetti più enigmatici e...

WorldView Legion: 2 satelliti di categoria superiore

Il 18 luglio 2024, Maxar Intelligence ha rilasciato le...

Articoli correlati

Popular Categories