Il miele e i suoi sorprendenti effetti sulla salute

Il miele: scopriamo le proprietà benefiche per la salute che rendono questo alimento così speciale e non solo un semplice sostituto dello zucchero

0
1029

A volte chiamato il nettare degli dei, il miele è stato un alimento base nella dieta umana per migliaia di anni. Fin dall’antichità è stato utilizzato sia come alimento che come medicinale. I suoi benefici sono stati propagandati ovunque, dai libri di storia antica alle sperimentazioni cliniche nella società moderna.

Il miele: come viene prodotto dalle api?

Il miele è un liquido dolce e denso prodotto dalle api che raccolgono il nettare ricco di zucchero dei fiori, cresciuti nel loro ambiente. Una volta all’interno dell’alveare, consumano, digeriscono e rigurgitano ripetutamente il nettare. Il prodotto finale è un liquido che funge da cibo immagazzinato per le api. L’odore, il colore e il sapore dipendono dai tipi di fiori visitati.

Dal punto di vista nutrizionale, 1 cucchiaio di miele (21 grammi) contiene 64 calorie e 17 grammi di zucchero, tra cui fruttosio, glucosio, maltosio e saccarosio. Non contiene praticamente fibre, grassi o proteine, ma è ricco di composti vegetali bioattivi e antiossidanti. I tipi di colore più scuro tendono ad essere ancora più alti in questi composti rispetto ai tipi più chiari.

Il miele di alta qualità è ricco di antiossidanti

Il miele di alta qualità contiene molti importanti antiossidanti. Questi includono acidi organici e composti fenolici come i flavonoidi. Gli scienziati ritengono che la combinazione di questi composti dia al miele il suo potere antiossidante.

È interessante notare che in due ricerche è stato dimostrato che il miele di grano saraceno aumenta il valore antiossidante del sangue, collegati alla riduzione del rischio di infarti, ictus e alcuni tipi di cancro. Possono anche promuovere la salute degli occhi.

Meno dannoso per i diabetici

Il miele è “meno cattivo” dello zucchero per i diabetici. Da un lato può ridurre diversi fattori di rischio per le malattie cardiache comuni nelle persone con diabete di tipo 2. Ad esempio, può abbassare il colesterolo LDL “cattivo”, i trigliceridi e l’infiammazione mentre aumenta il colesterolo HDL “buono”.



Tuttavia, alcuni studi hanno scoperto che può anche aumentare i livelli di zucchero nel sangue, ma non tanto quanto quello raffinato. Può dunque essere leggermente migliore dello zucchero raffinato per le persone diabetiche, ma dovrebbe comunque essere consumato con cautela.

In effetti, le persone con diabete possono fare meglio riducendo al minimo tutti i cibi ad alto contenuto di carboidrati, come il pane e la pasta. Tieni anche presente che alcuni tipi di miele possono essere adulterati con sciroppo naturale. Sebbene l’adulterazione sia illegale nella maggior parte dei paesi, questo rimane un problema piuttosto diffuso.

Gli antiossidanti contenuti nel miele possono ridurre la pressione sanguigna

L’ipertensione è un importante fattore di rischio per le malattie cardiache e il miele può aiutare a ridurla. Studi sia sui ratti che sull’uomo hanno mostrato modeste riduzioni della pressione sanguigna dal consumo di miele. Inoltre aiuta anche a migliorare i livelli di il colesterolo LDL, un forte fattore di rischio per le malattie cardiache, aumentando significativamente l’HDL, il cosiddetto “colesterolo buono“.

Ad esempio, uno studio su 55 pazienti lo ha confrontato con lo zucchero da tavola e ha scoperto che il miele ha causato una riduzione del 5,8% di LDL e un aumento del 3,3% del colesterolo HDL. Ha anche portato a una modesta perdita di peso dell’1,3%.

Il miele può abbassare i trigliceridi

I livelli di trigliceridi nel sangue elevati sono un altro fattore di rischio per le malattie cardiache. Sono anche associati all’insulino-resistenza, una delle principali cause del diabete di tipo 2, e tendono ad aumentare con una dieta ricca di zuccheri e carboidrati raffinati.

È interessante notare che numerosi studi hanno collegato il consumo regolare di miele a livelli più bassi di trigliceridi, specialmente quando viene utilizzato per sostituire lo zucchero. Ad esempio, uno studio che lo ha confrontato con lo zucchero ha rilevato livelli di trigliceridi inferiori dell’11-19% nel gruppo del miele.

Gli antiossidanti contenuti nel miele sono collegati ad altri effetti benefici sulla salute del cuore

Il miele è una ricca fonte di fenoli e altri composti antiossidanti. Molti di questi sono stati collegati a un ridotto rischio di malattie cardiache. Possono aiutare le arterie del cuore a dilatarsi, aumentando il flusso sanguigno al cuore, e prevenire la formazione di coaguli di sangue che possono portare a infarti e ictus.

Inoltre, uno studio sui ratti ha dimostrato che protegge il cuore dallo stress ossidativo. Non sono però disponibili studi umani a lungo termine sul miele e sulla salute del cuore, quindi bisogna attendere ulteriori ricerche per averne conferma.

Il miele favorisce la guarigione delle ustioni e delle ferite

Il trattamento topico è stato utilizzato per curare ferite e ustioni fin dall’antico Egitto, un rimedio naturale ancora usato oggi. Una revisione di 26 studi sul miele e sulla cura delle ferite, ha rilevato che è più efficace nella guarigione delle ustioni a spessore parziale e delle ferite che si sono infettate dopo un intervento chirurgico.

Il miele è anche un trattamento efficace per le ulcere del piede diabetico, gravissime complicazioni che possono portare all’amputazione. Uno studio ha riportato un tasso di successo del 43,3% come trattamento delle ferite. In un altro studio, ha guarito il 97% delle ulcere diabetiche dei pazienti.

I ricercatori ritengono che i suoi poteri curativi derivino dai suoi effetti antibatterici e antinfiammatori, nonché dalla sua capacità di nutrire i tessuti circostanti. Inoltre, può aiutare a trattare altre condizioni della pelle, tra cui la psoriasi e le lesioni da herpes. Il miele di Manuka è considerato particolarmente efficace per il trattamento delle ferite da ustione.

Il miele può aiutare a calmare la tosse nei bambini

La tosse è un problema comune per i bambini con infezioni delle vie respiratorie superiori, che possono influenzare la qualità della vita sia dei bambini che dei genitori. Tuttavia, i farmaci tradizionali non sono sempre efficaci e possono avere effetti collaterali.

È interessante notare che il miele potrebbe essere una scelta migliore e le prove indicano che è molto efficace.

Uno studio ha scoperto che ha funzionato meglio di due comuni farmaci per la tosse. Un altro studio ha scoperto che riduceva i sintomi e migliorava la qualità del sonno più dei farmaci. Tuttavia, non dovrebbe mai essere somministrato ai bambini di età inferiore a un anno a causa del rischio di botulismo.

È delizioso, ma comunque ricco di calorie e zucchero

Il miele è un’alternativa deliziosa e più sana allo zucchero. Assicurati di scegliere un marchio di alta qualità, perché alcuni di qualità inferiore potrebbero essere mescolati con degli sciroppi. Tieni presente che dovrebbe essere consumato solo con moderazione, poiché è ricco di calorie e zuccheri.

I benefici sono più pronunciati quando sostituisce un altro dolcificante non salutare. In poche parole, è semplicemente un dolcificante “meno cattivo” dello zucchero, ma non bisogna mai abusarne!

2