Suggerimenti per mantenere il tuo cane sano e al sicuro all’aperto quest’estate

Mentre le giornate più lunghe ci tentano con cieli soleggiati e temperature calde, la voglia di uscire e sgranchirci le gambe è su di noi, e non c’è dubbio che i nostri amici cani sentano il prurito di accodarsi mentre riprendiamo a goderci le attività all’aperto.

Con l’aumento delle temperature, la possibilità di uscire con il cane è abbondante e apprezzata da molti. Che si tratti di un’escursione in un parco statale o semplicemente di camminare intorno all’isolato, è un’opportunità che fornisce sia esercizio che compagnia per te e il tuo animale domestico.

Eppure, oltre al divertimento, arrivano anche potenziali pericoli per i nostri amici pelosi. Dalla maggiore esposizione a zecche e altri insetti alle scottature solari e persino al colpo di calore, in estate possono sorgere tutti i tipi di problemi per i nostri cani.

Tuttavia, puoi evitare una situazione potenzialmente negativa per il tuo cane rimanendo vigile e tenendo a mente pochi semplici cose. Con un po’ di consapevolezza e preparazione, puoi mantenere il tuo migliore amico peloso sano e salvo mentre ti godi il tempo fuori insieme quest’estate.

Evita pavimentazioni calde

Secondo l'AKC, i proprietari dovrebbero evitare di lasciare che i loro cani camminino sul marciapiede al caldo e, invece, attenersi all'erba o a una strada verde pacciamata oa un sentiero.  Foto di Pixabay.

Sarebbe una buona idea evitare che i cani camminino sul marciapiede bollente, meglio attenersi all’erba o a una strada verde pacciamata o a un sentiero. Foto di Pixabay.

Le alte temperature estive significano pavimentazione calda all’aperto, il che, a sua volta, significa che il cane potrebbe bruciarsi le zampe.

In effetti, le temperature dell’asfalto possono essere significativamente più elevate delle temperature dell’aria. Ad esempio, se la temperatura dell’aria è a 25 gradi, la temperatura dell’asfalto può facilmente superare i 50 gradi.

A quella temperatura, i danni alla pelle possono verificarsi in un solo minuto, quindi è importante che i proprietari controllino l’asfalto prima di permettere al loro animale di camminarci sopra. Ricorda, se fa troppo caldo per i tuoi piedi nudi, fa troppo caldo anche per le loro zampe.

I proprietari dovrebbero evitare di lasciare che i loro cani camminino sul marciapiede al caldo e, invece, attenersi all’erba o a una strada verde pacciamata o a un sentiero. Se non ci sono aree naturali, ad eccezione della sabbia, su cui camminare, i proprietari dovrebbero considerare di investire in stivaletti leggeri (non in gomma o silicone, che possono rendere i piedi più caldi).

Combatti i parassiti

Per prepararsi all'attività all'aperto quest'estate, i proprietari di cani dovrebbero prima far esaminare il proprio animale domestico da un veterinario per assicurarsi che sia in buona salute e discutere le opzioni per la filaria, le pulci e i farmaci contro le zecche.  Foto di Pixabay.
Per prepararsi all’attività all’aperto quest’estate, i proprietari di cani dovrebbero prima far esaminare il proprio animale domestico da un veterinario per assicurarsi che sia in buona salute e discutere le opzioni per la filaria, le pulci e i farmaci contro le zecche. Foto di Pixabay.

Creature fastidiose – come zecche, pulci e zanzare – sono abbondanti in questo periodo dell’anno e causano problemi sia agli umani che ai cani.

Tuttavia, per i cani, le zanzare possono trasmettere loro la filaria attraverso un morso, che può successivamente causare danni al cuore. Secondo l’ASPCA, i proprietari dovrebbero cercare di evitare le aree che tendono ad essere infestate dalle zanzare, come le acque stagnanti; e dovrebbero anche parlare con il loro veterinario delle opzioni di prevenzione della filariosi cardiopolmonare.

Mentre sono dal veterinario, i proprietari dovrebbero anche discutere le opzioni per prevenire pulci e zecche. Le pulci causano prurito alla pelle che può irritarsi o danneggiarsi a causa di morsi e graffi costanti. Le zecche, d’altra parte, possono causare la malattia di Lyme, che può creare seri problemi di salute se non identificata e trattata precocemente.

L’AKC raccomanda ai proprietari di controllare regolarmente i loro cani – anche su orecchie, pancia, ascelle e coda – per pulci e zecche dopo aver trascorso del tempo fuori.

Stai attento al surriscaldamento

Secondo l'AKC, se il respiro affannoso del tuo cane diventa eccessivamente pesante ed è seguito da disorientamento o respiro veloce e rumoroso, potrebbe essere surriscaldato.  Altri possibili segni includono collasso o convulsioni, gengive rosso vivo o blu, vomito e diarrea.  Foto di Pixabay.
Secondo l’AKC, se il respiro affannoso del tuo cane diventa eccessivamente pesante ed è seguito da disorientamento o respiro veloce e rumoroso, potrebbe essere surriscaldato. Altri possibili segni includono collasso o convulsioni, gengive rosso vivo o blu, vomito e diarrea. Foto di Pixabay.

Un’altra preoccupazione del caldo nei cani è il potenziale surriscaldamento che, senza un trattamento immediato, può portare a esaurimento da calore, colpo di calore o morte.

I cani mirano a compiacere i loro proprietari; in modo che la camminata o la corsa durante la stagione calda su cui si uniscono a te potrebbe essere più difficile di quanto non diano a vedere mentre cercano di tenere il passo.

Se il respiro affannoso del tuo cane diventa eccessivamente pesante ed è seguito da disorientamento o respiro veloce e rumoroso, potrebbe essere surriscaldato. Altri possibili segni includono collasso o convulsioni, gengive rosso vivo o blu, vomito e diarrea.

Per prevenire il surriscaldamento dei cani, i proprietari dovrebbero evitare di portarli all’aperto per lunghi periodi di tempo nelle giornate particolarmente calde. Secondo il sito web di suggerimenti per animali domestici DogTipper, gli animali domestici sono a rischio di colpo di calore una volta che la temperatura esterna raggiunge almeno 26 gradi e un’umidità di almeno il 90%.

Indipendentemente dalla temperatura, tuttavia, i proprietari dovrebbero incoraggiare i loro cani a bere spesso acqua e offrire loro un riposo occasionale quando svolgono qualsiasi attività all’aperto.

Tuttavia, se il tuo cane mostra segni di surriscaldamento, la Humane Society suggerisce di spostarlo in un luogo ombreggiato o con aria condizionata, applicando impacchi di ghiaccio e asciugamani freddi e incoraggiandolo a leccare cubetti di ghiaccio o bere acqua. Dovrebbe quindi essere portato direttamente da un veterinario.

Fai attenzione alla flora e alla fauna tossiche

Quando è all'aperto, è importante tenere il cane al guinzaglio per assicurarsi che sia lontano dai predatori e che non ficchi il naso dentro e intorno a cose che non dovrebbe, come piante, funghi e animali che sono velenosi per loro.  Foto di Pixabay.
Quando è all’aperto, è importante tenere il cane al guinzaglio per assicurarsi che sia lontano dai predatori e che non ficchi il naso dentro e intorno a cose che non dovrebbe, come piante, funghi e animali che sono velenosi per loro. Foto di Pixabay.

Quando è all’aperto, è importante tenere il cane al guinzaglio per assicurarsi che resti lontano dai predatori e che non ficchi il naso dentro e intorno a cose che non dovrebbe, come piante, funghi e animali che sono velenosi per loro.

Molti arbusti, alberi e fiori – come azalee, tulipani, gigli, narcisi e ortensie – che si trovano comunemente in giardino e in natura sono pericolosi se consumati dai cani. Mentre alcuni possono causare disagio, altri possono essere fatali se ingeriti. Inoltre, l’ASPCA aggiunge che alcuni tipi di rane, rospi, serpenti e ragni possono essere velenosi per i cani.

È utile per i proprietari di animali domestici avere un’idea generale di quali piante e animali nella loro zona sono tossici per i cani in modo che possano essere evitati. L’ASPCA ha un ampio elenco di piante sia tossiche che non tossiche sul suo sito web.

Limita il gioco in alcune acque

L'ASPCA consiglia di evitare che il cane sguazzi o beva acqua da una fonte esterna, soprattutto se sembra salmastro.  Si suggerisce che i proprietari portino con sé la propria acqua da bere per il proprio cane.  Foto di Pixabay.
L’ASPCA consiglia di evitare che il cane sguazzi o beva acqua da una fonte esterna, soprattutto se sembra salmastra. Si suggerisce che i proprietari portino con sé la propria acqua da bere per il proprio cane. Foto di Pixabay.

Secondo l’ASPCA, i corpi idrici stagnanti, come stagni, laghi e ruscelli, possono contenere parassiti nocivi e agenti patogeni portati dall’acqua. Alcuni di questi, se ingeriti, possono quindi causare disturbi gastrointestinali, tra gli altri problemi.

In Minnesota nel 2019, ai proprietari di cani è stato detto di fare attenzione alle alghe blu-verdi dopo che si sospettava che la morte di un cane fosse collegata all’esposizione, secondo un rapporto della Minnesota Pollution Control Agency. L’agenzia ha raccomandato ai proprietari di controllare le condizioni dell’acqua prima che i loro cani giocassero vicino a laghi o ruscelli a flusso lento e di tenerli completamente lontani dall’acqua carica di alghe.

Le ‘fioriture’ delle alghe blu-verdi hanno un aspetto denso e torbido che può sembrare vernice verde, zuppa di piselli o stuoie galleggianti di schiuma“, afferma il rapporto. “Alcune, ma non tutte, le specie di alghe blu-verdi contengono potenti tossine che possono essere mortali per cani, bestiame e altri animali entro poche ore dal contatto“.

Se un cane entra in corpi idrici con una forte crescita di alghe, l’agenzia raccomanda di lavarli immediatamente, prima che abbiano la possibilità di leccare. Se si sospetta un’esposizione alle alghe, gli animali devono essere portati immediatamente da un veterinario.

Prevenire le scottature

L'AKC ha affermato che è meglio usare la protezione solare progettata per i cani, quindi si consiglia di consultare un veterinario per le opzioni.  Inoltre, per ridurre al minimo il rischio di scottature del cane, si consiglia di limitare l'esposizione al sole durante le ore di punta dalle 10:00 alle 16:00. Foto di Pixabay.
L’AKC ha affermato che è meglio usare la protezione solare progettata per i cani, quindi si consiglia di consultare un veterinario per le opzioni. Inoltre, per ridurre al minimo il rischio di scottature del cane, si consiglia di limitare l’esposizione al sole durante le ore di punta dalle 10:00 alle 16:00. Foto di Pixabay.

Può essere una sorpresa, ma i cani possono scottarsi e sperimentare complicazioni di esposizione al sole, come il cancro della pelle, proprio come fanno le persone. Ma, secondo l’AKC, prendendo alcune precauzioni, come l’uso di creme solari, il rischio del tuo cane di sviluppare problemi medici legati al sole può essere ridotto.

In genere, i cani a pelo corto (e glabro) o di colore chiaro sono più a rischio di scottature. Anche i cani con nasi e palpebre leggermente pigmentati, come bulldog, collie e cani da pastore australiani, sono a rischio.

L’AKC ha affermato che è meglio usare la protezione solare progettata per i cani, quindi si consiglia di consultare un veterinario per le opzioni. Inoltre, per ridurre al minimo il rischio di scottature del cane, si consiglia di limitare l’esposizione al sole durante le ore di punta dalle 10:00 alle 16:00.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

In Tendenza

Cosa sono i prodotti a base di CBD e quali sono i loro benefici

Il cannabidiolo, comunemente noto come CBD, è uno dei...

Offerte Amazon di oggi: mini frigo portatili super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi vorrei proporti i...

Dinastia Tang: rivoluzionario murale in tomba di 1200 anni

Nel 2018, durante dei lavori stradali nei pressi della...

5 trucchi per crescere su Instagram nel 2024

I social sono il presente e il futuro della...

Industria 4.0, il futuro è già qui

Ebbene sì, siamo in piena IV rivoluzione industriale, ovvero...

Ramses: la missione di difesa planetaria verso Apophis

Il programma Space Safety dell'ESA ha ricevuto l'autorizzazione a...

Rhodosporidiobolus fluvialis: nuovo fungo patogeno scoperto in Cina

Un team di scienziati cinesi ha scoperto il Rhodosporidiobolus...

Articoli correlati

Popular Categories