Home Esplorazione Spaziale Campioni Apollo rivelano che la Luna trattiene idrogeno dal vento solare

Campioni Apollo rivelano che la Luna trattiene idrogeno dal vento solare

I ricercatori del Naval Research Laboratory (NRL) degli Stati Uniti hanno scoperto tra i campioni riportati dalle missioni Apollo rocce lunari contenenti idrogeno che, se combinato con l'ossigeno lunare, potrebbe fornire una possibile riserva d'acqua per i futuri esploratori

0
210
Campioni Apollo rivelano che la Luna trattiene idrogenodal vento solare
Campioni Apollo rivelano che la Luna trattiene idrogenodal vento solare

I ricercatori del Naval Research Laboratory (NRL) degli Stati Uniti hanno scoperto tra i campioni riportati dalle missioni Apollo rocce lunari contenenti idrogeno che, se combinato con l’ossigeno lunare, potrebbe fornire una possibile riserva d’acqua per i futuri esploratori.

Un totale di 382 chilogrammi di roccia sono stati riportati dalla Luna dal programma Apollo. Di questi, alcuni campioni sono stati immediatamente studiati mentre altri sono stati sigillati per ricerche future nella speranza che la futura strumentazione fosse più sensibile.

Un gruppo di ricerca dell’NRL, guidato da Katherine D. Burgess e dai membri del suo team Brittany A. Cymes e Rhonda M. Stroud, hanno recentemente annunciato le scoperte cui sono giunte nello studiare alcune rocce lunari.

Lo scopo del loro studio era capire la fonte dell’acqua sulla Luna e comprenderne la formazione. Questo perché la futura esplorazione lunare, in particolare le basi lunari permanenti, farà molto affidamento sulle risorse lunari esistenti.

Il documento articola “L’uso efficace della risorsa dipende dallo sviluppo della comprensione di dove e come all’interno della regolite l’acqua si forma e viene trattenuta“.

Per studiare i campioni, nello specifico il campione lunare 79221, è stato utilizzata la microscopia elettronica a trasmissione, una tecnica che utilizza un fascio di particelle di elettroni per visualizzare i campioni e generare un’immagine altamente ingrandita. In particolare, il team ha esaminato granelli di minerali apatite e merrillite e ha scoperto segni di erosione “spaziale” dovuta al vento solare. Il vento solare è un flusso di particelle cariche che si allontanano dal Sole a velocità fino a 1,6 milioni di km all’ora.

Qui, i ricercatori hanno trovato tracce di idrogeno nei campioni contenuti nelle vescicole: piccoli fori lasciati dopo che la lava si è raffreddata. La scoperta conferma che le molecole che compongono il vento solare restano intrappolate nel suolo lunare in quantità rilevabili, costituendo un potenziale serbatoio che potrebbe essere accessibile ai futuri esploratori.

L’idrogeno stesso è una risorsa estremamente utile e, se potesse essere estratto dal materiale della superficie lunare, potrebbe aiutare molti aspetti dell’esplorazione.

La vera notizia attorno alla scoperta, però, è che potrebbe finalmente risolvere il mistero sulle origini dell’acqua lunare che potrebbe essere il risultato di interazioni chimiche tra il vento solare e le rocce lunari.

Questo articolo è stato originariamente pubblicato da Universe Today. Leggi l’ articolo originale.

2