La navicella “Dragon” è rientrata dalla ISS riportando sulla Terra i risultati di alcuni interessanti esperimenti

Indice

Il veicolo spaziale “Dragon Space” di SpaceX ha fatto il suo splash down nell’Oceano Pacifico sabato, dopo quasi quattro settimane nello spazio, riportando a terra materiale relativo a numerosi studi ed esperimenti svoltisi sulla Stazione Spaziale Internazionale.

L’ammaraggio è avvenuto con successo verso le 10:37 a ovest della Baja California, completando la seconda missione di rifornimento da e verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) con una nave spaziale commerciale, come ha comunicato SpaceX tramite Twitter.

Ha trasportato circa 4.100 libbre di campioni di dimostrazione di carico, scienza e tecnologia della NASA dalla ISS.

La navicella spaziale si è sganciata dalla ISS alle 4:58 del mattino, tramite il robot Canadarm2, utilizzato per staccare Dragon dal modulo Harmony del laboratorio orbitante.

Quando Dragon si è trovato a distanza di sicurezza dalla stazione, i controllori di volo di SpaceX a Hawthorne, in California, hanno eseguito la procedura di deorbit burn, riportando Dragon nell’atmosfera terrestre.

Ora la Dragon sarà trasportata via nave a Long Beach, in California, dove il materiale riportato dalla Stazione Spaziale Internazionale sarà consegnato alla NASA, mentre la navicella tornerà al centro prove di SpaceX a McGregor, in Texas.

La NASA ha comunicato che una serie di studi tecnologici e biologici sono stati riportati a terra dalla Dragon.

Tra questi, un hardware “Made in Space Fibre Optics, che ha dimostrato la possibilità di produzione di filamenti in fibra ottica in un ambiente a gravità micro.

Lo studio ha dimostrato che è possibile produrre un filo in fibra ottica da un vetro di fluoruro di metalli pesanti .

La ricerca indica che la fibra filata in microgravità potrebbe non cristallizzarsi più di tanto, conferendole qualità ottiche migliori della silice utilizzata nella maggior parte dei fili in fibra ottica. I risultati di questa indagine potrebbero portare alla produzione di prodotti in fibra ottica di qualità superiore sia nello spazio che sulla Terra.

Alcuni campioni di carico utile sono stati utilizzati per studiare la reazione allo stress delle piante in presenza di ossigeno ridotto o ipossia, che si verifica ad esempio durante i periodi di alluvione del suolo.

Questi eventi naturali a basso tenore di ossigeno sono percepiti dalle piante e possono portare a cambiamenti nella crescita e nello sviluppo per aiutare la sopravvivenza della pianta, o in casi estremi, portare a perdite significative di produttività e persino alla morte.

I topi di uno studio della NASA saranno sottoposti ad ulteriori studi. L’indagine ha valutato un nuovo dispositivo di somministrazione farmaceutica per il rilascio continuato di farmaci a basse dosi, che potrebbe aiutare a contrastare la perdita di tono muscolare e a evitare la necessità di somministrazione giornaliera o frequente di farmaci.

Una minuscola capsula, impiantata sotto la pelle di un topo, eroga una dose costante e bassa di un farmaco attraverso una membrana di silicone, con canali stretti come 1 / 50.000 della larghezza di un capello umano.

Il farmaco, chiamato formoterolo, è una terapia comune negli inalatori per l’asma e per altre malattie polmonari che rilassa i muscoli responsabili del restringimento delle vie aeree del paziente. La somministrazione di basse dosi può anche aiutare a evitare gli effetti collaterali noti causati dall’assunzione di alte dosi a lungo termine.

Dragon è, attualmente, l’unico veicolo spaziale in grado di rifornire la stazione spaziale e di riportare un carico sulla Terra.

Fonte: Xinhua

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

Missioni Apollo: come osservare i siti di allunaggio

Le missioni Apollo hanno avuto un incredibile successo e...

Scoperte 21 probabili stelle di neutroni in orbita attorno a stelle simili al Sole

La maggior parte delle stelle nel nostro Universo si...

Vita intelligente: 5 ipotesi per rendere chiaro se siamo soli

L’idea che l’umanità possa essere sola nella galassia è...

In Tendenza

Il modello linguistico Gemini rivoluziona la robotica

In un ufficio open space a Mountain View, California,...

Per le Olimpiadi 2024, Parigi diventa ecosostenibile

Le Olimpiadi 2024 di Parigi daranno la priorità alla...

Un millepiedi gigante perso da 120 anni è stato ritrovato

Nel cuore della foresta di Makira, una delle aree...

Evoluzione: alcuni di noi stanno sviluppando una nuova arteria – video

Un team di studiosi della Flinders University e dell’Università di Adelaide in Australia ha scoperto che alcuni di noi stanno sviluppando una nuova arteria e che la percentuale dei soggetti che presentano questa caratteristica è in crescita

Ramses: la missione di difesa planetaria verso Apophis

Il programma Space Safety dell'ESA ha ricevuto l'autorizzazione a...

Nano transparent screen: da 100 pollici sarà rivoluzionario

Nel mondo della tecnologia, l’innovazione non conosce limiti, e...

Articoli correlati

Popular Categories