La cometa più grande che abbiamo mai visto ha appena regalato una sorpresa

La cometa Bernardinelli-Bernstein (BB) – la più grande che i nostri telescopi abbiano mai individuato – è in viaggio dai confini esterni del nostro Sistema Solare in direzione dell'orbita di Saturno

707

La cometa Bernardinelli-Bernstein (BB) – la più grande che i nostri telescopi abbiano mai individuato – è in viaggio dai confini esterni del nostro Sistema Solare in direzione dell’orbita di Saturno.

Ora, una nuova analisi dei dati che abbiamo raccolto su BB ha rivelato qualcosa di sorprendente.

Scavando nelle letture registrate dal Transient Exoplanet Survey Satellite (TESS) tra il 2018 e il 2020, i ricercatori hanno scoperto che BB è diventata attiva molto prima e molto più lontano dal Sole, di quanto si ritenesse potesse succedere.

Una cometa si attiva quando la luce del Sole riscalda la sua superficie ghiacciata, trasformando il ghiaccio in vapore che libera polvere e sabbia intrappolate. La foschia risultante, chiamata coma, può essere utile per gli astronomi per capire esattamente di cosa è fatta una particolare cometa.

Nel caso di Bernardinelli-Bernstein, è ancora troppo lontana perché l’acqua possa sublimarsi. Sulla base di studi su comete a distanze simili, è probabile che la nebbia emergente sia guidata invece da un lento rilascio di monossido di carbonio. Solo una cometa attiva è stata precedentemente osservata direttamente a una distanza maggiore dal Sole, ed era molto più piccola di Bernardinelli-Bernstein.

Queste osservazioni stanno spingendo le distanze delle comete attive drammaticamente più lontano di quanto non sapessimo in precedenza“, afferma l’astronomo Tony Farnham, dell’Università del Maryland (UMD).

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Per rilevare il coma intorno a Bernardinelli-Bernstein è stata necessaria una stratificazione intelligente delle immagini: i ricercatori hanno dovuto combinare più istantanee di TESS, che utilizza esposizioni lunghe 28 giorni, allineando ogni volta la posizione della cometa per osservarla meglio.

Le dimensioni della cometa – circa 100 chilometri di diametro – e la sua distanza dal Sole quando è diventata attiva sono i principali indizi della presenza di monossido di carbonio. In effetti, in base a ciò che sappiamo sul monossido di carbonio, BB stava probabilmente già producendo un coma prima che arrivasse in vista dei nostri telescopi.

Partiamo dal presupposto che la cometa Bernardinelli-Bernstein fosse probabilmente attiva anche più lontano, ma non l’abbiamo mai vista prima“, afferma Farnham.

Quello che non sappiamo ancora è se c’è un punto limite in cui possiamo iniziare a vedere queste cose prima che diventino attive“.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Ripetendo la tecnica di impilamento delle immagini su oggetti della fascia di Kuiper, i ricercatori sono stati in grado di confermare che i loro metodi sono davvero validi e che l’attività che hanno individuato intorno a BB non era solo un effetto sfocato causato dall’inserimento di diverse immagini una sull’altra.

Tutti questi calcoli accurati sono utili agli astronomi per capire da dove provengono le singole comete e da lì per risalire alla storia del nostro Sistema Solare. Questo è certamente il caso di Bernardinelli-Bernstein, che continua ad essere di grande interesse per gli esperti.

E, man mano che i nostri telescopi e le nostre sonde diventano ancora più potenti, le scoperte di comete continueranno ad arrivare, sia che si tratti di trovare i tipi di comete più rari nello spazio, sia di trovare comete con composizioni chimiche che sono molto lontane dalla norma.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Questo è solo l’inizio“, afferma Farnham. “TESS sta osservando cose che non sono ancora state scoperte, e questo è una specie di banco di prova di ciò che saremo in grado di trovare“.

Abbiamo il potenziale per, una volta vista una cometa, tornare indietro nel tempo nelle immagini e trovarle mentre si trovano a distanze maggiori dal Sole“.

La ricerca è stata pubblicata sul Planetary Science Journal.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---