Il programma di caccia agli UFO del Pentagono potrebbe ancora esistere

Almeno per il momento, i risultati delle indagini dell'UAPTF sono classificate, tuttavia, come riportava il Times, un briefing consegnato ai rappresentanti del Dipartimento della Difesa a marzo da un ex consulente per il programma UFO menzionava i recuperi di "veicoli di provenienza non terrestre"

926

Secondo recenti rapporti del comitato di intelligence del Senato, il governo degli Stati Uniti è impegnato in una ricerca sugli oggetti volanti non identificati (UFO), ricerca che fa parte di un programma chiamato Unidentified Aerial Phenomenon Task Force (UAPTF) che opera sotto l’Ufficio dei servizi segreti navali degli Stati Uniti.
Questa Task force sembra aver assunto le responsabilità di un altro gruppo del Pentagono a caccia di UFO che è stato presumibilmente sciolto nel 2012; Secondo quanto riportato dal New York Times il 23 luglio, i risultati ottenuti dall’UAPTF potrebbero essere resi pubblici entro i prossimi sei mesi.
Almeno per il momento, i risultati delle indagini dell’UAPTF sono classificate, tuttavia, come riportava il Times, un briefing consegnato ai rappresentanti del Dipartimento della Difesa a marzo da un ex consulente per il programma UFO menzionava i recuperi di “veicoli di provenienza non terrestre”. Nonostante questa affermazione, secondo il Times, qualsiasi prova della presunta tecnologia extraterrestre deve ancora essere prodotta.
Gli UFO, chiamati anche fenomeni aerei non identificati (UAP), sono oggetti che in una piccola percentuale non possono essere facilmente spiegati. L’obiettivo principale delle agenzie militari che indagano sugli UFO non è trovare alieni intelligenti che volteggiano nei nostri cieli ma determinare se questi oggetti misteriosi e inafferrabili rappresentano o meno una minaccia per la sicurezza nazionale, con buona pace dei tanti ufologi che ritengono che i vari governi nascondano una qualche verità sul fenomeno.
In passato, programmi pionieristici come il Project Blue Book dell’Air Force e il National Investigations Committee on Aerial Phenomena (NICAP) si sono concentrati sugli avvistamenti UFO segnalati negli Stati Uniti dagli anni ’50 agli anni ’80, mentre l’Advanced Aerospace Threat Identification Program (AATIP) del Pentagono è nato nel 2007 e presumibilmente ha cessato le operazioni nel 2012 quando il suo budget è stato ritirato, secondo quanto riportato sul sito Live Science.
Tuttavia la ricerca degli UFO da parte del Pentagono pare non sia affatto terminata nel 2012. I rappresentanti del Dipartimento della Difesa hanno recentemente confermato che la caccia agli UFO era ancora attiva nel 2017 e continua, secondo il Times, ancora oggi sotto lo UAPTF.
Il comitato di intelligence del Senato degli Stati Uniti ha affrontato le attività dell’UAPTF a giugno, nel loro Intelligence Authorization Act for Fiscal Year 2021; questo ha portato il pubblico a conoscenza dell’agenzia investigativa sugli UFO, afferma il Times. Il disegno di legge del comitato cerca di regolare il monitoraggio, l’organizzazione e l’accessibilità delle informazioni relative agli UFO raccolte dalla task force. Ciò includerebbe il rilascio di un rapporto pubblico “presentato in forma non classificata” entro 180 giorni dall’emanazione del disegno di legge, secondo quanto riportato da WordsSideKick.com.
La commissione comprende che l’intelligence pertinente può essere sensibile; tuttavia, la commissione ritiene che la condivisione delle informazioni e il coordinamento attraverso la comunità dell’intelligence sia stata incoerente”, hanno scritto i membri del comitato nel disegno di legge.
Fonte: Live Science