L’annuncio dell’esistenza dell’intelligenza extraterrestre potrebbe essere imminente

Lisa Kaltenegger, una delle maggiori esperte nella ricerca dell'intelligenza extraterrestre, ritiene che il telescopio spaziale James Webb possa aiutare l'umanità a scoprire la vita al di fuori del nostro pianeta nei prossimi 5-10 anni

2
632
Intelligenza extraterrestre

Lisa Kaltenegger, una delle maggiori esperte nella ricerca dell’intelligenza extraterrestre, ritiene che il telescopio spaziale James Webb possa aiutare l’umanità a scoprire la vita al di fuori del nostro pianeta nei prossimi 5-10 anni.

Sono tra noi? Lo zoo alieno, Alieni, intelligenza extraterrestre

Grazie a Webb potremmo scoprire presto forme di intelligenza extraterrestre

Lisa Kaltenegger, che dirige il Carl Sagan Institute alla Cornell, ha dichiarato che, poiché il telescopio Webb è progettato per rilevare biofirme, la parola scientifica per “segni di vita”, compreso il gas metano prodotto da organismi potremmo benissimo individuare forme di intelligenza extraterrestre molto presto.

Intelligenza extraterrestre

Kaltnegger, il cui nuovo libro “Alien Earths: Planet Hunting in the Cosmos” è stato pubblicato nell’aprile 2024, si è mostrato entusiasta quando ha parlato del JWST, spiegando che con i suoi progressi tecnologici, l’umanità è ora in: “Questa era di esplorazione dorata, con migliaia di altri mondi a portata di mano, che ora possiamo effettivamente indagare”.



La scienziata è particolarmente interessata ai pianeti che circondano Trappist-1, una stella nana rossa situata a soli 40 anni luce di distanza e che si sospetta contenga acqua e, potenzialmente, vita. Scoperto nel 2017, il sistema Trappist-1 sembra avere diversi pianeti nella cosiddetta “zona abitabile” dove potrebbero ospitare acqua liquida, e secondo i calcoli di Kaltnegger, è probabile che troveremo individuare forme di intelligenza extraterrestre.

Il sistema Trappist-1

Abbiamo la possibilità di trovare i gas su questi mondi“, ha detto al sito britannico. “E per capire se ci sono firme biologiche su di loro entro i prossimi, diciamo, dai cinque ai dieci anni“.

Se la vita è ovunque, può essere in quel sistema“, ha continuato Kaltnegger: “Può darsi che dobbiamo osservare 100 sistemi prima di trovare la forme di intelligenza extraterrestre, o 1.000. Ma potrebbe anche essere che abbiamo bisogno di osservare solo un sistema“. Se fossimo così fortunati, ha specificato, la scoperta “potrebbe avvenire solo tra un paio d’anni”.

Quando le è stato chiesto di alcuni dei sostenitori degli extraterrestri, l’astronoma di origine austriaca ha espresso una condanna diplomatica: “Penso che le persone siano molto, molto intelligenti”, ha detto: “E in realtà iniziano a dubitare di queste cose quando è semplicemente un po’ troppo conveniente“.

La teoria della foresta oscura risolve il paradosso di Fermi?

Ciononostante, Kaltnegger ha considerato l’informatore del Congresso David Grusch, le cui inusuali affermazioni sul fatto che il governo ha adattato ” veicoli non umani ” e recuperato carcasse aliene hanno notevolmente irritato la comunità SETI, anche se ha ammesso che sarebbe sarebbe “molto più facile” se le sue affermazioni fossero vere.

Quando lo vedo, onestamente quello che penso è: ‘Vorrei che fosse vero‘”, ha dichiarato: “Sarebbe molto più semplice se gli alieni venissero qui. Perché la ricerca della composizione chimica e del gas come firma biologica è difficile, anche con i più grandi telescopi che abbiamo”.

È chiaro tuttavia che l’astronoma creda fermamente che presto individueremo forme di intelligenza extraterrestre, e se le sue ipotesi plausibili sulle tempistiche fossero corrette, potrebbe accade presto.

L’intelligenza extraterrestre

La vita sulla Terra, strutturalmente basata su carbonio, idrogeno, azoto e altri elementi, utilizza l’acqua come mezzo di interazione. Il fosforo, come fosfato legato a un residuo organico, è necessario per l’immagazzinamento e il trasporto di energia ; lo zolfo è coinvolto nella configurazione tridimensionale delle molecole proteiche e altri elementi sono presenti in concentrazioni minori.

Questi atomi particolari devono essere gli atomi della vita ovunque, o potrebbe esserci un’ampia gamma di possibilità atomiche negli organismi extraterrestri? Quali sono i vincoli fisici generali dell’intelligenza extraterrestre?

L’astrobiologia, un termine coniato per lo studio di tutta la vita in qualsiasi parte dell’universo (compresa la Terra), ha sostituito l’esobiologia, lo studio esclusivo dell’intelligenza extraterrestre e quindi criticabile come “una scienza priva di materia”.

A differenza dell’esobiologia, l’astrobiologia rispetta la possibilità scientifica che la vita oltre la Terra potrebbe non essere mai trovata e che non è stata fornita alcuna prova dell’esistenza di vita oltre la Terra.

L'ossigeno è la chiave per trovare tecnofirme aliene

Esiste tuttavia un intero spettro di possibilità per forme di intelligenza extraterrestre su altri mondi. Un pianeta può essere senza vita e privo di tracce di materia organica o fossili. In alternativa, potrebbe essere senza vita ma contenere materia organica o fossili.

Potrebbero esserci forme di vita con biochimica, fisiologia e comportamento semplici o piuttosto complessi. Si può trovare anche una vita intelligente dotata di una civiltà tecnica. La conferma di una qualsiasi di queste possibilità sarebbe di grande importanza scientifica.

2