Il potere dell’intelligenza artificiale per il web: come la utilizzano gli sviluppatori

L’Intelligenza Artificiale entrerà anche nel mondo online, come nel caso del web design, sebbene si sia ancora agli inizi di questa rivoluzione. Ecco perché in questo articolo andremo ad approfondire un tema che tocca, molto da vicino, una larga schiera di professionisti, come nel caso dei developer

0
700
Indice

Oggi si sente spesso parlare di intelligenza artificiale, e non deve stupire, considerando che oramai si tratta di una realtà piuttosto diffusa in molti ambiti differenti.

Da adesso, però, l’IA entrerà anche nel mondo online, come nel caso del web design, sebbene si sia ancora agli inizi di questa rivoluzione. Ecco perché in questo articolo andremo ad approfondire un tema che tocca, molto da vicino, una larga schiera di professionisti, come nel caso dei developer.

Caratteristiche e funzionamento dell’intelligenza artificiale

Per IA si fa riferimento ad un ecosistema di processi in grado di prendere dei dati da un archivio, di analizzarli e di convertirli in azioni automatiche e concrete. Si parla ad esempio dei processi che, in via del tutto autonoma, raccolgono le informazioni degli utenti e le elaborano per fornire loro un servizio personalizzato e maggiormente utile. Naturalmente di fantascientifico c’è ben poco: l’intelligenza artificiale oggi continua ad aver bisogno del supporto umano, per potersi completare. Di contro, il suo insieme di input e di processi automatici consente di ridurre i tempi e la fatica spesa degli operatori fisici.

Nel corso del tempo l’IA è andata evolvendosi, anche nel mondo dell’informazione ad esempio, e ci si aspetta che ulteriori cambiamenti si verifichino presto. Il primo progetto di intelligenza artificiale venne sviluppato nell’oramai lontano 1956 da un team di studenti universitari statunitensi, salvo poi evolversi in varie sottocategorie, come nel caso dell’NLP (natural language processing).



Legati all’intelligenza artificiale, poi, si trovano altri elementi, tra cui il machine learning, ovvero la capacità della macchina di apprendere strada facendo, migliorandosi e migliorando la risposta data dopo l’analisi di un certo quantitativo di informazioni.

L’intelligenza artificiale e lo sviluppo nel web

Presto l’intelligenza artificiale rivoluzionerà anche il settore del web design, a tutto tondo. Interverrà infatti in ogni sfaccettatura di questo mestiere, dalla costruzione dei siti web fino ad arrivare alla creazione dei loghi, passando per le strutture mobile responsive, la UX e molto altro ancora.

Già adesso esistono dei sistemi denominati “costruttori intelligenti”: si tratta di builder che danno la possibilità di creare siti complessi step by step, seguendo delle procedure guidate, che servono per istruire l’IA. Naturalmente, però, per riuscire a utilizzare al meglio questi strumenti e comprendere tutte le logiche nel campo dello sviluppo web, è necessario acquisire le giuste competenze in materia.

Esistono a tal proposito alcuni percorsi formativi, come il corso da sviluppatore web di Epicode per citarne uno, che attraverso lezioni ed esercitazioni pratiche forma figure professionali specializzate nella programmazione web. Infine, per sottolineare quanto l’intelligenza artificiale sia già molto presente in rete, oggi possiamo trovare alcuni esempi attivi sul web, come nel caso dei famosi chatbot. Questi assistenti digitali sono oramai in grado di fornire risposte molto precise ai visitatori e ai potenziali clienti.

2