Il pianeta più raro dell’universo potrebbe essere su Orione

Appollaiato sulla punta del naso di Orione, a circa 1.300 anni luce dalla Terra, il pianeta GW Orionis, in un raro esempio di sistema solare a tre stelle, con due soli in orbita al centro e una terza stella che orbita attorno agli altri due da diverse centinaia  di milioni di miglia di distanza.

30077

Potrebbe essere il primo pianeta conosciuto nell’universo a orbitare attorno a tre soli contemporaneamente. Appollaiato sulla punta del naso di Orione, a circa 1.300 anni luce dalla Terra, il pianeta GW Orionis, in un raro esempio di sistema solare a tre stelle, con due soli in orbita al centro e una terza stella che orbita attorno agli altri due da diverse centinaia  di milioni di miglia di distanza. Gli scienziati hanno precedentemente identificato il sistema dai suoi tre anelli luminosi di polvere che forma il pianeta, annidati l’uno nell’altro come un enorme occhio di bue arancione nel cielo. Ora, un’analisi più attenta rivela che gli anelli possono contenere più della semplice polvere; secondo due studi recenti, potrebbe esserci un pianeta giovane, all’interno degli anelli. Nienke van der Marel, astrofisico presso l’Università di Victoria in Canada e coautore dello studio del 21 maggio, ha detto in una dichiarazione:
“Le nostre simulazioni mostrano che l’attrazione gravitazionale delle stelle triple da sola non può spiegare il grande disallineamento osservato, pensiamo che la presenza di un pianeta abbia probabilmente scolpito un varco di polvere e rotto il disco, dove si incontrano gli anelli interno ed esterno”.

La maggior parte dei sistemi solari dell’universo sono costituiti da coppie binarie, due stelle che orbitano l’una intorno all’altra attorno a un centro di gravità comune. Anche il sole della Terra potrebbe avere un gemello perduto da tempo in agguato da qualche parte oltre Nettuno, ha affermato un recente studio lo scienziato. L’anello più interno del sistema è totalmente disallineato con i due anelli esterni più grandi, che sporgono diagonalmente fuori dall’aereo come una nave che affonda.  I sistemi a tre stelle, come GW Orionis, sono molto meno comuni, poiché l’attrazione gravitazionale combinata di tre soli può essere difficile da conciliare; Se la massa della terza stella e la distanza dall’altra coppia non sono corrette, quella stella può facilmente essere scaricata dal sistema e nello spazio interstellare. Anche quando tre stelle si allineano, la loro gravità combinata può avere effetti strani. Nel nostro sistema solare, ogni pianeta si trova all’interno di un singolo disco di gas e polvere e ognuno orbita su un piano relativamente piatto allineato con il nostro sole. In GW Ori, tre diversi anelli di polvere orbitano attorno al centro del sistema solare e nessuno di essi è allineato con l’orbita delle tre stelle.