Il black out di New York del 1965

Iniziò tutto a New York alle 17.17 del 9 novembre del 1965 e interessò un'area di 200 000 Km quadrati; il black-out si protrasse per 12 ore

0
3078
Indice

Improvvisamente, nel novembre del 1965 su New York e il nord est degli USA, seguiti a ruota dagli stati del sud del Canada calò l’oscurità. Era il primo dei black out che si sarebbero estesi all’anno seguente. Non passò molto tempo che qualcuno collegò i black out a misteriosi fenomeni luminosi comparsi in quelle aree.

I fenomeni luminosi venivano solitamente segnalati nei pressi delle centrali elettriche. Forse, ipotizzarono alcuni ufologi, gli alieni erano in qualche modo interessati alle nostre fonti di energia o semplicemente senza volerlo interagivano con esse.

Iniziò tutto a New York alle 17.17 del 9 novembre del 1965 e interessò un’area di 200 000 Km quadrati; il black-out si protrasse per 12 ore. A causarlo fu un contatto nella centrale idro-elettrica del Niagara Falls, vicino alle cascate, la cui causa non fu mai compresa.

Lo stato di New York fu il primo ad oscurarsi, alle 17.28 le luci di Manhattan si spensero, successivamente furono colpiti anche il Massachusetts, Connecticut, Rhode Island, Vermont, Maine, New Hampshire e due province canadesi. Il black-out interessò solo in parte il New Jersey e la Pennsylvania.

Spesso si parla di questi black-out solo in rapporto a luci misteriose, o UFO se preferite, segnalati in concomitanza del black-out stesso senza fare cenno ai gravi se non drammatici problemi che un’interruzione di corrente del genere può causare ad interi stati con città abitate da milioni di persone: spegnimento di semafori con immediata paralisi del traffico, ospedali paralizzati senza energia per effettuare interventi chirurgici salvavita, aerei a terra o dirottati in scali sicuri e migliaia di persone bloccate all’interno degli ascensori o nelle metropolitane. A New York si registrarono 3 morti, 2 delle quali per arresto cardiaco e l’altra per una caduta dalle scale.



Nell’estate del 1968, su richiesta del Comitato per la scienza e l’astronautica della Camera dei rappresentanti degli Stati Uniti, ebbe luogo un simposio sugli UFO. Nel corso del simposio, si discusse dei blackout della costa orientale del 1965. Intervenne anche il Dr. James E. McDonald, fisico e accademico statunitense, professore di Meteorologia all’Università di Tucson. McDonald è conosciuto anche per la sua attività nel campo dell’ufologia. Fu lui a rilasciare alcune dichiarazioni durante lo svolgimento del simposio.

Sono stati visti UFO sorvolare strutture elettriche! Inoltre, le interruzioni di corrente spesso seguono questi avvistamenti”.

Il dottor McDonald intervistò i testimoni del blackout avvenuto a New York del 1965.

Uno dei testimoni sosteneva di aver visto uno strano oggetto librarsi nel cielo per svanire proprio mentre la corrente iniziava a mancare. Rivelò inoltre che la Federal Power Commission era in possesso di “dozzine di rapporti di avvistamento UFO” dalla sera del blackout.

Questi rapporti, proseguì, sarebbero venuti alla luce anche nell’area del New England. Cinque persone di Siracuse giurerebbero anche di aver visto un brillante oggetto simile a una palla immediatamente dopo il blackout.

Secondo il dottor McDonald non c’erano spiegazioni offerte per l’impennata di potenza che sembrava aver causato il blackout del 1965. Ipotizzò che ci fossero “coincidenze leggermente inquietanti” che avrebbero dovuto essere essere oggetto di indagini approfondite e serie.

Il Dr. James McDonald si suicidò nel 1971, tre anni dopo il simposio.

Forse il fenomeno UFO che McDonald e altri associarono al black-out era un azzardo come tentativo di spiegarne la genesi e forse non sapremo mai quali furono le vere cause tecniche ma, nelle 12 ore di buio, il tasso di criminalità scese invece di aumentare e la polizia compì 59 arresti.

Un aneddoto rivela che, 9 mesi più tardi (intorno all’agosto 1966), vi fu un netto incremento delle nascite. Tale dato, tuttavia, non è mai stato ufficialmente confermato.

Robert Wagner, all’epoca sindaco di New York, definì l’episodio «la più bella notte della città».

Nel 1985, per commemorare il ventennale dell’avvenimento, si tennero feste e cerimonie illuminate da fasci di raggi laser.

Fonte: https://www.ufoinsight.com/east-coast-power-blackout-1965-ufos-blame/

2