Grotta spagnola, trovato disegno preistorico di un Bisonte 

Le sorprendenti incisioni spagnole di un bisonte, trovate in una delle grotte di Aizpitarte, nei Paesi Baschi, rivelano un antico stile paneuropeo, risalente ad almeno 27 mila anni fa 

0
1337

Il dottore in preistoria, dell’Università della Cantabria, in Spagna, Diego Garate, ha redatto un lavoro lungo 5 anni, sulla straordinaria scoperta fatta nella penisola iberica. Il ricercatore aveva infatti portato alla luce nel 2015, in una delle grotte di Aizpitarte, nei Paesi Baschi, un dipinto antico di 27.000 anni, rappresentante un bisonte, di un metro e mezzo di lunghezza. La cosa più interessante è che gli esperti sostengono che questa scoperta indichi che gli antichi europei condividevano una cultura artistica.

Siamo passati attraverso un piccolo arco molto basso, alto circa 50 centimetri, che portava in un passaggio, e quando ho alzato la testa, ho visto un bisonte impressionante, coperto di graffiti sulla roccia“, ha detto lo studioso. “Le sue caratteristiche erano simili a quelle di altri bisonti trovati in almeno 17 grotte, in diverse parti della penisola iberica e dell’Europa centrale“. Questo lavoro di analisi delle incisioni di animali è stato pubblicato  ad ottobre sulla rivista “PLOS One“.

Una rete culturale in tutta Europa

La ricerca indica l’esistenza di reti culturali in tutta l’Europa antica. “Questi bisonti sono la prova di quello che sarebbe il primo esempio di globalizzazione su scala continentale, dall’Europa centrale alla penisola iberica, qualcosa come la prima Unione europea 27.000 anni fa“, ha affermato Manuel González Morales, dell’International Institute of Prehistoric Research.

Circa 30.000 anni fa, l’arte rupestre fioriva in tutta Europa, con rappresentazioni di animali. Stili comuni sono stati utilizzati in luoghi distanti migliaia di chilometri. L’ambito di quello che è noto come il complesso culturale gravettiano è stato ora ulteriormente ampliato, con la scoperta del suo caratteristico stile di incisione nella penisola iberica per la prima volta.

I reperti culturali di un periodo compreso tra 34.000 e 24.000 anni fa mostrano molte caratteristiche comuni nella maggior parte dell’Europa. Lo vediamo non solo nell’arte sulle pareti delle caverne del periodo, ma anche negli strumenti e persino nelle pratiche di sepoltura dell’epoca.



Comunanza di stili in tutta Europa

Una persona che viveva in Francia in quel periodo non avrebbe avuto alcun contatto diretto con qualcuno a poche centinaia di chilometri di distanza, figuriamoci nei Balcani.

Oggetti portatili come le famose “Veneri” dell’epoca, ovvero piccole statue preistoriche raffiguranti donne con attributi sessuali molto pronunciati, potrebbero essere stati trasportati e copiati. Ma la comunanza negli stili delle caverne tra artisti che non avrebbero mai potuto vedere il lavoro degli altri è senza dubbio  più notevole.

L’esempio dei bisonti

Un esempio è stato il modo in cui sono stati ritratti i bisonti, un soggetto preferito. Senza rispetto per la prospettiva, le corna e le zampe sono disegnate come se fossero viste di fronte ma il corpo di lato. Sebbene altre caratteristiche della cultura gravettiana siano state trovate nell’estremo ovest del Portogallo, il caratteristico stile di disegno sembrava assente da ciò che ora è la Spagna o il Portogallo. Ora, le incisioni in tre grotte sulla collina di Aitzbitarte, mostrano questo aspetto della cultura gravettiana anche attraversato i Pirenei.

Trovati disegni anche di altri animali

Le caverne sono troppo strette per le tecniche di scansione laser e altri metodi di registrazione e le incisioni sono difficili da distinguere. Alcune linee sono state quasi cancellate dai visitatori che si sfregavano contro di loro. Tuttavia, gli autori, guidati dal ricercatore Diego Garate dell’Universidad de Cantabria, sono stati in grado di mettere insieme il bisonte, i cavalli e altri animali raffigurati. Tutte le linee sembrano essere state praticate in un’unica incisione e si trovano lontano dai passaggi principali in zone di difficile accesso, almeno oggi.

Fonte: https://www.iflscience.com/plants-and-animals/spanish-engravings-of-bison-reveal-an-ancient-paneuropean-style/

2