17.6 C
Rome
domenica, Novembre 27, 2022
HomeEsplorazione SpazialeDischi volanti sulla Luna: un nuovo concetto di Hovering Rover

Dischi volanti sulla Luna: un nuovo concetto di Hovering Rover

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Gli scienziati del MIT stanno sviluppando un nuovo concetto per un rover circolare sospeso che levita grazie al campo elettrico naturale della Luna, rivela un comunicato stampa.

Le nuove macchine sfruttano il fatto che corpi senz’aria come la Luna e gli asteroidi creano un campo elettrico attraverso l’esposizione diretta al Sole e al plasma circostante. Tali macchine potrebbero essere impiegate in missioni di esplorazione redditizie sulla superficie della Luna e sugli asteroidi vicini.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Un nuovo tipo di astronave in bilico

Su un corpo grande come la Luna, la carica superficiale è abbastanza forte da alimentare le macchine levitanti – infatti, è già stato dimostrato che fa levitare la polvere lunare fino a un metro dal suolo.

Il rover levitante del team del MIT, che, nei rendering, assomiglia notevolmente a un disco volante che invia un raggio sulla superficie lunare, utilizza piccoli raggi di ioni per caricare il veicolo e aumentare la carica superficiale naturale della superficie. Piccoli propulsori ionici, chiamati sorgenti di ioni liquidi, si collegano a un serbatoio contenente liquido ionico sotto forma di sale fuso a temperatura ambiente.

Quando la carica elettrica raggiunge il liquido ionico, i suoi ioni vengono caricati ed emessi verso il basso e fuori dal rover come un raggio attraverso i propulsori. La forma del disco del sistema massimizza la forza repulsiva tra il rover e il terreno, il che significa che ha bisogno di pochissima potenza.

“Questo tipo di design ionico utilizza pochissima energia per generare molta tensione”, ha affermato Paulo Lozano, coautore di un nuovo articolo che descrive in dettaglio il design. “La potenza necessaria è così piccola che potresti farlo quasi gratuitamente”.

I piccoli rover potrebbero esplorare il Sistema Solare

Nei loro test iniziali, il team ha dimostrato che un boost di ioni dalla loro macchina sarebbe abbastanza forte da far levitare un piccolo rover da 2 libbre (907 grammi) sulla Luna e persino su grandi asteroidi come 16 Psyche.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

“Pensiamo di utilizzarlo come le missioni Hayabusa lanciate dall’agenzia spaziale giapponese”, ha affermato l’autore principale Oliver Jia-Richards, uno studente laureato presso il Dipartimento di aeronautica e astronautica del MIT.

“Quel veicolo spaziale ha operato attorno a un piccolo asteroide e ha dispiegato piccoli rover sulla sua superficie. Allo stesso modo, pensiamo che una futura missione potrebbe inviare piccoli rover in bilico per esplorare la superficie della Luna e altri asteroidi”.

Consentire l’esplorazione degli asteroidi e degli angoli più remoti della Luna potrebbe essere un’impresa incredibilmente redditizia. Nel 2020, ad esempio, la NASA ha stimato che l’asteroide 16 Psyche potrebbe essere composto da circa 10.000 quadrilioni di dollari in metalli rari. Le future missioni Artemis della NASA, che rimanderanno gli esseri umani sulla Luna entro il 2025 circa, dovranno anche procurarsi materiali dalla superficie lunare per consentire all’agenzia spaziale di mantenere una presenza costante sul nostro vicino celeste.

Articoli più letti