Discendente vivente di Toro Seduto confermato dall’analisi del DNA

L'affermazione di un uomo di essere il pronipote del leggendario leader dei nativi americani Toro Seduto è stata confermata utilizzando il DNA estratto dalla ciocca del cuoio capelluto di Toro Seduto

L’affermazione di un uomo di essere il pronipote del leggendario leader dei nativi americani Toro Seduto è stata confermata utilizzando il DNA estratto dalla ciocca del cuoio capelluto di Toro Seduto. Questa è la prima volta che il DNA antico è stato utilizzato per confermare una relazione familiare tra individui viventi e storici.

La conferma è stata resa possibile utilizzando un nuovo metodo per analizzare i lignaggi familiari utilizzando antichi frammenti di DNA, sviluppato da un team di scienziati guidati dal professor Eske Willerslev dell’Università di Cambridge e dal Lundbeck Foundation GeoGenetics Centre. I risultati sono pubblicati sulla rivista Science Advances.

La tecnica ricerca il “DNA autosomico” nei frammenti genetici estratti da un campione corporeo. Poiché ereditiamo metà del nostro DNA autosomico da nostro padre e metà da nostra madre, ciò significa che le corrispondenze genetiche possono essere verificate indipendentemente dal fatto che un antenato sia dalla parte del padre o della madre della famiglia.

Il DNA autosomico del blocco del cuoio capelluto del leader dei Lakota Sioux Toro Seduto è stato confrontato con i campioni di DNA di Ernie Lapointe e altri Lakota Sioux. La corrispondenza risultante conferma che Lapointe è il pronipote di Toro Seduto e il suo discendente vivente più prossimo.

Capelli dalla ciocca del cuoio capelluto del leader dei Lakota Sioux Toro Seduto, da cui è stato estratto il DNA per l'analisi.
Capelli dalla ciocca del cuoio capelluto del leader dei Lakota Sioux Toro Seduto, da cui è stato estratto il DNA per l’analisi.

“Il DNA autosomico è il nostro DNA non specifico per genere. Siamo riusciti a localizzare quantità sufficienti di DNA autosomico nel campione di capelli di Toro Seduto e a confrontarlo con il campione di DNA di Ernie Lapointe e di altri Lakota Sioux e siamo stati lieti di scoprire che corrispondeva”, ha affermato il professor Eske Willerslev del Dipartimento dell’Università di Cambridge of Zoology and Lundbeck Foundation GeoGenetics Centre, autore senior del rapporto.

Lapointe ha detto: “Nel corso degli anni, molte persone hanno cercato di mettere in discussione il rapporto che io e le mie sorelle abbiamo con Toro Seduto”.

Lapointe crede che le ossa di Toro Seduto si trovino attualmente in un sito a Mobridge, nel Dakota del Sud, in un luogo che non ha alcun legame significativo con Toro Seduto e la cultura che rappresentava. Afferma di avere anche preoccupazioni per la cura della tomba. Ci sono due luoghi di sepoltura ufficiali per Toro Seduto – a Fort Yates, North Dakota e Mobridge – ed entrambi ricevono visitatori.

Con le prove del DNA a sostegno della sua affermazione di una linea di sangue, Lapointe ora spera di seppellire nuovamente le ossa del grande leader dei nativi americani in un luogo più appropriato.

La nuova tecnica può essere utilizzata quando sono disponibili dati genetici molto limitati, come nel caso di questo studio. Il lavoro apre la strada a test del DNA simili sulla relazione tra molte altre figure storiche morte da tempo e i loro possibili discendenti viventi.

L'analisi del DNA estratto dalla ciocca del cuoio capelluto di Toro Seduto ha confermato che Ernie Lapointe è il pronipote di Toro Seduto e il suo più prossimo discendente vivente
L’analisi del DNA estratto dalla ciocca del cuoio capelluto di Toro Seduto ha confermato che Ernie Lapointe è il pronipote di Toro Seduto e il suo più prossimo discendente vivente

La tecnica potrebbe anche essere utilizzata per rispondere a domande importanti basate sul vecchio DNA umano che in precedenza poteva essere considerato troppo degradato per essere analizzato, ad esempio nelle indagini forensi.

“In linea di principio, potresti indagare su chiunque tu voglia, dai fuorilegge come Jesse James alla famiglia dello zar russo, i Romanov. Se c’è accesso al vecchio DNA – tipicamente estratto da ossa, capelli o denti, possono essere esaminati allo stesso modo”, ha detto Willerslev, membro del St John’s College di Cambridge.

Gli scienziati hanno impiegato 14 anni per trovare un modo per estrarre il DNA utilizzabile dal pezzo di capelli di Toro Seduto di 5-6 cm. I capelli erano estremamente degradati, essendo stati conservati per oltre un secolo a temperatura ambiente nello Smithsonian Museum di Washington prima di essere restituiti a Lapointe e alle sue sorelle nel 2007.

La tecnica differisce dagli approcci tradizionali all’analisi del DNA, che cercano una corrispondenza genetica tra DNA specifico nel cromosoma Y trasmesso lungo la linea maschile, o, se la persona morta da tempo era femmina, DNA specifico nei mitocondri trasmesso da una madre a sua prole. Nessuno dei due è particolarmente affidabile, e in questo caso nessuno dei due potrebbe essere utilizzato poiché Lapointe sosteneva di essere imparentato con Toro Seduto da parte di madre.

Chi era Toro Seduto?

Tatanka-Iyotanka, meglio conosciuto come il capo dei nativi americani e capo militare Toro Seduto (1831-1890), guidò 1.500 guerrieri Lakota nella battaglia di Little Bighorn nel 1876 e spazzò via il generale americano Custer e cinque compagnie di soldati. L’impresa intrisa di sangue – nota anche come “la battaglia dell’erba grassa” – simboleggia per sempre la resistenza dei nativi americani all’insaziabile appetito dell’uomo bianco per la costruzione di un impero. Toro Seduto fu assassinato nel 1890 dalla “polizia indiana”, che agiva per conto del governo degli Stati Uniti.

“Toro Seduto è sempre stato il mio eroe, sin da quando ero ragazzo. Ammiro il suo coraggio e la sua determinazione. Ecco perché mi sono quasi soffocato con il mio caffè quando ho letto su una rivista nel 2007 che lo Smithsonian Museum aveva deciso di restituire i capelli di Toro Seduto a Ernie Lapointe e alle sue tre sorelle, in conformità con la nuova legislazione statunitense sul rimpatrio degli oggetti dei musei”, ha detto Willerslev.

Ha aggiunto: “Ho scritto a Lapointe e gli ho spiegato che mi sono specializzato nell’analisi del DNA antico e che ero un ammiratore di Toro Seduto, e lo considererei un grande onore se mi fosse permesso di confrontare il DNA di Ernie e le sue sorelle con il DNA dei capelli del leader dei nativi americani quando è stato restituito loro”.

Fino a questo studio, la relazione familiare tra Lapointe e Toro Seduto si basava su certificati di nascita e morte, un albero genealogico e una revisione dei documenti storici. Questa nuova analisi genetica fornisce un’ulteriore linea di prove per rafforzare la sua affermazione.

Prima che i resti del luogo di sepoltura di Mobridge possano essere seppelliti altrove, dovranno essere analizzati in modo simile al campione di capelli per garantire una corrispondenza genetica con Toro Seduto. Secondo la legge degli Stati Uniti, Lapointe possiede i diritti legali sui dati genetici di Toro Seduto, quindi può decidere chi dovrebbe fare l’analisi.

Articoli più letti

Related articles