6.2 C
Rome
sabato, Novembre 26, 2022
HomeTecnologiaChe cos'è la tecnologia OLED

Che cos’è la tecnologia OLED

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Una delle tecnologie più interessanti legate al mondo dei pannelli video utilizzati per gli schermi dei cellulari, tv, monitor e altri dispositivi elettronici è quella OLED, acronimo di Organic Light Emitting Diode.

Che cos’è OLED

Utilizzando una miscela di sostanze chimiche che brillano di un certo colore quando vengono energizzate, i display OLED possono essere eccezionalmente sottili e leggeri. Poiché è possibile variare la quantità di energia ricevuta da ciascun pixel o elemento dell’immagine, si può ottenere un livello di nero eccezionale (un vero nero scuro, non il grigio scuro della maggior parte dei televisori led in commercio).

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

I pannelli OLED sono anche luminosi ed efficienti dal punto di vista energetico.

Gli schermi basati su LED (diodi a emissione di luce) rappresentano ancora lo standard del settore user, ma le tendenze verso la miniaturizzazione dei dispositivi, la portabilità, una maggiore efficienza e una maggiore qualità dell’immagine hanno alimentato gradualmente i pannelli OLED .

Attualmente, i televisori OLED superano i tradizionali prodotti a LED su diversi fronti. Sono disponibili in una gamma versatile di formati: pannelli fino a 88 pollici soddisfano le esigenze dei display TV premium e sui monitor HDR di fascia alta; mentre gli schermi AMOLED (OLED a matrice attiva) più piccoli stabiliscono il punto di riferimento della qualità dell’immagine nel settore degli smartphone. I dispositivi OLED pieghevoli hanno finalmente iniziato ad entrare anche nel mercato dell’elettronica di consumo, mantenendo una promessa di lunga data dai sostenitori di questa tecnologia.

OLED vs LED

I tradizionali televisori a LED si basano sulla tecnologia dello schermo con display a cristalli liquidi (LCD); una struttura di realizzazione piuttosto collaudata.

Su uno schermo LCD, le immagini sono prodotte da un sottile strato di soluzione di cristalli liquidi sovrapposta a una griglia di transistor che utilizza piccole cariche elettriche per impostare i singoli cristalli in uno stato open/close. Questa situazione produce uno schema di pixel chiari e scuri, ma la luce stessa è prodotta da una serie di LED disposti ai bordi dello schermo o in una matrice retroilluminata.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

La migliore immagine possibile sugli schermi LCD viene prodotta utilizzando una retroilluminazione a LED full-array con attenuazione locale (dimming) che produce il contrasto più ampio possibile. Tuttavia, gli LCD comprendono più strati sequenziali all’interno del pannello (filtri colorati, polarizzatori, ecc.) necessari per produrre immagini completamente saturate ma che possono inibire l’uniformità dell’immagine e gli angoli di visualizzazione. Ciò rende anche i televisori LED più spessi e pesanti, rendendoli non idonei per prodotti in cui è importante ridurre lo spessore o il peso.

Gli OLED aggirano ciascuno di questi problemi evitando una retroilluminazione a favore di un pannello auto-emissivo di materiale a base di carbonio organico. Ciò consente a ciascun subpixel sullo schermo di essere controllato in modo indipendente.

Oltre a maggiori gamme dinamiche ed efficienza energetica, le caratteristiche uniche dei pannelli OLED consentono un numero significativamente inferiore di strati nella matrice dello schermo. Di conseguenza, i televisori OLED sono in genere più sottili e leggeri rispetto agli LCD convenzionali, ma costano molto di più rispetto ai display LCD.

Come detto nei pannelli OLED i colori sono brillanti e i neri sono uniformi.

Che cos’è QD LED

Si tratta di una tecnologia variante dell’OLED progettata da Samsung Display, la tecnologia ha fatto scalpore attraverso i grandi monitor di TV e PC. Ma cos’è esattamente QD-OLED, quanto è diverso dal normale OLED e abbiamo davvero bisogno di un altro acronimo?

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

QD-OLED sta per “diodo organico a emissione di luce a punti quantici”. La tecnologia proviene da Samsung Display, che ha iniziato a metterla in produzione nel 2019.

È una versione rinnovata di OLED che offre “la più ampia gamma di espressioni cromatiche tra la tecnologia di visualizzazione esistente”, come dice la stessa casa coreana . Samsung afferma che i suoi televisori QD-OLED possono coprire il 99,8% della gamma DCI-P3.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Per farla breve, il pannello QD-OLED di Samsung dovrebbe essere come il tradizionale OLED, noto per il suo impressionante contrasto provocato da neri ricchi e profondi, ma con colori più vividi e coerenti su tutti i livelli di luminosità. Samsung afferma che i suoi pannelli QD-OLED forniranno più dettagli nelle aree evidenziate, mentre i pannelli OLED standard potrebbero sembrare più sbiaditi e portare un colore migliore nelle aree più scure, quindi le ombre non saranno così “opprimenti”. La società afferma inoltre che la tecnologia offre angoli di visione superiori grazie al modo in cui funzionano i punti quantici .

Articoli più letti