Bill Gates: ecco cosa chiederebbe ad un viaggiatore del tempo del 2100

In un ipotetico dialogo con un viaggiatore del tempo proveniente dal 2100, Bill Gates vorrebbe essere informato sui progressi dell'umanità

0
1724
Bill Gates

Se Bill Gates incontrasse un viaggiatore del tempo dell’anno 2100, la sua prima domanda non riguarderebbe la sua famiglia o il prezzo delle azioni di Microsoft. Invece, gli chiederebbe: “Gli esseri umani stanno prosperando? Alla fine, tutto si misura attraverso il benessere umano”.

Bill Gates

Bill Gates e il suo interesse per la prosperità del genere umano

Il miliardario cofondatore di Microsoft ha intervistato la scienziata di dati dell’Università di Oxford Hannah Ritchie, il cui libro “Not the End of the World” offre una visione ottimistica di come il mondo può vincere la battaglia contro il cambiamento climatico.

Bill Gates ha posto a Ritchie le sue “domande principali” da chiedere a un viaggiatore del tempo proveniente dal futuro. La sua risposta: “Quale percentuale della popolazione mondiale potrà vivere con 20 dollari al giorno nel 2100? La risposta rivelerebbe molto sui tassi di povertà futuri e se abbiamo fatto progressi in materia di salute, agricoltura e povertà”, ha affermato Ritchie.

Attualmente, secondo la Banca Mondiale, più del 9% della popolazione mondiale, oltre 700 milioni di persone, deve sopravvivere con meno di 2,15 dollari al giorno, un livello che indica povertà estrema.

Se una parte significativa della popolazione vivrà con una cifra vicina ai 20 dollari al giorno entro il 2100, soprattutto nei paesi a basso reddito, questo: “Sarebbe un risultato straordinario”, ha affermato Ritchie, e un segnale che probabilmente l’umanità ha fatto progressi nella mitigazione del cambiamento climatico.



La mia ipotesi sarebbe che il cambiamento climatico non abbia avuto impatti estremamente devastanti, dove l’agricoltura è stata rovinata e i risultati sanitari erano davvero scarsi, e le persone sono precipitate nella povertà”, ha aggiunto Ritchie.

In un primo momento, Bill Gates ha detto che preferirebbe informarsi sulla produzione di energia e sull’intelligenza artificiale: “Come generi energia? Si tratta di fusione, fissione o qualche cosa inaspettata? E poi capire come l’intelligenza artificiale li ha aiutati a riunirsi”.

La fusione e la fissione sono tipi di energia nucleare. Bill Gates ha pubblicizzato entrambe come promettenti fonti di energia pulita, co-fondando la startup di energia nucleare TerraPower nel 2006, che possono aiutare a combattere il cambiamento climatico.

Bill Gates

Gates ha anche respinto vari scenari apocalittici legati al progresso dell’intelligenza artificiale, affermando che la tecnologia potrà eventualmente aiutare il mondo a risolvere le sfide globali in settori come la salute e l’istruzione. È ancora consulente di Microsoft, che ha investito miliardi di dollari nella startup di ricerca sull’intelligenza artificiale OpenAI, dopo aver lasciato il consiglio di amministrazione nel 2020.

Riflettendoci, nonostante i suoi interessi personali per l’energia e l’intelligenza artificiale, Bill Gates ha cambiato idea e ha allineati maggiormente la sua risposta alla domanda di Ritchie. La migliore indagine sarebbe quella che riveli il benessere generale degli esseri umani in tutto il mondo, ha affermato.

Hai ragione”, ha ammesso Bill Gates: “La qualità della vita è realmente fondamentale”.

Bill Gates e la fiducia nell’intelligenza artificiale

Non è un segreto che Bill Gates sia ottimista nei confronti dell’intelligenza artificiale, ma ora prevede che la tecnologia sarà trasformativa per tutti entro i prossimi cinque anni.

L’ascesa dell’intelligenza artificiale ha suscitato il timore che la tecnologia eliminerà milioni di posti di lavoro in tutto il mondo. Il Fondo monetario internazionale ha riferito questa settimana che circa il 40% dei posti di lavoro in tutto il mondo potrebbero essere colpiti dall’aumento dell’intelligenza artificiale.

Bill Gates non è necessariamente in disaccordo con questa nozione, ma crede che la storia mostri che con ogni nuova tecnologia arrivano la paura e poi nuove opportunità.

Come nel caso della produttività agricola nel 1900, la gente diceva: “E adesso cosa faranno le persone?” In effetti, sono state create molte cose nuove, molte nuove categorie di lavoro e stiamo molto meglio di quando tutti lavoravano nei campi”, ha detto Gates. “Sarà così”.

Bill Gates

Bill Gates ha predetto che l’intelligenza artificiale renderà la vita di tutti più semplice, puntando in particolare ad aiutare i medici a svolgere le loro pratiche burocratiche, che è: “Parte del lavoro che non gli piace, possiamo renderlo molto efficiente”.

Poiché non c’è bisogno di “molto nuovo hardware“, Gates ha affermato che l’accesso all’intelligenza artificiale avverrà tramite: “Il telefono o il PC che hai già connesso tramite la connessione Internet che già possiedi”.

Ha anche detto che i miglioramenti con ChatGPT-4 di OpenAI sono stati importanti perché può “essenzialmente leggere e scrivere”, quindi è: “Quasi come avere un impiegato che faccia da tutor, che dia consigli sulla salute, che aiuti a scrivere codice, che aiuto con le chiamate di supporto tecnico. Ha detto che incorporare quella tecnologia nel settore dell’istruzione o in quello medico sarà “fantastico”.

Microsoft ha una partnership multimiliardaria con OpenAI. Bill Gates rimane uno dei maggiori azionisti di Microsoft: “L’obiettivo della Fondazione Gates è quello di garantire che la differenza tra il beneficio delle persone nei paesi poveri e quello dei paesi ricchi venga abbattuta”.

2