6 Benefici per la salute di una dieta vegetariana

Il 90 per cento dei cardiologi che hanno partecipato a un recente sondaggio, effettuato su oltre 600 cardiologi, ha dichiarato di non aver ottenuto la necessaria educazione alimentare durante gli studi

0
425

Secondo un articolo recentemente apparso sull’American Journal of Lifestyle Medicine, tutti i medici dovrebbero essere consapevoli dei vantaggi di una dieta a base vegetale per sei diverse condizioni di salute, tra cui COVID-19, diabete, cancro, malattie cardiovascolari e perdita di peso.

Il campo della medicina, nonostante la sua importante influenza nella società, ha investito poco per promuovere scelte di vita sane“, afferma il co-autore di Saray Stancic, MD, FACLM, direttore della formazione medica per il Physicians Committee for Responsible Medicine. “La conseguenza di ciò si riflette nelle nostre statistiche sulle malattie croniche in costante aumento, in particolare i tassi di obesità e diabete“.

Gli autori affermano che le scuole di medicina forniscono solo un livello scarso di educazione alimentare nel corso di laurea e che questa situazione non migliora durante gli studi post-laurea. Sottolineano che il 90 per cento dei cardiologi che hanno partecipato a un recente sondaggio, effettuato su oltre 600 cardiologi, ha dichiarato di non aver ottenuto la necessaria educazione alimentare durante gli studi.

Correlato: Le caratteristiche di una “dieta della longevità”

L’articolo premette che non tutti i medici debbano essere necessariamente specialisti della nutrizione, ma afferma che dovrebbero almeno avere una conoscenza di base dei vantaggi di una dieta a base vegetale per queste sei condizioni, per le quali presentano prove dettagliate:
  1. Perdita di peso e mantenimento. In base ad un vasto studio, condotto su circa 70.000 individui, Coloro che seguono una dieta di tipo vegano pesano, in media, circa 4 chili in meno rispetto a quelli che non lo fanno e sembrano avere anche un minor rischio di morte.
  2. Malattia cardiovascolare. I prodotti animali sono ricchi di grassi saturi e colesterolo, che sono fattori chiave delle malattie cardiovascolari. Ma una recente meta-analisi ha rilevato che coloro che consumano una dieta vegetariana hanno ridotto il colesterolo “cattivo” LDL di 13 mg/dl. Un’altra analisi ha rilevato un tasso inferiore del 24% di decessi per malattie cardiache tra i vegetariani rispetto agli onnivori.
  3. Tumori. Adottare abitudini sane, come essere attivi e seguire una dieta ricca di frutta, verdura e cereali integrali, può potenzialmente ridurre il rischio di cancro al seno fino al 70%. Inoltre, gli studi hanno dimostrato che le diete a base di soia e ricche di fibre riducono il rischio di cancro al seno. Il rischio di cancro alla prostata è aumentato da diete ricche di latticini. Sebbene il consumo quotidiano di carne rossa e lavorata aumenti il ​​rischio di cancro del colon-retto, le diete ricche di fibre riducono tale rischio.
  4. Diabete. Uno studio di Harvard, che ha incluso i partecipanti allo studio di follow-up dei professionisti della salute, allo studio sulla salute degli infermieri e allo studio sulla salute degli infermieri II, ha concluso che coloro che consumano una dieta a base vegetale potrebbero aspettarsi una riduzione del 34% del rischio di diabete di tipo 2.
  5. Il morbo di Alzheimer. Uno studio ha rilevato che coloro che hanno aderito alla dieta DASH Mediterranea, principalmente a base vegetale, per il ritardo neurodegenerativo (MIND), che si concentra su cibi sani per il cervello come verdure a foglia verde, altre verdure, fagioli, bacche, noci e cereali integrali, hanno un rischio inferiore del 60% di contrarre la malattia di Alzheimer.
  6. COVID-19. Uno studio su COVID-19 di Harvard ha rilevato che in coloro che consumano una dieta principalmente a base vegetale c’è una riduzione del 41% del rischio di COVID-19 grave e una riduzione del 9% delle infezioni di qualsiasi gravità.

È tempo che tutti i medici di tutto il mondo parlino dell’importanza della dieta e dello stile di vita nella salute“, conclude l’articolo, che raccomanda ai medici di farlo consigliando i pazienti, assicurando che gli ospedali forniscano menu sani, tenendo conferenze nella comunità, scrivendo articoli, utilizzando i social media e fornendo commenti ai media.

Riferimento: “Six Applications of Plant Based Diets for Health Promotion” di Saray Stancic, MD, Josh Cullimore, MD e Neal Barnard, MD, 26 maggio 2022, American Journal of Lifestyle Medicine .
DOI: 10.1177/15598276221104023



2