2.3 C
Rome
venerdì, Dicembre 2, 2022
HomeArcheologia e StoriaTrovate 44 monete d'oro bizantine in uno scavo in Israele

Trovate 44 monete d’oro bizantine in uno scavo in Israele

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Gli archeologi in Israele hanno scoperto un tesoro di 44 monete d’oro bizantine e altri oggetti di valore.

Tesoro sepolto di 44 monete d’oro bizantine

Le monete del tesoro furono coniate dall’impero bizantino durante il regno dell’imperatore Foca (dal 602 al 610 d.C.) e dell’imperatore Eraclio (dal 610 al 641 d.C.). Tutti i pezzi di denaro erano d’oro solidus, che era valuta comune durante l’era bizantina (dal 330 al 1453 d.C. circa). Secondo una dichiarazione, gli esperti dell’Autorità per le antichità israeliane (IAA), hanno datato le ultime monete nel deposito al tempo della conquista musulmana della Palestina bizantina, avvenuta nel 635 d.C.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

“La maggior parte delle monete sono dell’imperatore bizantino Eraclio”, ha affermato Gabriela Bijovsky, un’esperta di numismatica presso l’IAA. “E ciò che è particolarmente interessante è che nei suoi primi anni da imperatore sulla moneta era raffigurato solo il suo ritratto con una lunga barba, mentre dopo poco tempo compaiono anche le immagini dei suoi figli”.

I ricercatori hanno scoperto le monete nella riserva naturale di Hermon Stream nel nord di Israele, che un tempo era il sito dell’antica città di Banias (conosciuta anche come Paneas o Panias) e fungeva da luogo di culto per Pan, un dio greco della fertilità che era metà umana e metà capra.

I cristiani credono che sia il luogo in cui “l’apostolo Pietro ha proclamato che Gesù era il Cristo”, secondo la dichiarazione.

La scorta di monete è stata trovata sepolta alla base di un muro di pietra e gli esperti ritengono che sia stata lasciata lì da qualcuno che stava fuggendo durante la conquista musulmana.

“La scoperta riflette un momento specifico, in cui possiamo immaginare il proprietario che nasconde la sua fortuna nella minaccia di una guerra, sperando di tornare un giorno per recuperare la sua proprietà”, ha affermato Yoav Lerer, direttore degli scavi per l’IAA. “In retrospettiva, sappiamo che è stato meno fortunato”.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Oltre alle monete, i ricercatori hanno trovato rovine di edifici; canali e tubazioni dell’acqua; un forno per fare la ceramica; monete di bronzo; e frammenti di manufatti in ceramica, vetro e metallo.

“La scoperta del tesoro potrebbe anche far luce sull’economia della città di Banias durante gli ultimi 40 anni di dominio bizantino”, ha detto Lerer.

Fonte: Bulletin of the American Schools of Oriental Research

Articoli più letti