6.2 C
Rome
sabato, Novembre 26, 2022
HomeTecnologiaCosa comporta la fine del servizio 3G per auto, elettrodomestici e cellulari?

Cosa comporta la fine del servizio 3G per auto, elettrodomestici e cellulari?

Data:

Prepping

Illuminazione domestica di emergenza

Diamo un'occhiata ad alcune semplici opzioni di illuminazione di...

Usi di sopravvivenza per l’olio da cucina

L'olio da cucina potrebbe non essere un elemento che...

Kit di sopravvivenza urbana: gli strumenti critici da avere

Vivi in ​​una città e sei preoccupato per la...

Come tirare con una fionda con la massima precisione

In molte nazioni non è facile poter ottenere il...

Bug in o out, i tempi di risposta contano

Pensiamoci, quasi tutti abbiamo ben classificati INCH, BOB o...

Il 3G era una volta il gold standard per Internet cellulare, ma è ormai stato soppiantato dal 4G e ora dal 5G. Infatti quest’anno, il servizio 3G sarà sospeso dagli operatori.

Coloro che hanno dispositivi relativamente nuovi probabilmente non noteranno nemmeno un cambiamento, perché sono già passati ai servizi più recenti. Tuttavia, ci sono molti vecchi telefoni e dispositivi intelligenti che inizieranno a vedere una perdita di connettività. È particolarmente un problema per l’elettronica di auto e sistemi di sicurezza domestica costruiti pensando a una connessione 3G, poiché quei prodotti sono entrambi costosi e destinati a essere mantenuti per diversi anni.

3G è semplicemente un’abbreviazione per la terza generazione di standard wireless a banda larga concordati dall’industria cellulare, con una velocità dati minima di 144 kilobit al secondo. Il servizio 3G fu iniziato a essere implementato all’inizio degli anni 2000 e divenne molto più popolare quando iniziarono ad affermarsi gli smartphone intorno al 2008. In effetti, il primo importante aggiornamento di Apple per l’iPhone si chiamava “il 3G” e vantava la sua velocità di collegamento ad Internet.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il 3G divenne sempre più diffuso mentre il suo successore, 4G LTE, era in fase di sviluppo. Il 4G possedeva capacità di gran lunga superiori, con velocità di download fino a 100 megabit al secondo, latenza inferiore e portata maggiore. Negli anni 2010, LTE ha iniziato a sostituire la copertura 3G come standard più popolare. La maggior parte dei dispositivi rilasciati erano però compatibili con entrambi i segnali. Negli anni ’20, l’industria cellulare è entrata nell’era del 5G, che utilizza antenne a frequenza più alta per attività impegnative come lo streaming video ad alta definizione. Il 5G offre velocità di download fulminee di 20 gigabit al secondo, ma richiede molti più trasmettitori rispetto agli standard precedenti.

Perché e come sta finendo il servizio 3G?

Mark Richardson, corrispondente di The Big Phone Store nel Regno Unito “Uno dei motivi per cui il 3G deve essere interrotto è per via delle infrastrutture. Quando vengono create nuove tecnologie come il 5G , mantenere alcune o tutte le tecnologie precedenti può essere un’impresa costosa”, afferma Richardson.

Qualsiasi telefono che non è in grado di supportare la connessione 4G LTE o 5G vedrà sospeso il servizio cellulare. Ciò include dati Internet, SMS, chiamate vocali e chiamate ai servizi di emergenza. Tuttavia, molti telefoni prodotti negli anni 2010 sono compatibili con i servizi 3G e 4G e saranno ancora in grado di accedere al 4G dopo lo spegnimento. Alcuni telefoni connessi 4G si basano ancora sul segnale 3G per le chiamate vocali, quindi se il tuo telefono non è compatibile con “HD Voice” (chiamate vocali ad alta definizione), potrebbe perdere la possibilità di effettuare chiamate una volta disconnesso il servizio 3G. Alcuni modelli consentiranno di abilitare HD Voice tramite aggiornamento software.

Se il dispositivo è dotato di connettività Wi-Fi, sarà comunque in grado di accedere al Web e trasmettere contenuti in streaming tramite un router wireless anche se non può inviare chiamate o SMS tramite connessione cellulare.

In che modo saranno interessati gli altri dispositivi?
“Qualsiasi altro dispositivo, come i sistemi di navigazione, che è solo 3G perderà alcune funzionalità. Potranno comunque accendersi e sarà comunque possibile eseguire qualsiasi processo che non richiede una rete, ma cose come gli aggiornamenti non lo faranno essere disponibile. Ad esempio, un navigatore satellitare non sarà in grado di mostrare i rapporti sul traffico in tempo reale”, afferma Richardson. I dispositivi che utilizzano una scheda SIM 3G per le informazioni in tempo reale perderanno alcune o tutte le funzionalità online, sebbene alcuni potrebbero avere aggiornamenti firmware disponibili per alleviare il problema.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Molti modelli di veicoli vecchi hanno funzioni di contatto di emergenza che possono utilizzare un segnale 3G per avvisare automaticamente il personale medico e di soccorso in caso di incidente. Il sito web menziona che le auto di Chrysler, Dodge, Hyundai, Jeep, Lexus, Nissan, Ram e Toyota sono interessate, alcune fino all’anno modello 2021:

  • I veicoli Nissan, Infiniti, Toyota e Lexus precedenti al 2019 perderanno le funzioni di avviso di incidente, senza un aggiornamento;
  • Alcuni modelli Honda richiederanno l’aggiornamento dell’hardware della console.
    I veicoli General Motors manterranno la funzionalità dopo un aggiornamento del software, che dovrebbe avvenire automaticamente
  • I modelli Fiat-Chrysler possono essere aggiornati a 4G. Tuttavia, gli avvisi automatici di arresto anomalo verranno interrotti.
    Alcuni veicoli Hyundai, Genesis e BMW potranno beneficiare di un aggiornamento gratuito.

La sicurezza domestica e le installazioni di allarme sono un altro importante caso d’uso per il 3G. Un rapporto di Axios afferma che ben 2 milioni di allarmi antincendio e antifurto negli Stati Uniti si affidano ai servizi 3G per allertare le autorità. L’industria sta cercando di tenere il passo con la domanda di aggiornamenti, ma i problemi di fornitura di chip e la pandemia di Covid-19 in corso hanno rallentato il processo.

Potrebbe interessarti:

Cina: importante passo avanti nel 6G, 206 Gigabit al secondo

Articoli più letti