Vesuvius Challenge” pagherà fino a 1 milione di dollari a chiunque riesca a decifrare i papiri di Ercolano

Se sei un esperto di intelligenza artificiale, prova a decodificare le scansioni a raggi X dei papiri di Ercolano carbonizzati per vincere favolosi premi in denaro

0
796
Vesuvius Challenge" pagherà fino a 1 milione di dollari a chiunque riesca a decifrare i papiri di Ercolano
Vesuvius Challenge" pagherà fino a 1 milione di dollari a chiunque riesca a decifrare i papiri di Ercolano

In un giorno come tanti, molto tempo fa, nel 79 d.C., il vulcano Vesuvio eruttò, coprendo la città di Pompei di cenere vulcanica. Pompei fu cancellata con persone morte soffocate ed edifici sepolti sotto la cenere che svanirono anche dalla memoria, per essere riportati alla luce molte centinaia di anni dopo.

Gli storici oggi vedono Pompei come una preziosa capsula del tempo della vita antica, conservata proprio com’era quel fatidico giorno.

I papiri di Ercolano

Ma non fu solo Pompei a sparire tsotto la cenere eruttata dal Vesuvio: anche la vicina Cittadina di Ercolano fu sepolta e tra le rovine di una villa di Ercolano, probabilmente appartenente al suocero di Giulio Cesare, i ricercatori hanno scoperto rotoli di papiri bruciati noti come papiri di Ercolano.

Negli ultimi 275 anni, però, nessuno è stato in grado di decifrare gli scritti di quei papiri e per provare a superare questa impasse i ricercatori si sono rivolti agli appassionati web: hanno indetto un concorso noto come “Vesuvius Challenge” con premi complessivi di oltre $ 1 milione a chi riuscirà, con l’aiuto dell’intellegenza artificiale, a leggere questi rotoli sfruttando una tecnologia sviluppata ad hoc e messa a disposizione di chi vorrà cimentarsi nell’impresa.

I papiri di Ercolano furono ritrovati nel 1750 in una villa un tempo appartenuta al suocero di Giulio Cesare. L’antica biblioteca era stata annerita e carbonizzata dal calore dell’eruzione. Dalla loro scoperta, molte delle pergamene carbonizzate sono andate perdute. I restanti 600 rotoli di pergamena continuano a rappresentare una sfida per i ricercatori.



Cosa c’è scritto su quelle pergamene così delicate? La nuova tecnologia sta consentendo ai ricercatori di scrutarle per la prima volta e ha acceso la speranza che il mistero del loro contenuti possa finalmente essere risolto dagli informatici piuttosto che dagli archeologi.

Sfida del Vesuvio

“Vesuvius Challenge” Scorrimento 1

Questa sfida è stata resa possibile da una scoperta del 2015 del Dr. Brent Seales dell’Università del Kentucky. Ha sviluppato una tecnica chiamata “unwrapping virtuale“, che ha testato sul rotolo En-Gedi, trovato nella regione del Mar Morto.

Con la tomografia a raggi X e la visione artificiale, ha “srotolato” digitalmente il rotolo carbonizzato e avvolto. Questo è di per sé un problema digitale e matematico complesso. Lo spessore delle parole scritte con inchiostro denso si presenta come contrasto nell’immagine a raggi X, consentendo di appiattire e leggere il testo. Tuttavia, sarà più difficile decifrare il testo dell’inchiostro sui Papiri di Ercolano. L’inchiostro è fatto di carbonio, il che significa che i raggi X non possono facilmente distinguere il testo dalla carta carbonizzata.

Il team guidato dal Dr. Seales ha recentemente utilizzato un acceleratore di particelle per scansionare due rotoli e diversi frammenti dei documenti. La risoluzione di 4-8 µm con 16 bit di dati di densità per voxel è ideale per le tecniche di apprendimento automatico per la ricerca di sottili motivi superficiali indicanti l’antica scrittura a inchiostro.

All’inizio di quest’anno, il modello di apprendimento automatico ha riconosciuto l’inchiostro nelle scansioni ad alta risoluzione, penetrando anche diversi strati di papiro. La Vesuvius Challenge ha lo scopo di estendere questo sforzo dell’IA per rivelare finalmente i segreti delle pergamene.

Pergamena della sfida del Vesuvio

“Vesuvius Challenge” Rotolo 2

Il premio in denaro è finanziato dall’imprenditore Daniel Gross e dall’ex CEO di GitHub Nat Friedman. Il primo premio è di $ 700.000 per il team che, utilizzerà l’intelligenza artificiale sulle scansioni per “leggere almeno quattro passaggi separati di testo continuo e plausibile dai rotoli, ciascuno lungo almeno 140 caratteri” a determinate condizioni entro il 31 dicembre 2023.

Un premio inferiore di $ 100.000 attende il team che rileverà l’inchiostro, utilizzando i dati ricavati dalla prima scoperta del team Seales. Oltre $200.000 in premi saranno inoltre annunciati in un secondo momento.

Per chi fosse interessato a cimentarsi, i dati sono disponibili online per iniziare a lavorare. Mentre ogni vincitore sarà sicuramente felice di reclamare il proprio premio, il mondo intero vincerà se questi testi perduti da tempo potranno finalmente essere letti.

Se sei un esperto di intelligenza artificiale, prova a decodificare le scansioni a raggi X dei papiri di Ercolano carbonizzati per vincere favolosi premi in denaro.

 

The Vesuvius Challenge: decifra l'antica pergamena e vinci migliaia

I papiri di Ercolano. (Foto: Sara Stabile et al. via Wikimedia Commons , CC BY 4.0 )

The Vesuvius Challenge: decifra l'antica pergamena e vinci migliaia

Affresco di Bacco e Agatodemone con il Vesuvio, dipinto nella Casa del Centenario di Pompei. (Foto: WolfgangRieger tramite Wikimedia Commons , dominio pubblico)

2