Turismo spaziale: Blue Origin di Jeff Bezos decolla il 20 luglio

Blue Origin, la compagnia missilistica del miliardario Jeff Bezos, ha annunciato per mercoledì 20 luglio il suo primo viaggio di turismo spaziale sulla sua navicella spaziale New Shepard

0
2090

Blue Origin, la compagnia missilistica del miliardario Jeff Bezos, ha annunciato per mercoledì 20 luglio il suo primo viaggio di turismo spaziale sulla sua navicella spaziale New Shepard, un momento fondamentale in una competizione per inaugurare una nuova era di viaggi spaziali commerciali privati.

I turisti non effettueranno il giro del pianeta, ma sperimenteranno l’assenza di gravità e vedranno la curvatura della Terra. La compagnia di Bezos non ha comunicato il costo del biglietto di New Shepard. La combinazione razzo e capsula New Shepard è progettata per far volare in modo autonomo sei passeggeri a più di 100 km sopra la Terra nello spazio suborbitale, abbastanza in alto per sperimentare alcuni minuti di assenza di gravità e vedere la curvatura del pianeta prima che la capsula pressurizzata torni a terra coi paracadute.

Per il volo di luglio, il booster riutilizzabile New Shepard verrà lanciato e atterrerà nel Texas occidentale. La capsula presenta sei finestre di osservazione che, secondo Blue Origin, sono quasi tre volte più alte di quelle di un Boeing 747 e sono le più grandi mai utilizzate nello spazio. “La vista sarà spettacolare”, ha detto il direttore delle vendite Blue Origin, Ariane Cornell, in una conferenza stampa.

Cornell ha detto che Blue Origin dovrebbe offrire “un altro paio di voli” con equipaggio prima della fine dell’anno.

Reuters ha riferito nel 2018 che Blue Origin stava pianificando di addebitare ai passeggeri almeno $200.000 per il viaggio, sulla base di una valutazione dei piani rivali della Virgin Galactic Holdings Inc del miliardario Richard Branson e altre considerazioni, anche se il suo pensiero potrebbe essere cambiato.

Cornell ha detto che Blue Origin “adorerebbe” aumentare la frequenza dei suoi voli spaziali turistici e aggiungere luoghi di lancio, possibilmente al di fuori degli Stati Uniti, a seconda della domanda. Celebrità e super ricchi saranno il mercato principale per queste gite turistiche spaziali, almeno inizialmente.



Solo 569 persone sono state nello spazio, ha detto, aggiungendo che “stiamo per cambiare le cose in modo drammatico”.

Ma ha rifiutato di dire quando – o se – Bezos, un appassionato di spazio da sempre e attualmente la persona più ricca del mondo, farà un viaggio su New Shepard.

Virgin Galactic punta anche a portare clienti privati ​​all’inizio del 2022, dopo un primo volo con Branson a bordo entro la fine dell’anno.

La sua esperienza a gravità zero è ancorata dal suo aereo SpaceShipTwo e la compagnia ha piani ambiziosi per offrire viaggi da punto a punto tra città lontane ad altitudini vicine allo spazio. Virgin afferma che addebiterà più di $ 250.000 per le nuove prenotazioni ma non ha annunciato il prezzo finale. Le vendite riapriranno dopo il volo di Branson.

Nel frattempo, un professore di scienze universitarie e analista di dati aerospaziali fanno parte di un equipaggio di quattro membri per un lancio in orbita pianificato entro la fine dell’anno da SpaceX di Elon Musk, parte di una campagna di beneficenza annunciata come il primo volo spaziale interamente civile della storia.

Blue Origin è rimasta molto indietro rispetto a SpaceX nel trasporto orbitale e ha perso contro SpaceX e United Launch Alliance (ULA) miliardi di dollari di contratti di lancio per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti che inizieranno nel 2022.

Ma il suo annuncio sul turismo spaziale fornisce a Bezos, che ha fondato Amazon.com Inc, lo slancio necessario mentre protesta contro il contratto da 2,9 miliardi di dollari di SpaceX nell’ambito del programma di alto profilo della NASA per riportare gli americani sulla luna nei prossimi anni.

I documenti normativi hanno rivelato che Bezos ha venduto azioni Amazon per un valore di circa $ 2 miliardi questa settimana come parte di un piano commerciale organizzato. Bezos, che si dimetterà dalla carica di CEO tra pochi mesi, ha scaricato azioni della società da lui fondata e aveva anche detto che avrebbe venduto azioni del valore di $ 1 miliardo per finanziare i progetti di Blue Origin.

Blue Origin non sarà l’unica compagnia missilistica ad occuparsi di turismo spaziale

Nell’ambito di un volo di beneficenza per il St. Jude Children’s Research Hospital, il velivolo Crew Dragon di SpaceX porterà quattro persone in orbita entro la fine dell’anno.

Seguici su TwitterFacebook e Telegram

2