Stress e alimentazione

Lo stress è una pericolosa causa di squilibrio dell'organismo che ci porta ad assumere abitudini alimentari scorrette che finiscono per incidere sull'umore e sulla forma fisica.

978

Cervello e sistema digerente sono uniti da un complesso sistema neuro endocrino immunitario che viene influenzato sia da input esterni, le abitudini alimentari, che input interni, le emozioni.
Il sistema nervoso si espande in tutto l’organismo e connette cervello ed ogni parte del sistema digerente tramite impulsi nervosi. Il cervello cosiddetto enterico ha uno stretto collegamento con l’apparato digerente grazie al sistema endocrino (produzione mucosa intestinale) e al sistema immunitario che si compone di un ampia rete linfatica.
Quando entriamo in una fase di stress, si attivano vari processi nel nostro organismo: i carboidrati vengono idrolizzati per produrre piú energia e conferire un effetto calmante; vengono sintetizzate le vitamine del gruppo B coinvolte nei processi energetici e del sistema nervoso; vengono mobilitati la vitamina C e lo zinco per rinforzare il sistema immunitario e il magnesio, indispensabile per la trasmissione degli impulsi nervosi. Questi processi che vengono attivati fanno sì che l’organismo richieda più energia e, a questo punto, inizia lo timolo della fame.
L’organismo per per mantenere il suo equilibrio cerca uno stato di omeostasi e nel momento in cui entriamo in una fase di stress, si crea un disequilibrio che colpisce il sistema nervoso ortosimpatico.
Questo comporta un abbassamento della produzione di succhi gastrici e dei movimenti peristaltici creando ostacolo sia per la digestione che per l’assorbimento del cibo.
Inoltre, avviene un abbassamento della produzione del muco, che protegge le pareti del nostro sistema digerente che, alterando l’equilibrio acido-base, porta a varie malattie come gastriti, colon irritabile, ulcere variazioni del microbiota intestinale che conducono a intolleranze alimentari e problemi digestivi.
Lo stress influisce anche sulla produzione degli ormoni, quali adrenalina e cortisolo. Questi aumentano la qualità di lipidi nel sangue (colesterolemia).
Il fatto che stomaco e cervello siano in stretto collegamento ce lo dicono anche i disturbi del comportamento alimentare, come bulimia e anoressia, nei quali da un disagio emotivo ne deriva uno alimentare e quindi viene utilizzato il rapporto con il cibo per esprimere problemi che non hanno origine dall’alimentazione bensì dai pensieri o dallo stato emotivo.
I processi cognitivi ed emotivi sono quindi in grado di giocare un ruolo molto importante sul nostro benessere fisico, ma altrettanto i comportamenti alimentari funzionano come cura non solo del corpo ma anche della psiche.
Gli alimenti che in generale apportano benefici psicofisici sono le verdure, la frutta e i legumi. Queste tre categorie di alimenti funzionano perché contengono sostanze antiossidanti e vitamine in generale.
Ci sono anche alimenti che, rispetto ad altri, sono noti per le loro proprietà antistress, come il cioccolato fondente che contiene teobromina, feniletilamina, caffeina e triptofano. Il triptofano è un precursore della serotonina, il cosiddetto ormone del benessere.
Le banane contengono dopamina, l’ormone del piacere.
È importante assumere alimenti che contengono calcio, come latte e yogurt. Un abbassamento del livello di calcio incide sullo stato del benessere.
Numerosi studi hanno evidenziato l’importanza dell’esposizione ai raggi solari, grazie alla quale viene sintetizzata vitamina D e di come questa incida nel processi che portano al buon umore.
Alimentarsi con quantità esagerate di zuccheri, assumere dolcificanti artificiali, alcol o caffeina comporta un innalzamento dei livelli di stress e del malessere psico-fisico.
Insomma, alimentazione ed umore sono strettamente correlati attraverso i meccanismi che abbiamo visto e lo stress sia fisico che psichico altera l’equilibrio del nostro organismo. Da lì, si scatenano i problemi legati all’anoressia (rifiuto del cibo) o alla bulimia (fissazione maniacale di mangiare).
Vedremo nei futuri articoli come affrontare gli stati di stress e come regolarci dal punto di vista alimentare per ripristinare il corretto equilibrio dell’organismo.