L’olio vegetale bromurato potrebbe essere pericoloso per la salute

la Food and Drug Administration (FDA) ha annunciato che non consentirà più l’uso di olio vegetale bromurato (BVO) in alimenti e bevande per motivi di sicurezza.

olio vegetale bromurato

Cos’è l’olio vegetale bromurato

L’olio vegetale bromurato viene modificato con bromo, un elemento chimico naturale che è di colore marrone-rossastro-scuro e liquido a temperatura ambiente. Il bromo è più denso dell’acqua e affonda quando vi viene aggiunto, e quando combinato con un olio vegetale, l’elemento rende quell’olio più denso dell’acqua. Questo effetto rende BVO utile per emulsionare determinati ingredienti in acqua, assicurando che siano distribuiti uniformemente nel liquido e non se ne separino.

Negli ultimi 50 anni, l’olio vegetale bromurato è stato utilizzato principalmente per aiutare a stabilizzare gli aromi di agrumi nelle bibite gassate, nelle bevande sportive e nelle bevande energetiche. Detto questo, molti produttori di bevande statunitensi hanno già sostituito il BVO nei loro prodotti e “oggi, poche bevande negli Stati Uniti contengono BVO”, secondo la FDA.

I produttori hanno iniziato a usare il l’olio vegetale bromurato negli alimenti negli anni ’20, prima della fondazione della FDA. Inizialmente, l’agenzia ha aggiunto l’olio modificato alla sua lista di alimenti ” generalmente riconosciuti come sicuri ” (GRAS). Tuttavia, negli anni ’60 e ’70, la sicurezza dell’olio è stata messa in discussione quando studi sugli animali hanno suggerito che il consumo del prodotto potrebbe danneggiare il cuore.

Gli studi sull’olio vegetale bromurato

Questi primi studi hanno somministrato agli animali dosi ben superiori di quelle a cui sarebbero stati esposti gli esseri umani, e studi successivi hanno ribaltato l’idea che l’olio vegetale bromurato potesse danneggiare il cuore. Nonostante ciò, all’epoca, la FDA ne ha limitato l’uso. Verso la fine degli anni ’60, l’olio ha perso il suo posto nell’elenco GRAS ed è stato limitato all’uso come additivo in quantità molto piccole: 15 parti per milione.

Negli ultimi anni, le tecnologie sono migliorate e hanno permesso alla FDA di intraprendere studi migliori sulla concentrazione di BVO nelle bevande e sugli effetti dell’olio sugli animali da laboratorio ai quali sono state somministrate quantità di BVO che hanno simulato l’esposizione reale che un essere umano potrebbe realisticamente sperimentare.

Uno studio pubblicato nel 2022 ha dimostrato che i ratti nutriti con l’olio vegetale bromurato accumulavano elevate quantità di bromo nel sangue e nei tessuti, e i prodotti di degradazione dell’olio si accumulavano in vari organi e nel grasso. La scoperta particolarmente preoccupante era che dosi elevate portavano all’ingrossamento delle cellule nella tiroide. Questi effetti possono portare a condizioni come il gozzo, che a volte è accompagnato dalla tiroide che produce troppo o troppo poco ormone.

In seguito a studi come questo, la FDA ha proposto che il BVO non dovrebbe più essere consentito negli alimenti: “I dati sugli animali e sugli esseri umani, comprese le nuove informazioni provenienti da recenti studi condotti dalla FDA sul BVO, non forniscono più una base per concludere che l’uso del BVO negli alimenti sia sicuro“, ha affermato l’agenzia.

La norma appena finalizzata entrerà in vigore il 2 agosto 2024, dopodiché le aziende avranno un anno per riformulare, rietichettare e ridurre il loro inventario di prodotti contenenti l’olio vegetale bromurato. Molte aziende hanno già eliminato gradualmente il BVO dai loro prodotti e alcune, come Keurig Dr Pepper, il produttore della soda Sun Drop, hanno dichiarato nel 2023 ai notiziari che si stavano muovendo per eliminare l’additivo.

La rimozione dell’unico uso autorizzato dell’olio vegetale bromurato dalla filiera alimentare si è basata su un’analisi approfondita delle attuali scoperte scientifiche e di ricerca che hanno sollevato preoccupazioni sulla sicurezza“, ha affermato in una nota Jim Jones, vice commissario per gli alimenti per uso umano della FDA.

Continueremo a monitorare le prove emergenti sulle sostanze chimiche che abbiamo preso di mira per una nuova valutazione”, ha affermato, “E in casi come questo, in cui la scienza non supporta più l’uso continuato autorizzato, agiremo per proteggere la salute pubblica“.

Conclusioni

Quando viene utilizzato nei prodotti, il BVO deve essere elencato come ingrediente sull’etichetta, come “olio vegetale bromurato” o come l’olio specifico che è stato bromurato, ad esempio “olio di soia bromurato”.

Si è sentito parlare di avvelenamento da bromo in relazione al BVO. Tuttavia, questo tipo di avvelenamento si verifica più spesso quando le persone inalano troppo bromo, ad esempio quando lavorano in un ambiente con molto dell’elemento.

Il bromismo, un’altra condizione correlata al bromo, è causata dall’esposizione cronica all’elemento. Questa condizione era più comune quando le persone usavano il bromo come sedativo. C’è solo un caso noto in cui una persona apparentemente ha contratto il bromismo a causa di un consumo eccessivo di soda, quindi questo è un rischio estremamente basso.

Più letti nella settimana

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

Ricerca della vita aliena: in arrivo nuove straordinarie tecnologie

Per più di 60 anni, i ricercatori hanno cercato...

In Tendenza

BYD Dolphin Stile, Prestazioni e Sostenibilità in un’Auto Elettrica Compatta

Introduzione Nell'era moderna, la sostenibilità non è solo una scelta,...

Le prove dell’allunaggio

A dispetto della propaganda russa, improvvisamente interessata, dopo 50 anni, a sostenere che l'allunaggio sia stato una montatura, e delle competenti parole di campioni dello sport, notoriamente preparati in ingegneria, fisica e astrofisica, siamo stati sulla Luna e abbiamo a disposizione le prove dell'allunaggio, basta avere voglia di esaminarle

La fisica cambia andando avanti o indietro nel tempo?

Le interazioni deboli violano la T-simmetria, dimostrando che le leggi della fisica non sono identiche se il tempo scorre avanti o indietro

L’elusivo effetto Unruh

Un nuovo approccio potrebbe consentire di rilevare l'elusivo effetto Unruh in poche ore, anziché in miliardi di anni

Nano transparent screen: da 100 pollici sarà rivoluzionario

Nel mondo della tecnologia, l’innovazione non conosce limiti, e...

Offerte Amazon di oggi: telescopi astronomici super scontati!

Per le offerte Amazon di oggi voglio proporti i...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Flavanoli per controllare la pressione sanguigna naturalmente

Gli alimenti ricchi di flavanoli, come mele, bacche, noci e...

Articoli correlati

Popular Categories