Sky Hub per studiare il fenomeno UFO

Sky Hub è una rete globale di sensori intelligenti progettati per registrare firme digitali di eventi anomali. Questa rete crowdsourcing di smart tracker con "edge processing" carica i dati dei fenomeni insoliti su uno Sky Hub Cloud

2360

Se siete sconcertati dalle segnalazioni di fenomeni aerei non identificati (UAP) e vi piacerebbe studiare il fenomeno UFO oggi sono disponibili diversi dispositivi adatti al monitoraggio del cielo.

Il basso costo e l’elevata capacità tecnologica dei dispositivi permettono a tutti gli appassionati di documentare il fenomeno UFO o eventi fuori dall’ordinario.

Sky Hub, il nuovo strumento per studiare gli avvistamenti UFO

Sky Hub è una rete globale di sensori intelligenti progettati per registrare firme digitali di eventi anomali. Questa rete crowdsourcing di smart tracker con “edge processing” carica i dati dei fenomeni insoliti su uno Sky Hub Cloud.

I dispositivi Sky Hub si basano sulla rapida evoluzione dell’apprendimento automatico per razionalizzare l’analisi di grandi set di dati e l’accessibilità crescente dell’hardware pronto per l’intelligenza artificiale (AI). 

Questi progressi possono essere sfruttati per studiare il comportamento di UAPoggetti volanti non identificati (UFO) che vengono segnalati in molti paesi della Terra. 

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Sky Hub è un progetto che vuole collegare una rete di array di sensori di proprietà civile, e utilizzare l’apprendimento automatico per catalogare il fenomeno UFO – UAP e condividere i dati con i ricercatori. Il gruppo stesso è composto da volontari.

Il sistema Sky Hub è un work in progress, ha affermato Christopher Cogswell, presidente del comitato consultivo scientifico di Sky Hub. Il gruppo incoraggia le persone ad aderire, ma i primi utenti dovrebbero essere consapevoli che il software di sistema è attualmente in versione alpha e che sono ancora possibili modifiche all’hardware. 

L’obiettivo finale è costruire e ospitare un catalogo di avvistamenti UFO digitale accessibile a chiunque. L’accesso potrà essere effettuato con una licenza Creative Commons utilizzando il software open source di Sky Hub.

Questa tecnologia, sostiene Cogswel, è molto interessante perché ci sono un grande numero di segnalazioni di oggetti volanti non identificati che se classificate potrebbero essere degne di uno studio approfondito.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Sky Hub ha installato fino ad oggi 12 unità operative. La maggior parte delle installazioni si trovano negli Stati Uniti, ma ce ne sono alcune nel Regno Unito e una in Brasile.

La maggior parte delle unità montano una fotocamera con obiettivo fisheye. Le specifiche suggerite, come un microcomputer per l’apprendimento automatico e l’intelligenza artificiale, sono pubblicate sul sito Web di Sky Hub.

Il costo per assemblare un’unità Sky Hub può variare da $ 600 a $ 1.000, ma si cercano alternative più economiche, Sky Hub dovrà essere accessibile a tutti.

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Finora, le installazioni Sky Hub hanno catturato meteore, ripreso la Stazione Spaziale Internazionale e persino avvistato stormi di uccelli, un drone e un parapendio.

Per quanto riguarda il fenomeno UFO / UAP, Cogswell è categorico, sta succedendo qualcosa di interessante e vale la pena indagare.

Non si può negare che ci siano persone che fanno rapporti sugli UFO ogni anno. Se è tutto falso è quasi più interessante. Come ha fatto una falsità a diventare un fenomeno sociale come questo, si chiede Coswell?

---L'articolo continua dopo la pubblicità---

Il fenomeno UFO e l’osservazione del cielo

Secondo detto Robert Sheaffer scrittore e scettico sugli UFO, ci sono stati molti di questi progetti nel corso degli anni che hanno tentato di registrare gli UFO. Esistono oggi numerose reti di telecamere installate negli Stati Uniti e in altri paesi che registrano il passaggio di meteoriti.

L’American Meteor Society mantiene un ampio registro delle telecamere all-sky. Inoltre, molti gruppi di astronomi e osservatori privati ​​utilizzano le proprie telecamere per registrare fenomeni meteorologici e meteore.

Secondo Sheaffer chi installa le telecamere per registrare il passaggio degli UFO non si rende conto che ci sono già estese reti di telecamere automatizzate in tutto il mondo. Tuttavia le telecamere degli astronomi non registrano gli UFO, ma meteore.

Nell’agosto dello scorso anno, il Pentagono ha annunciato la formazione di una task force UAP per studiare il fenomeno UFO. La missione della task force è rilevare, analizzare e catalogare oggetti volanti che potrebbe potenzialmente rappresentare una minaccia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti.

Scott Miller, presidente e professore di ingegneria aerospaziale alla Wichita State University in Kansas, offre un punto di vista interessante sugli UFO – UAP, sostenendo che potrebbero essere fondamentalmente legati ad attività aeree segrete, non necessariamente classificate, facendo notare che tutti i principali appaltatori della difesa hanno ampliato le loro capacità per prototipare rapidamente i veicoli.

Ci sono alcuni avvistamenti UAP che sono molto interessanti e potenzialmente non correlati a velivoli segreti di nuova concezione, ha detto Miller.

I famosi video UAP “Tic Tac” della Marina sono interessanti e lasciano perplessi, in quanto solo la Marina ha segnalato questi oggetti volanti. Come mai, sottolinea Miller, non sono stati segnalati dall’aeronautica o dai Marines che utilizzano lo stesso spazio aereo?

Inoltre tutti gli avvistamenti della Marina provenivano da modelli F-18 E / F Super Hornet. C’è qualcosa nei sistemi di questi aerei della serie E / F che facilita un avvistamento UAP, ad esempio, problemi di elaborazione del segnale radar, ecc. .? “

Il mondo dell’aviazione, sospetta Miller, è al culmine. “Abbiamo il potenziale per progettare, costruire e pilotare nuovi veicoli in mesi, non anni. L’aereo non sarà necessariamente pronto per la produzione, ma può essere utilizzato come dimostratore tecnologico“.

Il fenomeno UFO -UAP può essere quindi spiegato in questi termini e l’installazione di dispositivi come quelli proposti da Sky Hub potranno presto confermarlo, nonostante gli appassionati guardino al fenomeno in un’ottica extraterrestre.