Sempre più comuni i problemi di postura per chi lavora con i computers

Indice

Prima di approfondire questo articolo, prenditi un momento e nota la tua postura. Sei seduto con la colonna vertebrale curva in avanti, le spalle curve e con la testa inclinata in avanti per guardare più da vicino il telefono o lo schermo del computer? Se è così, i ricercatori della San Francisco State University dicono che probabilmente non ti stai facendo favore.

In un articolo apparso sulla rivista Biofeedback, un team di professionisti del settore medico afferma che questa posizione apparentemente innocua potrebbe comprimere il collo, causando affaticamento, mal di testa, scarsa concentrazione, aumento della tensione muscolare e persino lesioni alla colonna vertebrale nel tempo, potrebbe, inoltre, limitare la tua capacità di roteare la testa.

Quando la postura è alta ed eretta, i muscoli della schiena possono sostenere facilmente il peso della testa e del collo“, ha spiegato il professor Erik Peper. “Ma quando la tua testa si protende in avanti con un angolo di 45 gradi, il tuo collo si comporta come un fulcro, come una lunga leva che solleva un oggetto pesante. Ora il peso muscolare della testa e del collo equivale a circa 20 chili. Non sorprende che, con l’estrema diffusione degli smartphone e dei computers nel lavoro, tanta gente soffra di torcicollo e forti dolori alle spalle e alla schiena.

Per capire come la posizione della testa e del collo di una persona influisce sulla sua salute, i ricercatori hanno confrontato la mobilità del collo di dozzine di studenti sia quando erano seduti con una postura corretta (testa allineata sul collo) che con la testa protesa in avanti. I ricercatori hanno quindi chiesto a più di 100 studenti di ruotare il collo per 30 secondi e di riferire come si sentivano dopo; quasi tutti hanno riportato una sorta di dolore alla testa, al collo o agli occhi. Attraverso un esame nervoso e muscolare (elettromiografia) su 12 degli studenti,  i ricercatori hanno stabilito che il muscolo trapezio mostra più tensione quando una persona si avvicina al computer.

content 1546639029 shutterstock 371494219
Coloro che soffrono possono diventare consapevoli della loro postura imitando la posa scrunchy. “Puoi esagerare la posizione e provare i sintomi. MSSA / Shutterstock

Sebbene il documento non evidenzi limiti eccessivi, è importante ricordare che le dimensioni dello studio erano piccole, toccate dal disagio immediato e dal dolore cronico derivante dal lavoro alla scrivania, ed erano limitate agli studenti (non agli adulti nelle professioni lavorative).

Se svolgi un lavoro diverso dallo stare tutto il giorno chino davanti al pc, devi tenere presnte che l’abuso dello smartphone provoca sintomi simili. Se sei nel 70 percento dei lavoratori informatici che soffrono di mal di testa, collo o mal di schiena il consiglio migliore è quello di sforzarti di mantenere la schiena eretta e la testa dritta, allineata con il collo.

Se hai difficoltà a leggere i caratteri sullo schermo senza avvicinare la testa, puoi facilmente ovviare al problema aumentando le dimensioni dei caratteri oppure indossando occhiali da lettura.

Pensaci, anno nuovo, nuova postura.

Più letti nella settimana

Siamo davvero andati sulla Luna? Il complotto lunare

Sono trascorsi oltre 50 anni dal giorno in cui la missione Apollo 11 sbarcò sulla Luna. Sono stati realizzati film, documentari, scritti libri ed esaminate le rocce

Perché l’Homo sapiens è sopravvissuto a tutte le altre specie umane?

Gli Homo sapiens sono gli unici rappresentanti sopravvissuti dell'albero...

New Horizons: lo spazio profondo è davvero completamente buio

Quattro anni fa, gli astronomi hanno avuto una spettacolare...

Rinvenuta grotta lunare che potrebbe ospitare gli astronauti – video

Mentre la NASA e altre agenzie spaziali pianificano una...

Rinvenuti cristalli di zolfo giallo su Marte

Gli scienziati della NASA sono rimasti sbalorditi quando una...

In Tendenza

Blazar S5 1803+78: scoperta affascinante variabilità ottica

I blazar sono tra gli oggetti più enigmatici e...

Farmaci nello spazio: la scadenza di 3 anni un unico grande problema

L’esplorazione spaziale ha sempre rappresentato una delle frontiere più...

In che modo lo spray anti-THC garantisce la tua tranquillità?

La cannabis è diventata un argomento di preoccupazione per...

Nano transparent screen: da 100 pollici sarà rivoluzionario

Nel mondo della tecnologia, l’innovazione non conosce limiti, e...

Progetto VIPER: inaspettato nessun lancio nel 2025

Il progetto VIPER (Volatiles Investigating Polar Exploration Rover) della...

Voyager 2, l’eliopausa e, oltre, l’infinito

La Voyager 2 opera attualmente a temperature di circa 3,6 gradi Celsius, e ogni anno che passa la navicella produce 4 watt in meno di energia

Articoli correlati

Popular Categories